Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

per gli atei, agnostici, soprattutto agli anticattolici: Quarantamila dementi?

Guardi qui:

http://www.youtube.com/watch?v=Z-vKbxE1kUQ

Youtube thumbnail

Qualche approfondimento storico:

un fatto vero che ha segnato la storia di un paese e della comunità cristiana, un evento epico e commovente, una vicenda che narra l’eroismo di samurai e contadini, che pur di avere la libertà religiosa morirono tutti martiri.

Quarantamila cristiani giapponesi, donne e bambini compresi, si ribellarono alla persecuzione e si arroccarono nella penisola di Shimabara, nel castello in disuso di Hara. Qui tennero testa per cinque mesi al più grande esercito di samurai che la storia del Giappone avesse mai visto.

Nella battaglia finale i cristiani vennero uccisi, migliaia delle loro teste vennero infilzate su pali per terrorizzare chiunque avesse voluto farsi cristiano.

L’armata dello Shogun riuscì a stroncare la ribellione, ma al costo di settantamila uomini ben armati e addestrati che morirono combattendo contro contadini e anziani samurai cristiani che pure erano affamati e indeboliti dal freddo, ma saldi nella fede in Gesù Cristo.

Per evitare l’onta di non essere riuscito a domare la rivolta il generale giapponese Matsudaira Nobutsuna, offrì ai rivoltosi l’onore delle armi, la dilazione sulle tasse e il perdono, ma questi rifiutarono. L’unica cosa che chiesero era la libertà di professare la religione cristiana.

Ma proprio questa libertà era ciò che le autorità giapponesi temevano. Per i due secoli successivi alla rivolta cristiana, il Giappone si isolò dal mondo e perseguitò tutti coloro che si dicevano seguaci di Cristo.

Eppure, quando nella seconda metà dell’Ottocento i missionari europei poterono tornare in Giappone, trovarono che i discendenti di quegli antichi cristiani avevano conservato la fede nella clandestinità, tramandandosela di generazione in generazione.

Rino Cammilleri, noto giornalista e saggista, ha svolto una intensa ricerca storica per scrivere questo romanzo così avvincente.

Aggiornamento:

Grazie, ma quelle di cui parlate voi sono le solite “leggende nere” che grano sulla storia della Chiesa. I presunti scheletri nell’armadio del cristianesimo (Inquisizione, Crociate, Galileo, Conquistadores…) ormai tutti revisionati da onesti intellettuali e storici competenti. Molti di voi si sono fermaati alla visione storica presentata dall'illuminismo...aggiornatevi!

Il termine "dementi" era ironico, chiedo perdono: una malattia non si banalizza! Ma spesso i Cattolici che scrivono in answere sono trattati così...

Aggiornamento 2:

Le cose emergono se c’è qualcuno che le fa emergere. E se quel qualcuno le colora delle tinte che meglio ritiene opportune, la logica conseguenza è che ci sono ancora molte tonalità da scoprire.

Lo stesso fatto lo si può osservare da svariate angolature. Quella cattolica non è molto in voga...ma, piaccia o no, c'è...

Aggiornamento 3:

Piccolo particolare: anche l'ex unione sovietica ha bruciato tanti libri, forse più del nazismo...ma conviene citare solo i crimini del nazismo che è più figo e politicamente corretto...

Aggiornamento 4:

Ambrose Bierce: stai sereno, non ti sto chiedendo di assomigliarmi e tanto meno ho la pretesa di convertirti, tranquillo!

Penso che answere non sia proprio la sede per citare, con minuzia di particolari, ogni fatto storico...non trovi? mi sto solo facendo portavoce di un punto di vista spesso screditato e poco considerato ( http://www.totustuus.biz/users/altrastoria/ ) ... guarda che se continui così rischi di finire tu dalla parte dell'intollerante... e ti assicuro che non è una posizione comoda! certe etichetta sono difficili da togliere...

