Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Coppie gay ed Adozione.?

Vorrei chiedere quanti di voi sono a favore o contro.

Vi chiedo gentilmente di dirmi il vostro orientamento sessuale quando mi rispondete per un semplice motivo:

Ho conosciuto gay che sono contro e etero che si dicono a favore...

Io personalmente sono un etero pro- gay ( Che sono delle bellissime espressioni della Natura esattamente come gli etero )

ma contro all'adozione ( la Natura non ha dato alle coppie gay la possibilità di creare indi per cui non vedo motivo per affidare un bambino ad una coppia non predisposta per Natura a questo )

Sono comunque ben consapevole del fatto che certe famiglie di etero comunque sono al di sotto della capacità educativa di alcune coppie gay ... ci sono genitori che avrebbero bisogno di essere seguiti loro stessi ... figuriamoci educare dei bambini.

Aggiornamento:

@w zapatero

gli studi vengono svolti su un campione di persone minimo rispetto al numero reale dei casi .

Gli studi scandinavi non si possono rapportare all'Italia ( paese ultracattolico e preconcettuoso) dove purtroppo si vive in una società omofoba.

Gli studi spesso arrivano a conclusioni che vengono smentite da altri esperti ... guarda alla voce centrali nucleari ... dove gli esperti tirapiedi di berlusconi fanno apparire le suddette come delle opere a basso rischio di contaminazione e di pericolo

Aggiornamento 2:

@ike

ma che cazzarola dici ???

io ho abitato insieme a dei gay ... senza alcun problema ...

ma resto etero...

vedo un po di preconcetti nella tua prima frase .. .leggo il resto

Aggiornamento 3:

il resto è anche peggio ...

ok ti hanno già commentato sotto.

Non voglio aggiungermi al coro.

Aggiornamento 4:

@w zapatero

beh non ne abbiamo notizia ,comunque come ti dicevo SONO RAPPORTATI AD UN AMBIENTE CHE NON è L'ITALIA AD ESEMPIO.

qui un gay ha problemi a vivere ... sopratutto se vive al sud.

figurati un bambino adottatato da una coppia gay.

Ti capita di vedere mai quanta discriminazione che viene fatta in paesi come l'Italia a sfavore dei gay?

Dimmi come pensi che vivrebbe non so ad esempio in Campania o in Calabria un bambino adottato da Gay ... servono studi per saperlo??? o ci si può arrivare da soli ?

Io vengo dal sud ... ho visto come trattano i gay.

Aggiornamento 5:

( per ora faccio salvo dalle mie opinioni il buddhismo , ma ce ne sono altre che non mi sovvengono )

Aggiornamento 6:

@Kuzotare

scusa ma ti è sfuggito che posso essere tutto meno che un fanatico religioso ...

anzi ti dirò il più dellle religione mi provocano rabbia ... mi sembrano essere dei cancri culturali ... che ovviamente portano i loro grossi problemi.

Inoltre potrai tu ben vedere senza studi o altro che la Natura non fa nascere bambini da rapporti omosessuali.

Sull'argomento si sta discutendo forse si ti sfugge questo.

Aggiornamento 7:

@w zapatero

Vivi in un ambiente ostile e omofobo e non riesci a dedurre che un bambino sarebbe schiacciato psicologicamente da queste situazioni?

perchè ti basi sugli studi e non sulla tua esperienza personale?

un bambino , in fase di crescita , come pensi che potrebbe affrontare serenamente questi continui vili attacchi psicologici e spesso anche di più e non rimaere traumatizzato ...

ripeto servono studi per capirlo ???

studi soprattutto fatti in paesi più civilii del nostro ???

Aggiornamento 8:

@wolf

assolutamente sul matrimonio a favore anche io

... perchè no??? Ognuno è libero di scegliere anche se ricevere questo vincolo legale.

