Napoli, due raid razzisti di quindicenni Pestati e feriti a Chiaia due immigrati?

Napoli è una città razzista?

NAPOLI (27 luglio) - Una doppia aggressione. Odiosa, vigliacca perché di chiaro stampo razzista: due gruppi di adolescenti, tra cui alcune ragazze, si accaniscono contro due extracomunitari in due diversi raid. Li picchiano selvaggiamente e scappano via. A piedi, in piazza Vittoria, addirittura in un bus dell’Anm, nella vicina via Arcoleo. È la nuova follia dei quindici-sedicenni che decidono così di dare un calcio alla noia nei fine settimana: individuano la vittima, la colpiscono, e scappano via. Non se ne sa nulla, in genere, perché le vittime, spesso non in regola con i permessi di soggiorno, non fanno denuncia. Ieri notte, invece, è una pattuglia dei vigili urbani a soccorrere i due malcapitati. Ma dei baby-balordi, nessuna traccia.

Sono le 22.30 quando due agenti della III sezione motociclisti in normale servizio di pattuglia vengono fermati da una coppia di italiani che gli si parano davanti a piazza Vittoria. Una manciata di secondi prima prima, raccontano, hanno visto una decina di ragazzini accanirsi con un extracomunitario. I caschi bianchi riescono solo a vedere 4-5 ragazzi scappare e un uomo a terra, dolorante e con la faccia insanguinata. Ha appena 19 anni e viene dallo Sri Lanka. Non è un venditore ambulante, lavora presso una famiglia ed è naturalizzato italiano.

E agli agenti increduli inizia a spiegare come è stato accerchiato da una decina di ragazzi e picchiato con calci e pugni. Prima al volto e poi, quando a terra ha cercato di farsi scudo alla testa con le mani, si sono accaniti con calci resto del corpo. Assurdo, bestiale pensano gli agenti. Un’autoambulanza carica il diciannovenne e i due caschi bianchi pensano che sia finita lì. E invece, sono passati una quindicina di minuti, fanno pochi metri, percorrono via Arcoleo, e prima del tunnel riescono a vedere un altro gruppo che picchia un ragazzo a terra prima di salire sul 601 che riparte tranquillamente verso piazza Municipio.

Aggiornamento:

Vanessa:non è l'unico caso.ci fu prima l'aggressione di Pontecagnano e quella ai danni di una ragazza nel pieno centro di Napoli da parte di skinheads.

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Dire che una città è razzista perchè un paio di bambini pestano due immigrati è come dire che i rumeni sono un popolo di stupratori perchè ci sono stati una decina di stupri...

    Poi spero che questi poveri deficentelli vengano trovati e trattati dai media come quei rumeni messi sulla berlina per un mese prima che si scoprisse fossero innocenti... ma forse così finirebbero per beccarsi gli applausi di altri deficenti come loro.

  • 1 decennio fa

    ovviamente non si può fare di tutta l erba un fascio, bisgnerebbe semplicemente far rispettare le regole ( anzi..prima crearle perchè neanche ci sono-.-) e fatte osservare da TUTTI. Se un romeno pikkia un italiano deve essere punito allo stesso modo di un italiano che picchia un romeno,tunisino,algerino ecc...

    Da una parte tiro un sospiro di sollievo ( ironicamente) qando sento queste notizie di italiani che si scagliano contro immigrati, perchè abbiamo un' immagine di questi distorta. E' da questi eventi che si evince la necessità di ordine,ordine rivolto all intera popolazione senza alcuna distinzione e/o preferenza.

  • 1 decennio fa

    gli extracomunitari assumono degli atteggiamenti da padroni nel nostro paese giorni fa ero in bicicletta e un nero mi ha tagliato la strada a piedi con molta calma non a mio padre che era con me ma solo a me con una strafottenza unica rischiando di farmi perdere l'equilibrio dalla stessa...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    a me mi hanno fatto nero.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.