Aggiornamento 5:

Obbiettività. mi piace. mi potresti dare dei riferimenti che mi vado ad informare? Chi ha avuto la pretesa di presentare la storia in maniera "obbiettiva"? è possibile un' "obbiettività"? esiste qualcuno che ha fatto "tabula rasa" di tutta la sua educazione, di tutti i suoi studi, della sua conoscenza, della sua vita...per presentare in maniera "obbiettiva" un avvenimento...chi possiede così tanta luce?....ti prego citamelo che questa cosa mi intriga...

Aggiornamento 6:

ancora una cosa, se mi è permesso. Se ateo non vuol dire per forza staliniano (che non lo metto in dubbio!), cattolico non significa per niente nazista.

Aggiornamento 7:

мαяιℓуи мαиѕσи fαи: grazie della conferma sul fatto che tra il nazismo era la Chiesa non correva buon sangue, ma temo che ci deve essere un equivoco...SONO CATTOLICO, non fraintendermi per carità!

Ponevo la domanda in modo provocatorio agli anticattolici...ogni tanto facciamo il gioco inverso altrimenti ci si annoia, no?!?!?

Aggiornamento 8:

Giacinto,ti piace vincere facile?!?! Scherzi a parte, grazie della solidarietà dimostratami, ma non scadere nell'offesa all'interlocutore, chiunque esso sia e qualunque pensiero proponga. Nell'ultima enciclica (Caritas in Veritate) il Papa, alla fine dell'introduzione, dice che la Chiesa è aperta alla verità, da qualsiasi sapere provenga, l'accoglie, la compone in unità di frammenti in cui speso la ritrova, e la media nel vissuto sempre nuovo della società e degli uomini.

Ho avuto l'impressione che qui si sia parlato due lingue differenti...ma anche questo contribuisce a rendere affascinante il dialogo...

Aggiornamento 9:

l'uso della forza...spero!

Ringrazio anche pubblicamente per le lezioni di greco! Ma sto pensando di cambiare nik: “Cialtrone” mi piace molto, tra i vari appellativi indirizzatimi nelle diverse risposte è il migliore, grazie del suggerimento!

Aggiornamento 10:

Lo scopo della domanda non era una disquisizione di storia. So anch'io che la storia è piena di nefandezze di ogni tipo e colore, chi lo negherebbe. Ma far sapere che la Chiesa non ha sempre fatto la parte cattiva-cattiva è difficile: come fa a farsi strada un opinione diversa dalla dominante? Cercavo esempi di "obbiettività" tra i vari interlocutori, ma non ne ho avuti molti. In compenso ho trovato qualcuno di davvero appassionato, con il quale mi auguro che il dialogo continui alla "ricerca della verità" anche al di là di answere (il tono non è ironico...almeno questa volta!)

Non metto in dubbio che gli autori citati (da entrambe le parti) non siano competenti, ma sono portatori di saperi limitati perché umani: ogni loro teoria e lettura del passato è integrabile e/o falsificabile (questo pensiero è di Popper e non della Chiesa o mio) Mi sono comunque preso nota della biografia proposta, grazie!

Aggiornamento 11:

Ci tengo a precisare, amica Stravogin, che da parte mia non c'è e non c'è stata nessuna suscettibilità, il tono polemico è un genere letterario... devo dire che mi sono anche divertito!

A questo punto “Tullio A” si starà ancora chiedendo: qual'è la domanda?

L'episodio citato in questa domanda, con dovizia di particolari per garantirne la veridicità (e non per nascondere altri fatti di altre epoche!) leggendolo da credente, ha suscitato in me una sincera curiosità: come fanno gli atei/agnostici a negare l'esistenza di quella stessa Persona per la quale questi 40.000 cristiani cattolici hanno sofferto in questo modo?