Aggiornamento 9:

@wolf

la tendenza del cattolicesimo è sempre purtroppo , secondo me , cercare di portare verità assolute . Verità che si scontra con la realtà spesso.

Che altro dire . Ho smesso di combattere contro i mulini a vento.

Aggiornamento 10:

@vorreies

beh rispondo volentieri al dibattito ..

La Natura ( chiamarla Dea mi pare che limiti ciò che è ) ha delle leggi che durano da milioni di anni.

La nostra morale dell'epoca non è che di passaggio e suscettibile di continue mutazioni ...

si è succeduta ad altri tipologie di morale e non permanerà a lungo ... come d'altronde le leggi della Natura possono fare.

Detto questo secondo la mia idea in una coppia gay manca la figura o maschile o femminile ... che si può trovare in una coppia sterile.

é vero come tu ben affermi che la Natura non da la possibilità ad alcuni di procreare.

ma è pur vero che spesso questo si rivela una condizione patogena di passaggio il corpo umano ha ancora molti misteri per la scienza... oppure anche se fosse una condizione permanente in una coppia sterile troveresti comunque un genitore femmina e uno maschio che comunque per Natura sono portati a dare la loro educazioni secondo attitudini femminili e maschili ... consta di un equilibrio differente

Aggiornamento 11:

@w zapatero

beh ovviamente è chiaro che abbiamo idee divergenti ... negli altri miei post potrai leggere il perchè e le mie ragioni ...

sulla st+onzagine italiana comunque perfettamente daccordo ...

Aggiornamento 12:

@akra

non è raro che persone orfane di un genitore affermino che hanno sentito il bisogno della figura genitoriale che mancava ... con tutti i suoi risvolti psicologici

Aggiornamento 13:

@leolouc

l'equilibrio è anche contrapposizione.

Dimmi se tu non avessi lo stesso peso a sinistra e a destra forse non saresti un po zoppo adesso ???

I bimbi grassi crescono con problemi psicologici spesso .. .si può diventare bulimici ad esempio.

Per questo un genitore dovrebbe nel limite del possibile fare in modo che suo figlio non lo sia ... senza magari lasciare che si ingozzi di gelato o di schifezze davanti alla play station ... ( conosco molti casi di questo tipo )

Aggiornamento 14:

@sharon

mi piace la tua risposta.

Aggiornamento 15:

@leolouc

beh e invece vedo persona che sono state grasse da piccole ... che grazie alle pressioni psicologiche ricevute ora hanno molti complessi.

Persone che ancora se pur magrissime vomitano dopo mangiato ... ne conosco una in particolare ... che a volte ha paura ad uscire di casa ...

forse non tutti hanno avuto lo stesso ambiente che hai trovato tu ... forse ci sono ambienti anche peggiori fra i ragazzi ...

e poi dimmi non conosci nessuno che non era grasso ed è cresciuto sano ???

Aggiornamento 16:

@leolouc

Ho detto fin dall'inizio che non tutti i genitori sono perfetti ... ho lo stesso problema anche io.

Aggiornamento 17:

@leolouc

" se tutto il peso fosse distribuito in un unico punto non avrei problema"

ma se tu avessi più peso nella sinistra ad esempio il baricentro del tuo corpo non passerebbe nell'interasse e se pur il punto in questione fosse abbastanza vicino al normale baricentro avresti almeno :

problemi di artrosi alle ginocchia , problemi di schiena ( causati dalla sbagliata distribuzione del peso sulla colonna ) ecc....

Aggiornamento 18:

@leolouc

abbiamo bisogno di problemi che le nostre forze siano in grado di affrontare e metabolizzare per compiere una crescita ...

se sono troppo grandi ci potrebbero schiacciare.

Che molta genta ingigantisca hai ragione .. non sono i casi di cui parli.

Come dicevo esistono varie casistiche tra cui quella di genitori etero che non sono in grado di educare nel modo corretto .. .

ma riferimenti di tipo maschile e femminile sicuramente psicologicamente serviranno ad una persona.

