Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoEsercito · 1 decennio fa

Quali sono le principali differenze e vantaggi fra ak-47 e le nuovissime versioni; ak101;74; 102 ecc?

Aggiornamento:

abuelo: ma se come dici tu quella nuova cartuccia per ak del 74 a parita di potenza ma con minor rinculo e uguale al 7;62 perche i miliziani iracheni o i russi usano ancora il 7;62?

Aggiornamento 2:

inoltre tutti gli acceossri di cui parli, lancia granate ecc si montano oltre ceh sul 74 anche sui 102,104,105 ecc;?

2 risposte

Classificazione
  • abuelo
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prima di tutto sgombriamo il campo da un dubbio: l'AK47 "non è" l'arma d'ordinanza della federazione, l'AK74 lo è.

    L'ak74 fu introdotto a metà degli anni '70 (in tempo per l'afghanistan)con la nuova cartuccia 5,45x39, che balisticamente non è superiore alla vecchia M43 (7,62x39) ma a quanto pare offre un minor rinculo e un maggior effetto tumbling come il 5,56.

    l'ak74 non è ancora stato sostituito ufficialmente, ma resta il fatto che alcuni corpi speciali (Спецназ, cioé spetsnaz, e i desánt cioé le truppe da sbarco, sia esso anfibio, o aereo) utilizzano ancora i modelli in 7,62, segnatamente i sempre validi akm47 o i nuovi ak103 o il corto ak104. Questo perché il 7,62 russo ha ancora un indiscusso primato di "man stopper" rispetto sia al 5,45 sia al 5,56.

    Nella serie ak100 ogni modello designa il calibro e la lunghezza di canna (versione lunga o corta quindi) nei diversi calibri: 5,56x45, 5,45x39 e 7,62x39; ad es l'ak 101 e 102 sono rispettivamente il "lungo" e il "corto" in 5,56x45 nato, gli ak103 e 104 sono gli omologhi ma in 7,62x39, mentre gli ak105 sono la versione corta dell'ak74, poi ci sono ancora gli ak107 e 108 ma sono diversi, e non progetti di kalashnikov, e montano un sistema meccanico per bilanciare il rinculo. Non ne so molto se non che mi pare ci sia una massa (in un cilindro superiore alla presa gas) che viene spinta in avanti mentre il portaotturatore va indietro, e che dovrebbe contrastare la spinta retrograda. Però temo di confondermi con l'an94, e non mi dilungo.

    le differenze meccaniche della serie ak100 con la serie ak47 e 74 sono minime o non ci sono, o perlomeno non mi risultano dai testi: si tratta della solita vecchia affidabilissima testina rotante a due tenoni, con estrattore in testa, collegata da una camma al solido portaotturatore che fa tutt'uno con il lungo pistone del gas che in testa ha tre gas ring integrali. Il cilindro di presa gas com'é noto si trova sopra la canna, la tacca regolabile è sopra alla presa di gas (non sul coperchio per il solito vecchio motivo che questo non è portante ma solo un coperchio di lamiera facilmente rimuovibile per la pulizia) e il mirino, regolabile in deriva, si trova sul ponte anteriore dietro allo spegnifiamma.

    lo scatto è uguale, se non che in alcune versioni può venire richiesto con la raffica controllata di tre colpi.

    le novità sono meno tecniche ma non di poco conto: un attacco per l'ottica integrale sul lato sinistro del castello (già previsto da alcuni anni anche sugli akm47, il mio ad es ne è dotato), calciature-astina- impugnatura a pistola in poliammide caricata con fibra di vetro, e calcio pieghevole sul lato sinistro.

    per quanto mi riguarda le novità si fermano qui.

    quel che importa sapere è però che tutti o quasi questi prodotti, non parendo che la federazione sia interessata più di tanto (avendo già un "parco armi" di tutto rispetto), è che sono destinati all'esportazione. Molti paesi dell'ex patto di varsavia si stanno, volenti o nolenti, avvicinando all'area nato adottando le proprie armi in 5,56 (ad es mi pare la repubblica ceca e la romania); inoltre molti stati esteri, che erano sotto l'influenza occidentale come rifornimenti, non potevano rivolgersi ai pur ottimi prodotti dell'est. Ora lo possono evidentemente fare.

    diciamo che hanno messo sul mercato degli ottimi prodotti: ora ci possiamo montare un'ottica, piegare il calcio, e montare i lanciagranate. Insomma con poche modifiche hanno migliorato il già ottimo sistema ak.

    non so se sai nel dettaglio come funziona, ti posto un link con una buona animazione in cui puoi vedere tutto: soprattutto lo svincolo della chiusura geometrica, nota come la testina otturatrice ruota per disimpegnare la chiusura, e come l'estrazione avviene ritardata di quel tanto che basta a fare uscire la palla dalla canna e a fare scendere la pressione a zero.