Agli anticattolici volevo solo far sapere che la Chiesa ha anche subito qualcosina...ma era solo provocazione ;)

Spero tanto che l'allegro villaggio dei Puffi non arrivi a doversi organizzare in crociate per riprendersi qualche casa-fungo sottrattogli ingiustamente...ma al giorno d'oggi sono stati fatti passi avanti nella diplomazia e quindi non dovrebbero arrivare all'uso d

Aggiornamento 12:

Un ultimo accenno sull'uso delle citazioni bibliche. Gesù è venuto a portare a compimento la legge e i profeti (cioè l'antico testamento) dimostrando con i fatti e con l'esempio del sacrificio personale che Dio è Amore. Dio nella storia, per farsi capire ha dovuto usare la “mediazione umana”...e in quanto tale ha assunto le modalità concrete dell'epoca in cui questo è avvenuto. E' questo il motivo per cui la Bibbia è piena di ogni atrocità e delitto (ce ne sono anche altri oltre a quelli citati...la leggo anch'io la Bibbia!) Dio scrive dritto sulle righe storte della storia umana e ha portato avanti (e porta avanti) il suo progetto di salvezza nonostante le infedeltà (leggi: delitti, guerre, odio, egoismo, intolleranza....) dell'uomo, qualsiasi carica o posizione sociale abbia.

Non scrivo a nome della Chiesa, non ho ricevuto nessun mandato per farlo, ma come ogni cristiano cattolico faccio anch'io quello che posso, come posso, con i miei limiti, per annunciarvi che Gesù

Aggiornamento 13:

Gesù è vivo e che vi ama anche se non ve ne frega niente di Lui!

Se qualcuno fosse arrivato a leggere fino a qui complimenti!

Buona serata!

18 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sono cattolico. Hai ragione su tutto, anche quando critichi certe risposte: persone che vivono nella loro grassa ignoranza e che danno fiato alle trombe (stonate).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Conosco questo evento storico.Ma con questo racconto, cosa mai vorresti dimostrare?

    Ci sono state 40.000 persone che hanno giustamente combattuto per un loro diritto, ossia la libertà di culto.

    Essere atei non significa mica essere contro la libertà di culto, sai?

    Poi, come sono esistite persone che hanno combattuto e sono morte per la libertà di culto, ne sono esistite tante altre che sono state uccise perchè non avevano la libertà di non credere...e la Chiesa, ne sa qualcosina, sai? I crimini commessi dalla Chiesa vanno dal III secolo sino agli anni novanta del secolo scorso (del 1900, sì....) e senza soluzione di continuità.

    posso citarti qualche fatto preso puramente a caso...ho solo l'imbarazzo della scelta, sai?

    ad esempio,nel 782 Carlo Magno fece tagliare la testa a 4.500 Sassoni che non volevano farsi convertire al cristianesimo....oppure, nel 27 maggio del 1234,i contadini di Steding, cittadina nella Germania settentrionale, i quali si erano ribellati per non poter più sopportare l’esosa pressione fiscale, vengono massacrati da un esercito crociato, e le loro fattorie occupate da devoti cattolici. Vi persero la vita tra 5.000 e 11.000 uomini, donne e bambini....

    O ancora,durante la "civilizzazione" dell'Irlanda, se leggiamo cosa scrisse un cronista cristiano, di civiltà ne vediamo ben poca...leggi:

    Secondo questo cronista, in quel luogo vivevano solo dei "selvaggi gaelici», che lui descrisse come "animali irragionevoli senza alcuna idea di"dio o di buone maniere, che addirittura dividevano in comunità di beni il loro bestiame, le loro donne, bambini e altri averi". Uno dei più importanti condottieri, tale Humphrey Gilbert, fratellastro di Sir Walter Raleigh, fece "staccare dai corpi le teste di tutti quelli (chiunque fossero) che erano stati uccisi quel giorno, facendoli spargere dappertutto lungo la strada". Questo tentativo di civilizzare gli Irlandesi causò poi effettivamente "grande sgomento nel popolo, quando videro sparse sul terreno le teste dei loro padri, fratelli, bambini, parenti e amici» [greate terrour to the people when they sawe the heddes of their dedde fathers, brothers, children, kinsfolke, and freinds on the grounde].