Il maschio di solito ha un temperamento più ardente , certe tipologie di attitudini che un bambino ha bisogno di avere come esempio nella sua vita ... lostesso per quelle femminili che smorzano quelle maschili o meglio le equilibrano ...

avere due riferimenti dello stesso tipo lascierebbe carenza dall'altra parte non credi ?

Aggiornamento 19:

Ragazzi ho dedicato già troppo tempo a questa discussiona vado!!

leolouc scrivimi pure appena avrò un minuto conitnueremo la discussione

Ciao !!

21 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sono gay, pro matrimonio e pro adozione.

    Perché?

    Gli omosessuali dal punto di vista giuridico devono avere gli stessi diritti degli eterosessuali come già,gradualmente, si stanno impegnando su questo fronte i paesi europei e gli Stati Uniti. Ci sono tante famiglie, tante unioni che necessitano di essere parificate. Tutti uguali=uguali diritti.

    Adozioni: Numerose ricerche scientifiche condotte dalle più autorevoli associazioni Pediatriche e Psicologiche effettuate in paesi dove già da decenni vi è l' adozione da parte di coppie gay hanno dimostrato che un bambino non ha effetti negativi dall'avere due genitori dello stesso sesso, è scontato dire che quindi non c'è motivo reale di dichiararsi contrari, se non pregiudizi sbagliati.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Omogenitorialit%C3%A0...

    L'omogenitorialità viene supportata anche dal Child Welfare League of America, dal National Association of Social Workers, dal North American Council on Adoptable Children, dall'American Academy of Pediatrics e dall'American Academy of Family Physician.

    Islanda, Gran Bretagna, Svezia, Norvegia, Spagna, Olanda e Belgio, che guarda caso sono i paesi più democratici e civili del mondo, permettono le adozioni per gli omosessuali.

    Ciò che conta è il saper educare e l' amare, non c'entra niente l' orientamento sessuale.

    L’adozione serve a dare una famiglia a un bambino, non a dare un bambino a una famiglia. Ma non bisogna imporre la morale rispetto al modello familiare.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono credente ma non sono contrario agli omosex, anche perché ho un figlio di 18 anni omosessuale e poi perché ritengo che non debbano essere discriminati, ritengo giusta la legalizzazione di coppie omosex, soprattutto dal punto di vista legale.....

    ma....consentitemi, non credo che un figlio allevato da una coppia omosex possa capire solo la parte legale della coppia, il bambino ha, attorno a se, molteplici esempi, partendo dall' asilo e salendo con elementari, medie inferiori, etc., discorso sciocco ?, non credo, provate

    a pensare in che situazioni possa trovarsi un ragazzo....facile che possa odiare chi lo abbia allevato.....tutto giusto a favore degli omosex, ma adottare un bimbo mi mette addosso forti dubbi, come

    reagirà, pur avendo tutto l' amore possibile per chi lo ha tirato grande .....?

    ===========

    IKE - ma dove vivi, chi ti informa su come gira il Mondo ?

    gay non si nasce ? . dici delle bestialità incredibili.....

    l' omosessualità non è una malattia e nemmeno una scelta,

    ed io ti posso dare testimonianza riferendomi a mio figlio, il tuo è un ragionamento da perfetti ignoranti, e non tirarmi in ballo Freud, piuttosto informati, oggi, presso medici e psicologi, prima di dire un cumulo di idiozie....

    ==============

  • Anonimo
    1 decennio fa

    allora,copio la risposta che qualche domanda fa ha dato Cuoco Tony(non me ne vorrà...spero)!

    in ogni caso, secondo la ricerca di una università scandinava, i bambini adottati da coppie omosessuali hanno bisogno di consulti psicanalitici nell' 80% di casi IN MENO rispetto ai bambini adottati dalle coppie etero.

