Perché dev'essere sempre la donna a rinunciare alla carriera?

scusate per ripetizioni e possibili errorucci...=P
Aggiorna: L'altro giorno si parlava di maternità con una zia e con una conoscente: per loro la maternità era una scelta e le donne che decidevano di diventare madri dovevano fare delle "rinunce" per i loro pargoli, in primis la carriera. Una diceva che non era giusto mettere al mondo dei bimbi per lasciarli in... visualizza altro L'altro giorno si parlava di maternità con una zia e con una conoscente: per loro la maternità era una scelta e le donne che decidevano di diventare madri dovevano fare delle "rinunce" per i loro pargoli, in primis la carriera.
Una diceva che non era giusto mettere al mondo dei bimbi per lasciarli in custodia a nonni o a tate o ad asili, l'altra era un po' più morbida ma anche lei sosteneva che bisognava rinunciare a qualcosa per crescere bene i bimbi. La rinuncia consisteva principalmente nella carriera. I papà nel discorso non sono mai emersi e quando sono emersi era solo per ribadire che loro lavorano e non possono mollare il lavoro per la prole.
Perché nel 2009 si crede che i figli siano esclusiva materia femminile??? E perché se una donna ha faticato per crearsi una posizione deve mollare tutto se vuol diventare mamma???
10 risposte 10