    Decine di migliaia di Irlandesi gaelici caddero vittime di questa "civilizzazione".....

    Per non parlare poi delle crociate.....

    Il 3 giugno 1098 le armate crociate conquistano Antiochia. In quell’assedio vengono uccisi tra 10.000 e 60.000 musulmani. Dalla cronaca di Raimondo di Aguilers, cappellano di campo del conte di Tolosa, si legge: "Sulle piazze si accumulano i cadaveri a tal punto che, per il tremendo fetore, nessuno poteva resistere a restare: non v’era nessuna via, in città, che fosse sgombra di corpi in decomposizione"

    Quale "civiltà"....e non è finita.

    Il 28 giugno 1098 furono ammazzati altri centomila turchi musulmani, donne e bambini compresi. Negli accampamenti turchi - narra il cronista cristiano - i crociati trovarono non solamente ricco bottino, tra cui "moltissimi libri in cui erano descritti con esecrandi segni i riti blasfemi di turchi e saraceni», ma bensì anche «donne, bambini, lattanti, parte dei quali trafissero subito, e parte schiacciarono sotto gli zoccoli dei loro cavalli, riempiendo i campi di cadaveri orribilmente lacerati". Proprio come il loro Dio comandava....

    Desideri che vada avanti?

    Posso tranquillamente arrivare fino al 1998........e senza soluzione di continuità.

    La storia va guardata bene, carissimo.

    Buona serata...

    __________

    Ambrose Bierce: stai sereno, non ti sto chiedendo di assomigliarmi e tanto meno ho la pretesa di convertirti, tranquillo!

    Penso che answere non sia proprio la sede per citare, con minuzia di particolari, ogni fatto storico...non trovi? mi sto solo facendo portavoce di un punto di vista spesso screditato e poco considerato ( http://www.totustuus.biz/users/altrastoria/ ) ... guarda che se continui così rischi di finire tu dalla parte dell'intollerante... e ti assicuro che non è una posizione comoda! certe etichetta sono difficili da togliere...

    Se lo dici tu,che sei un vero esperto di intolleranza, ci credo, carissimo.

    __________________________________________________-

    "Obbiettività. mi piace. mi potresti dare dei riferimenti che mi vado ad informare? Chi ha avuto la pretesa di presentare la storia in maniera "obbiettiva"? è possibile un' "obbiettività"? esiste qualcuno che ha fatto "tabula rasa" di tutta la sua educazione, di tutti i suoi studi, della sua conoscenza, della sua vita...per presentare in maniera "obbiettiva" un avvenimento...chi possiede così tanta luce?....ti prego citamelo che questa cosa mi intriga... "

    Tranquillo, te lo dò subito qualche riferimento:

    Leggi qui, se vuoi...

    Karl-Heinz Deschner, Abermals krähte der Hahn, Stuttgart 1962.

    P.W. Edbury, Crusade and Settlement, Cardiff University Press 1985.

    S. Eidelberg, The Jews and the Crusaders, Madison 1977.

    M. Hunter, D. Wootton, Atheism from the Reformation to the Enlightenment, Oxford 1992.

    H.C. Lea, The Inquisition of the Middle Age, New York 1961.

    E. Le Roy Ladurie, Montaillou. Ein Dorf vor dem Inquisitor 1294-1324, Frankfurt 1982.

    M. Margolis, A. Marx, A History of the Jewish People.

    A. Manhattan, The Vatican’s Holocaust, Springfield 1986. V. Dedijer, The Yugoslav Auschwitz and the Vatican, Buffalo NY 1992.

    J.T. Noonan, Conception: A History of its Treatment by the Catholic Theologians and Canonists, Cambridge, Massachussets 1992.