    Gli studi fino ad oggi svolti nei paesi anglosassoni sembrano evidenziare quanto segue:

    - I genitori omosessuali sono generalmente in grado di svolgere adeguatamente le funzioni parentali, non peggio dei genitori eterosessuali; non spingono i figli verso l’omosessualità, ma cercano di fornire modelli di identificazione eterosessuale;

    - I problemi che possono presentarsi nel nucleo omosessuale derivano principalmente dalle irregolarità dal punto di vista legale e dalla atipicità agli occhi della società ed assomigliano a quelli che incontrano le coppie eterosessuali non sposate o i nuclei monoparentali;

    - Non è invece facile per i figli, quando sono già un po’ cresciuti, affrontare un eventuale cambio di sesso del genitore o di entrambi: questa eventualità necessita di un notevole ‘lavoro’ psicologico.

    In Italia è stata realizzata un’indagine su 22 madri lesbiche (11 coppie) di età fra i 23 e i 55 anni ed i loro figli di età fra i 2 ed i 35 anni. Di questi figli, 10 erano stati concepiti attraverso fecondazione assistita, mentre i restanti 6 erano nati da una precedente relazione eterosessuale. Le risultanze essenziali di questi colloqui guidati sono state le seguenti:

    - una diffusa soddisfazione riguardo alla loro vita di coppia e alla scelta fatta;

    - un atteggiamento fiducioso nella propria famiglia anche se registrano la diffidenza del mondo esterno e la difficoltà a parlare ai figli della loro omosessualità;

    - un’attenzione, spesso superiore alla media, nei confronti dei figli ed un notevole impegno ad educarli con tolleranza per tutte le diversità, risultando in tal senso meno tradizionalisti dei genitori eterosessuali;

    - un gran coinvolgimento nel settore dei diritti con propensione alla vita associativa per rivendicare e ottenere riconoscimenti istituzionali ai ruoli assunti e per proteggere i diritti dei propri figli.

    comunque ha ragione BEM servono più studi,se ancora una volta gli studi riveleranno che un bambino cresciuto da una coppia omosessuale non si riscontrino problemi allora sono favorevole.Intanto riscontriamo che la cosa non è nemmeno negativa,e quindi non mi esprimo!

    a IKE: molto probabilmente la testimonianza che racconti tu è quella di un bisessuale represso!

    @Giof:ok ma gli studi non sono ancora stati smentiti,come già detto ne servono altri!se altri attestano che non c'è nessunissimo problema sono favorevole all'adozione ma per ora non mi esprimo!

    @Giof:io sono siciliano!figurati!e sono pure bisessuale!vuoi che non sappia cosa vuol dire?

    Ma non per questo motivo sarei contrario!lo so che verrebbe guardato strano e spesso deriso,se non umiliato!io sono contrario all'ignoranza della gente,alla discriminazione,sono contrario alla bigotteria,ma se gli studi rivelassero che non ci sarebbero problemi non vedo perchè si debba negare una cosa in tal caso bella per la stupidità di certa gente,certo so con i miei stessi occhi che sarebbe difficile se non impossibile la vita di quel bambino ma non per questo dovrei dare un giudizzio negativo alla cosa!il giudizzio negativo lo do all'ignoranza e alla stupidità!

    @Giof:e chi ti ha detto che non sono capace di capire i possibili traumi che la discriminazione possa fare ad un bambino?li capisco benisssimo,però non è questo il punto!ho detto che non per questo sono contrario all'adozione!sono contrario alla discriminazione!forse beh hai ragione tu,in italia non si potrebbe fare,ma va chiarito che non è certo a causa dei possibili traumi dell'adozione tra gay che il bambino cresce male,ma a causa della discriminazione,però in paesi più civilizzati se gli studi dimostreranno che non ci sia nessun danno allora sarei favorevole,in italia ci penserei 1000 volte pima di farlo è vero,ma a causa della stronzaggine della gente,di certa gente!