    http://www.youtube.com/watch?v=lQe864rGLyk

    Youtube thumbnail

    Fonte/i: le mie fonti sono varie e datate... però, cerca e ricerca, ho ho trovato un buon riassunto di tutta la questione che non sia su wikipedia: qui sono almeno un po' tecnici. http://warfare.ru/?catid=246&linkid=1814 -------------------------- @@@credo che i russi (e poi la confederazione) abbiano fatto una scelta politica, a proposito dell'ak74, nel non produrlo per l'esportazione. Negli anni i vari paesi del w.p. hanno prodotto e venduto all'estero milioni e milioni di ak47 in 7,62 ma pochissimi, credo, ak74, che infatti non si vedono quasi nei teatri "caldi" di questo mondo. Ho scritto "milioni" non a caso: negli anni'80 ricordo che si celebrò il 60.000.000 esemplare di ak47 prodotto, figuriamoci quanti sono ora dopo altri quasi trent'anni. Io credo 80milioni o più. Capisci perché è più facile che nei vari conflitti ci siano gli akm47. per gli accessori: la "piattaforma" è la stessa per tutti gli ak100 (dal 101 al 105), per cui penso proprio che gli accessori, come i lanciagranate, siano montabili su tutta la serie. @@@@ due precisazioni: il 5,45 è leggermente meno potente, in termini di energia cinetica, rispetto al 7,62x39: questo non vuol dire che faccia meno danni, parliamo solo di energia cinetica "pura", massa x quadrato della velocità. Il punto di vista della balistica terminale è molto diverso e Il buon @Cesare ha spiegato bene il tutto. I sovietici hanno fatto la scelta della palla più "pazza" e più dannosa, perdendo un po' di energia cinetica, ma guadagnando in lesività. Insomma è una scelta. Una ferita di ak74 è paradossalmente più distruttiva e meno curabile. L'ak74 può montare i lanciagranate da 40mm sotto la canna (tipo BG-15 o GP-25) perché ha due attacchi appositi sulla presa di gas; potrebbe inoltre montare le mire telescopiche (punti rossi, ottiche ecc) se fosse dotato di attacchi laterali, quelli che sono di serie sugli ak della serie 100. Questo è accaduto solo negli ultimi anni, dalla serie ak74M, che nasce già dotata di slitta laterale per gli attacchi da ottica di tipo sovietico. Non penso che gli ak74 più vecchi, privi di questi attacchi, possano essere dotati di mire telescopiche senza pesanti modifiche (piastre, fori, saldature ecc). -----> grazie @Cesare, bella risposta anche la tua, ti quoto. La balistica terminale è una scienza bella e terribile.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao Kikko, il grande Abuelo, ke non mi stupirei se fosse uno di quei pochi col cervello che scrivono sulle riviste, ha dato la madre di tutte le risposte come al solito.

    Se lo leggi bene, lui di seguito cita il fatto che certi corpi preferiscono il 7.62 per il maggiore potere di arresto, anche se prima cita il 5.56 Nato ed il 5.45 per certi loro effetti distruttivi. Discorso complesso.

    Il 5.45 o 5.56 fanno esplodere i tessuti per l'elevatissima velocità, comprimendo i liquidi contenuti in essi (ed il midollo osseo, e l'osso stesso) oltre ogni limite di elasticità causando letteralmente la colliquazione dei tessuti molli e lo scoppio dell'osso. Ciò accade con ogni proiettile propulso ad oltre 600 ms ed ovviamente con questi, che viaggiano a 980/1000 ms.

    Peggio ancora: essendo soprattutto il 5.45 assai lunghi e di forma biogivale, ed avendo il 5.45 una struttura interna a diversi materiali (acciaio in punta, piombo in coda, ogiva vuota internamente per 2 mm), girando su se stessi a 5000 giri secondo per la rigatura, all'impatto succedono due cose:

    -fanno testa coda ( a 900 ms)

    -si muovono però come la trottola, per effetto della rigatura.

    In pratica ti fresano gli organi interni: come se un artigiano di Cantù usasse su di te un untensile per la lavorazione del legno, ma facendo da fuori solo un forellino.

    Ma il 7.62 resta avvantaggiato dalla forza di impatto che scarica per la legge secondo la quale un corpo + pesante coserva meglio l'energia cinetica, inoltre essendo più largo anche dopo aver perso velocità innesca sempre conseguenze chirurgike più gravi.

    Questo infatti fa sì ke il "vekkio" FAL sia sempre preferito anche da noi in particolari compiti: ad esempio se debbo ingaggiare una testa di vitello dietro ad una parete in forati o in pieni faccia a vista uso il mio FAL-Alpino e poi vedi.....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.