    D. Stannard, American Holocaust, Oxford University Press 1992.

    A True Account of the Most Considerable Occurrences that have Hapned in the Warre Between the English and the Indians in New England, London 1676.

    F. Turner, Beyond Geography, New York 1980.

    Calcoli e stime sul numero delle streghe condannate al rogo:

    N. Cohn, Europe’s Inner Demons: An Inquiry Inspired by the Grat Witch Hunt, Frogmore 1976.

    H. Robbins, The Encyclopedia of Witchkraft and Demonology, New York 1959.

    J.B. Russell, Witchcraft in the Middle Ages, Ithaca, NY 1972.

    H. Zwetsloot, Friedrich Spee und die Hexenprozesse, Treviri 1954.

    Ti basta, o desideri che vada avanti?

    Senza dimenticare la Bibbia, libro pieno di "belle parole".....dove il termine "uccidere" compare per più di 500 volte..

    Leggi, caro:

    "Lo schiavo non si corregge a parole, comprende, infatti, ma non obbedisce."

    (AT, Proverbi, 29, 19)

    "E il servo fannullone gettatelo fuori nelle tenebre; là

    sarà pianto e stridore di denti."

    (NT, Matteo 25 , 30)

    Questo è un passo davvero molto interessante.. In questo passo si nota come Cristo desiderasse che lo schiavo fosse sempre ubbidiente e scattante..ma non aveva capito una cosa: la "pigrizia" dello schiavo era una forma di protesta "istintiva e inconscia" di chi era privo di libertà.

    Ciascuno di noi, in condizione di schiavitù, reagirebbe con lo stesso "sciopero" di questo povero schiavo.. Ma Cristo ha sentenziato senza comprendere il perché dello "schiavo fannullone"...non c'è male, come esempio di uguaglianza.

    In questo passo davvero orribile che citerò tra poco, si vede come la Bibbia approvi persino la tortura:

    "Fieno, bastone e soma all'asino, pane, castigo e lavoro allo schiavo: Lavora costretto dalla sferza, cerca di riposarsi; se lasci le sue mani oziose cerca la libertà. Il giogo e le redini fan piegare il collo duro, e il continuo lavoro piega lo schiavo. Al servo cattivo battiture e ceppi: mandalo al lavoro, chè non stia in ozio; perché l'ozio insegna molta malizia. Impiegalo nei lavori, chè ciò gli conviene. Se non ubbidisce, piegalo coi ceppi"

    (AT, Siracide, 33, 26)

    "Ora, venite qui, voi, figli della maliarda, progenie di un adultero e di una prostituta… Forse voi non siete figli del peccato, prole bastarda? "

    (AT, Isaia, 57, 3)

    Che colpa avrebbero mai i figli di ciò che i genitori hanno fatto? Dove sarebbe la giustizia di dio?

    E questo è uno dei passi più vergognosi che abbia mai letto:

    "poiché... hai insultato il Signore, il figlio che ti è nato dovrà morire"... Il Signore dunque colpì il bambino che la moglie di Uria aveva partorito a Davide ed esso si ammalò gravemente... il settimo giorno il bambino morì"

    ( AT, 2-Samuele, 12, 14)

    Dio in pratica uccide un bambino innocente per qualcosa compiuto da suo padre...

    Io non ho parole.

    Mi fermo qui per brevità, ma se vuoi approfondire ti lascio qualche altra indicazione di alcuni delitti compiuti da dio:

    Giosuè 10,11 - Levitico, 10,1 - 1-Samuele 25,38 - 2-Cronache 14,11 - Giudici 4,15 - Giudici 20,35 -

    Esodo 14,25 - Deuteronomio 3,22 - Siracide 4,27 - Zaccaria 14,3 - Deuteronomio 1,3

    E sono solo alcuni....

    Il dio della Bibbia approva la schiavitù,dispregia le donne, è irascibile, violento e vendicativo...