    Fonte/i: bisessuale
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono eterosessuale.

    (secondo me comunque tra l' esser gay puro ed etero puro ci sono un infinità di gradazioni..)

    Dalla tua domanda intuisco che tu sei seguace di una dea che chiami Natura.

    Ma secondo il tuo credo, se una persona etero è sterile, non dovrebbe voler dire che Natura NON la ritiene in grado di esser genitore? quindi non dovrebbero adottare nemmeno le coppie etero sterili!!

    Secondo me certe coppie omosessuali sono perfettamente in grado di adottare dei bambini. Il problema è quanto una società è in grado di accogliere queste famiglie..L' Italia purtroppo non lo è ancora. Prima dobbiamo lottare per una società meno omofoba..

    @ike: Freud non era uno scienziato. E non è nemmeno Dio. Comunque, se non sbaglio, durante la vecchiaia ha rivisto le sue tesi sull 'omosessualità. Non v'è nessuna prova scientifica che l'omosessualità sia la conseguenza di un trauma.

    "se sei etero significa che non andresti mai con un gay e quindi,implicitamente,ritieni il comportamento gay non corretto(altrimenti saresti gay tu stesso)"

    questa tua affermazione esula da ogni logica..

    A me non piace l' aceto. Quindi devo ritenere che le persone che lo usano siano immorali? O comunque devo ritenere che si facciano del male? ..non ha senso!

    P.S: i traumi infantili possono influenzare la sessualità della persona. Ma è un discorso a parte. Si tratta di persone che hanno rapporti omosessuali in conseguenza di una patologia psicologica, ma non sono omosessuali... Le persone abusate possono esprimere la propria patologia anche all'interno di una sessualità etero..

    Comunque in linea di massima io preferisco ragionare in termini di coppie etero o omo, di sessualità etero od omo, più che di persone gay o meno..

    @giof, perdona la mia provocazione, non vuole essere cattiva..ma vuole essere funzionale al dibattito. Da come ti esprimi sembri animato da uno spirito religioso (e secondo me, non è una cosa negativa), sembra che tu creda nella Dea Natura.

    Se una persona è sterile, perché non dovremmo interpretare la cosa come un segnale di Natura? Secondo il tuo ragionamento quindi, neanche un etero sterile è adatto all' adozione. Ma forse, l' adozione stessa è contro Natura...

    ***il ns mondo è sicuramente governato da una serie di leggi fisiche..il concetto di Natura, soprattutto poi se scritto con la maiuscola, sembra intravedere dietro queste un' intelligenza, un' unità di intenti..cosa non evidente da un punto di vista scientifico.

    I ns sensi e la ns intelligenza ci aiutano a costruire dei modelli che descrivano la realtà. qsti modelli però, non sono la realtà, ma delle descrizioni di questa. Descrizioni semplicistiche, e più o meno sbagliate a seconda dei casi..descrizioni che si affinano col tempo, ma sono sempre la ns interpretazione della realtà.

    Da queste interpretazioni imperfette poi arriviamo addirittura a ricavare delle regole morali..mi sembra eccessivo e sbagliato, che prove abbiamo che le "leggi" di natura rispondano a valori morali? forse è il termine legge che ci trae in inganno..

    Semplificando, la tua interpretazione mi sembra molto "tirata"..

    Diverso è se, invece di tirare in ballo la natura, mi parli di modelli genitoriali complementari, maschile e femminile.

    Ma anche qui ho i miei dubbi. Non tutti i maschi sono uguali tra loro. Così come non lo sono tutte le femmine. Su quali basi stabiliamo dei tipi femminili e maschili ideali??

    E se anche si arrivasse ad una definizione quasi unanime, quanto è dovuto alla "natura" e quanto alla "cultura"??

    Ad esempio una donna che lavora è solo una mezza donna rispetto ad una che si dedica interamente ai figli??

