promotion image of download ymail app
Promoted

riassunto libro "il bambino con il pigiama a righe"?

10 punti

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Nel 1942, Bruno è un bambino curioso di nove anni, figlio di un comandante nazista di un campo di sterminio. Dopo aver vissuto in un palazzo di Berlino, il padre padrone decide che tutta la famiglia si dovrà trasferire ad Auschwitz (luogo di cui Bruno non riesce a pronunciare il nome). Confuso e arrabbiato per la sua nuova casa, Bruno passa il suo tempo chiuso nella sua stanza, senza amici con cui giocare e senza compiere esplorazioni, che sono la sua grande passione. Dalla finestra della sua camera da letto, Bruno vede delle persone all'interno di un recinto con addosso un pigiama a strisce, egli non sa che sono ebrei rinchiusi in un lager.

    Un pomeriggio Bruno si avventura alla scoperta degli uomini in pigiama, arrivato al recinto di filo spinato fa la conoscenza di Shmuel, un bambino ebreo dall'altro lato della rete. Tra i due bambini inizia un'amicizia fatta di viste quotidiane e chiacchierate, ma i litigi fra il padre e la madre sul nazismo e sui campi di concentramento inducono il padre a costringerli a trasferirsi dalla zia Lotte. Il bambino si reca un'ultima volta al recinto per comunicare al suo giovane amico della partenza. A quel punto viene a conoscenza che il padre del bambino è scomparso e decide di aiutarlo a ritrovarlo. Si veste con i vestiti a righe dei prigionieri dei lager e insieme vanno a cercare il padre. Mentre lo cercano, viene dato l'ordine di uccidere tutti nelle camere a gas, Bruno e Shmuel finiscono nelle camere a gas e, come lasciano intendere le riprese, muoiono.

    Fonte/i: wikipedia
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Se hai difficoltà a rimanere incinta prova a consultare questa guida http://GravidanzaMiracolosa.netint.info/?ro5B

    Diventare mamma è un’esperienza davvero eccitante per qualsiasi donna sulla faccia della terra.Per alcune ragazze è facile e immediato, mentre altre hanno difficoltà

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ma vada via il **** e pedalare :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    Ho trovato diversi libri si Amazon che parlano di nazismo. In questa pagina c'e' un elenco nutrito di titoli che fanno al caso tuo e che credo possano dare una risposta alla tua domanda http://bit.ly/16v96wj

    Leggi anche le opinioni e i commenti dei lettori, ti aiuteranno a chiarire ulteriormente i tuoi dubbi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Nel 1942, Bruno è un bambino curioso di nove anni, figlio di un comandante nazista di un campo di sterminio. Dopo aver vissuto in un palazzo di Berlino, il padre padrone decide che tutta la famiglia si dovrà trasferire ad Auschwitz (luogo di cui Bruno non riesce a pronunciare il nome). Confuso e arrabbiato per la sua nuova casa, Bruno passa il suo tempo chiuso nella sua stanza, senza amici con cui giocare e senza compiere esplorazioni, che sono la sua grande passione. Dalla finestra della sua camera da letto, Bruno vede delle persone all'interno di un recinto con addosso un pigiama a strisce, egli non sa che sono ebrei rinchiusi in un lager.

    Un pomeriggio Bruno si avventura alla scoperta degli uomini in pigiama, arrivato al recinto di filo spinato fa la conoscenza di Shmuel, un bambino ebreo dall'altro lato della rete. Tra i due bambini inizia un'amicizia fatta di viste quotidiane e chiacchierate, ma i litigi fra il padre e la madre sul nazismo e sui campi di concentramento inducono il padre a costringerli a trasferirsi dalla zia Lotte. Il bambino si reca un'ultima volta al recinto per comunicare al suo giovane amico della partenza. A quel punto viene a conoscenza che il padre del bambino è scomparso e decide di aiutarlo a ritrovarlo. Si veste con i vestiti a righe dei prigionieri dei lager e insieme vanno a cercare il padre. Mentre lo cercano, viene dato l'ordine di uccidere tutti nelle camere a gas, Bruno e Shmuel finiscono nelle camere a gas e, come lasciano intendere le riprese, muoiono.

    Ciao....spero di esserti stato utile

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Nel 1942, Bruno è un bambino curioso di nove anni, figlio di un comandante nazista di un campo di sterminio. Dopo aver vissuto in un palazzo di Berlino, il padre padrone decide che tutta la famiglia si dovrà trasferire ad Auschwitz (luogo di cui Bruno non riesce a pronunciare il nome). Confuso e arrabbiato per la sua nuova casa, Bruno passa il suo tempo chiuso nella sua stanza, senza amici con cui giocare e senza compiere esplorazioni, che sono la sua grande passione. Dalla finestra della sua camera da letto, Bruno vede delle persone all'interno di un recinto con addosso un pigiama a strisce, egli non sa che sono ebrei rinchiusi in un lager.

    Un pomeriggio Bruno si avventura alla scoperta degli uomini in pigiama, arrivato al recinto di filo spinato fa la conoscenza di Shmuel, un bambino ebreo dall'altro lato della rete. Tra i due bambini inizia un'amicizia fatta di viste quotidiane e chiacchierate, ma i litigi fra il padre e la madre sul nazismo e sui campi di concentramento inducono il padre a costringerli a trasferirsi dalla zia Lotte. Il bambino si reca un'ultima volta al recinto per comunicare al suo giovane amico della partenza. A quel punto viene a conoscenza che il padre del bambino è scomparso e decide di aiutarlo a ritrovarlo. Si veste con i vestiti a righe dei prigionieri dei lager e insieme vanno a cercare il padre. Mentre lo cercano, viene dato l'ordine di uccidere tutti nelle camere a gas, Bruno e Shmuel finiscono nelle camere a gas e, come lasciano intendere le riprese, muoiono.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.