    Tutto è fuorché amorevole....basta leggersela, la Bibbia.

    Io l'ho fatto...fallo anche tu.

    ____________________________

    "ancora una cosa, se mi è permesso. Se ateo non vuol dire per forza staliniano (che non lo metto in dubbio!), cattolico non significa per niente nazista."

    E dove avrei scritto che cattolico significa nazista?

    Io mica mi riferivo a tutti i cattolici, sai? Solo a quelle persone che si comportano come tali.....se lo fanno, si comportano in modo molto simile, e non è mica colpa mia, sai?

    rileggi meglio.

    Sono sempre più fiero di non somigliarti, ogni volta che ti leggo.

    _____________

    "Sono cattolico. Hai ragione su tutto, anche quando critichi certe risposte: persone che vivono nella loro grassa ignoranza e che danno fiato alle trombe (stonate)."

    Ma che commento "intelligente" e "civile&quo

    Fonte/i: Grazie, ma quelle di cui parlate voi sono le solite “leggende nere” che grano sulla storia della Chiesa. I presunti scheletri nell’armadio del cristianesimo (Inquisizione, Crociate, Galileo, Conquistadores…) ormai tutti revisionati da onesti intellettuali e storici competenti. Molti di voi si sono fermaati alla visione storica presentata dall'illuminismo...aggiornatevi! Ah, ecco....quando si mostrano i crimini della Chiesa -tutti ben documentati,mi spiace tanto per te -allora, quelle sarebbero solo "leggende nere"... Eh, già...l'inquisizione -che ha fatto migliaia di morti -è una leggenda.... E' anche una leggenda che Roberto Bellarmino -inquisitore e Santo -abbia mandato al rogo Giordano Bruno. Con un ragionamento come il tuo,allora anche il nazismo diventerà una leggenda.....se uno è nazista, ovviamente. Del resto, questo sistema è proprio tipico di un nazista...erano loro a bruciare i libri, proprio come si faceva nell'inquisizione.. Complimentoni. Se tu sei un cattolico, sono fiero di non somigliarti. ______________________ "Le cose emergono se c’è qualcuno che le fa emergere. E se quel qualcuno le colora delle tinte che meglio ritiene opportune, la logica conseguenza è che ci sono ancora molte tonalità da scoprire. Lo stesso fatto lo si può osservare da svariate angolature. Quella cattolica non è molto in voga...ma, piaccia o no, c'è..." Interessante.... quindi, l'angolazione cattolica -stando a quello che scrivi tu - sarebbe di bollare tutta la storia che non le fa una bella pubblicità come "leggenda nera"... però, che "obbiettività"... Del resto, è proprio il tuo modo di studiare la storia: quando qualcosa non ti piace, allora diventa una leggenda.....o va eliminato. proprio come faceva l'inquisizione, e come facevano i nazisti. Complimenti ancora... Comunque,non ti preoccupare, il tuo colore si capisce benissimo....è sul nero, direi, come quello in voga in Germania negli anni quaranta..visti i tuoi sistemi, la somiglianza c'è.. La storia non va vista dall'angolazione che piace di più: va vista per intero. Ovviamente, tu questo non lo fai.... ___________ "Piccolo particolare: anche l'ex unione sovietica ha bruciato tanti libri, forse più del nazismo...ma conviene citare solo i crimini del nazismo che è più figo e politicamente corretto..." E chi mai mette in dubbio che l'URSS si sia macchiato di crimini? Io mica faccio come te, che della storia citi solo UN fatto che ti fa comodo, bollando tutto il resto come "leggende nere"....ma del resto, per te è anche normale. Piccolo particolare: arrampicati pure sugli specchi, tanto è inutile. Non sono di certo io a citare un fatto storico e a dimenticare tutto il resto....quello, lo lascio fare a te. Ah.....essere un ateo NON equivale a essere uno che appoggia il regime di Stalin, te lo hanno mai detto? Beh, è ora che ti aggiorni... Sono sempre più fiero di non somigliarti.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Vabbè, e certi mussulmani si sacrificano facendosi esplodere per difendere la loro fede.