    E l' uomo invece che accudisce i figli con pazienza, affetto, e senza violenza è forse effemminato??

    Secondo certe persone sì, perché il modello tradizionale prevede che l' uomo lavori, e che la donna accudisca i figli. Questo modello prevede anche che sia l' uomo il responsabile dell' educazione morale dei figli, e per "raddrizzarli" le pene corporali sono indispensabili..per queste persone questo è agire secondo "natura"

    P.S: qualche mese trovai in rete un articolo che raccontava di una coppia di pinguini gay che adottò un cucciolo rifiutato dalla mamma..se fosse vero potrebbe essere la prova che le adozioni da parte di coppie gay sono un fatto "naturale"!!!

    Inoltre: l' eugenetica, il razzismo e il Nazismo affermavano di applicare leggi "naturali"..

    ***beh i pinguini gay penso che facciano come ogni altro genitore..uno protegge il piccolo e l'altro và a caccia per nutrirlo!

    Per quanto riguarda la natura tu la concepisci come un' entità con un fine, quasi swnziente, entità che stabilisce leggi..

    ma esiste veramente la natura? Secondo me esiste un universo (o forse un multiverso?), che è un' accozzaglia di meccanismi. Leggi immutabili? Prima della riproduzione sessuata c' era quella asessuata, quindi questa non esiste da sempre..

    Ma soprattutto la tua è una libera interpretazione. Non c'è nessun libro contenente nero su bianco le leggi della Natura. E non vi è il portavoce ufficiale della Natura che ci spiega come interpretarle..passare dal fatto che per generare un bambino ci vanno due sessi alla morale da tenere in tema di adozioni è un grosso salto logico..come impedire che ciascuno veda nella natura-Natura quel che ci vuol vedere?

    Oggettive sono la mitosi, la meiosi, eccecc i meccanismi dei replicazione del DNA, anche l' evoluzione Darwiniana.....ma non sono più oggettive le regole morali che da queste cerchiamo di ricavare..

    Con questo non voglio dire che non ci debba essere una morale,..

    Per le religione monoteistiche Dio è onnipotente e onnisciente. In quest' ottica non è riduttivo definire la Natura come Dea (o Dio). Nel tuo caso intendevo un' ottica più panteistica di quelle delle succitate religioni..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi sono occupata per un periodo della " tutela minori", ho visto parecchie cose e, sinceramente devo dire che a mio parere una coppia di gay potrebbe benissimo essere migliore delle famiglie in cui ho visto crescere molti dei bambini che dovevo tutelare.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Soltanto un paese arretrato e razzista come l' Italia può scandalizzarsi per le adozioni gay, adozioni che ormai sono diffuse in tutto il mondo civilizzato....ma evidentemente i fanatici religiosi che parlano continuamente di natura e contronatura ritengono più opportuno che un orfano cresca abbandonato a se stesso in un orfanotrofio piuttosto che in una famiglia...e dicono che loro si preoccupano per il bambino...ma a un bambino gliene può fregare qualcosa se a preparargli la pappa e a fargli le coccole sono due mamme o due papà?? Penso proprio di no, i bambini non hanno pregiudizi.

    Per fanatico religioso intendevo Ike, sempre che non sia un troll.....

    E comunque anche in natura coppie omosessuali di diverse specie adottano e allevano cuccioli.

  • 1 decennio fa

    la penso cm te...nn sn razzista sennò dovrei rinnagare anke un parente...e nn è così..ma purtroppo è una situazione delicata..un bambino/a ha bisogno di una mamma e papà ...anche se una coppia gay possa ess bravissima nell ess genitori..ma credo ke sia preferibile ke un bambino cresca in un ambiente più "normale" (solito) possibile...

  • 1 decennio fa

    Sono etero.

    Credo che un bambino debba avere la possibilità di crescere in una famiglia come la natura prevede che sia costruita, cioè col proprio papà e la propria mamma.