    Questo che significa?

    Che il fatto che ci sia gente disposta a morire per una causa, non attesta minimamente la veridicità della causa.

    (altrimenti, considerando che furono molti di più i pagani fattisi trucidare dai cristiani per difendere il paganesimo, dovresti ammettere che il paganesimo è più vero del cristianesimo)

  • 1 decennio fa

    Solo 40.000?

    Peccato.

    Andiamo a fare un giro in Pakistan?

    Un saluto!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    "Quarantamila cristiani giapponesi, donne e bambini compresi, si ribellarono alla persecuzione e si arroccarono nella penisola di Shimabara, nel castello in disuso di Hara. Qui tennero testa per cinque mesi al più grande esercito di samurai che la storia del Giappone avesse mai visto"

    ah, bé, allora dio esiste.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    non considero dementi queste quarantamila persone, hanno fatto un gesto lodevole se per una cosa in cui credevano...ma ciò non mi renderà credente, lo prendo come un dato di fatto e basta, loro credevano in dio e si sono sacrificati, punto.. E preferisco comunque una visione illuministica della storia piuttosto che cattolica vista l'ipocrisia e la corruzione che ormai dilaga nel mondo del clero e che a parer mioè sempre dilagata.. naturalmente è solo un punto di vista

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la legge del contrappasso: tutti i persecutori sn odiati. e i cristiani da costantino in poi hanno sempre perseguitato. se non ci fosse stata tanta violenza da parte dei cristiani x il mondo non ci sarebbe neanche avversione verso il papato che soprattutto in italia cerca con ogni mezzo di imporsi sullo stato che non è fatto solo di cattolici. basterebbe vivere la religione interiormente, di qualsiasi religione si tratti e nn ci sarebbero guerre. invece la religione è stata usata x fare guerra e morte, e imporre il potere temporale.

    i cristiani hanno ucciso e imposto la religione. dal 400 dopo cristo in poi vennero rasi al suolo i templi e uccisi milioni di abitanti di tutto l' impero, poi hanno iniziato con l' inquisizione, le crociate, la persecuzione degli ebrei, dei pagani, degli indios, degli scienziati, degli atei, dei catari e tanti altri. è normale che odio chiama odio. perchè dall' altro lato magari c'è chi si comporta come i cristiani, con odio.

    segno che tutte le religioni sono causa di odio persercuzione e guerra. nn di amore e tolleranza. inoltre Dio se esiste nn ha bisogno dell' azione di altri uomini e neanche di un libro falsificato nei secoli. se esiste, sa come manifestarsi a chi desidera.

  • 1 decennio fa

    Soprattutto per i cattolici la storia è un'arma a doppio taglio....usala con giudizio, potrei chiederti come facevano ad aver torto 50 milioni di nazisti? erano tutti stupidi?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    da ripetere che questo non prova niente. il fatto che esistano persone che si uccidano, uccidano altri, si facciano uccidere o altro, non significa che ciò in cui credono sia vero.

    come il fatto che i kamikaze si ammazzino o ammazzino altri (ed è demenza causata da lavaggio del cervello o disperazione o chissà) non significa che ciò in cui credono è veritiero.

    significa solo che loro ci credono.

  • 1 decennio fa

    Solo uno sciocco può considerare un "demente" una persona in quanto credente , così come allo stesso modo è sciocco considerare "demente" o "peccatore" chi non crede (guarda che la demenza è una malattia, non facciamolo diventare un insulto, è un malvezzo, è come dire mongoloide, e non è una bella cosa)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi ricorda un po' quello che hanno fatto i cristiani in terra santa.

    Ma dici che è stato tutto revisionato da onesti intellettuali, certo, come no, adesso le crociate le hanno fatte i puffi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.