    Entrambi gli elementi sono a mio parere fondamentali al fine di creare un'idea precisa di famiglia (i bambini nascono comunque tra uomo e donna, inutile girarci intorno)

    E' vero anche, che con tutti i bambini che aspettano di essere adottati, e tutte le coppie omosessuali che avrebbero le capacità per renderli felici e farli sentire amati, trovo corretto che venga loro data la possibilità dell'adozione.

    Quello che mi chiedo è: è giusto per lui? Mi spiego, in questa società ancora eccessivamente omofoba, credete che sia giusto mettere in difficoltà una creatura di fronte alla gente giorno per giorno? Voi avete combattuto tanto per far valere la vostra posizione perchè fe parte di voi e ne deriva la vostra serenità. Ma lui ha scelto di avere solo due mamme o solo due papà in una classe di solo famiglie tradizionali? Non è detto che lui abbia intenzione di far valere i diritti delle famiglie omosessuali e potrebbe diventare strumento per una battaglia che lui non vuole...ci avete pensato?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Assolutamente a favore dei PACS,ma non si possono permettere le adozioni ai gay.

    Queste coppie devono avere il diritto di sposarsi e di professare liberamente il loro amore ma,come qualunque altra coppia gay o etero,hanno i loro problemi.

    Quindi avranno anche loro i loro litigi,i loro silenzi,le loro mancanze,i loro difetti umani che,come qualunque etero,forgerebbero il carattere del ragazzino.

    A tutte queste umane complicazioni ci sarebbe però da aggiungere il fatto,onestamente non trascurabile,che i genitori sono dello stesso sesso.

    Ora:un ragazzino di 10,11,12,13 anni,che inizia ad avvicinarsi al mondo sessuale,non troverà minimamente difficile comprendere come stanno le cose,come è naturale che siano?

    Questo non vuol dire che i gay non siano naturali,ma una cosa è certa:uomo e donna=figli.

    Anche uscendo dalla morale e dall'etica,dove ognuno giustamente la vedrà a modo suo,una cosa persiste:l'istinto di autoconservazione e di sopravvivenza della specie.

    Una cosa talmente "naturale",che qualunque specie animale ne è dotata.

    E questo è giusto che un bambino lo capisca senza avere due genitori dello stesso sesso,ma naturalmente.Cioè,con due genitori etero.

    Poi farà,liberissimo,le sue scelte.

    Dal punto di vista psichiatrico,inoltre,gli studi sia pro che contro sono controversi e poco attendibili.

    Ma dal punto di vista naturale le cose sono incontrovertibili.

    Poi,come detto,ognuno farà le sue scelte.

    Saluti.

    p.s.:sto assieme ad una ragazza,quindi "credo" di essere etero...^_^.

    -----------------------------

    Hai ragione Giof.

    Poi,onestamente,la cosa non mi turba nemmeno se la "santa" unione venisse celebrata in un luogo "santo",come la Chiesa,a Roma chiamata anche "Santa" Sede...

    Secondo te perchè hanno così bisogno di definirsi giusti e "santi" i Cattolici?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Etero, ateo, progressista, di sinistra, a favore dei diritti dei gay e delle coppie di fatto.

    Ma non all'adozione di bambini da parte di gay, Semplicemente per il fatto che non ci sono ancora sufficienti studi scientifici che possano dimostrare che ciò non può avere nessun impatto psicologico sulla crescita del bambino.

    Senza Scienza nessuna morale.

    X Ike: ma perchè prima di parlare e dimostrare in maniera così esemplare la tua ignoranza e pochezza intelletiva non conti fino a 10. "Gay si diventa a seguito di traumi..." immagino che la fonte delle tue affermazioni sono le stronzate che ti ha racontato qualche prete ricoglionito.

    La Comunità Scientifica da tempo ha individuato il gene dell'Omosessualità e dimostrato che essa è determinata Geneticamente.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.