come si fa creare un portito politico?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I partiti politici sono associazioni di persone che hanno le stesse idee e gli stessi interessi e che, attraverso un’organizzazione stabile, hanno l’obiettivo di influenzare l’indirizzo politico del Paese.

    Le principali funzioni dei partiti politici in Italia, come in tutti gli altri Paesi democratici, sono quattro.

    Essi hanno il compito di "formare" gli elettori dal punto di vista ideologico e politico; selezionano i candidati da presentare nelle liste elettorali in occasione delle elezioni politiche o amministrative; inquadrano le persone che vengono elette attraverso la disciplina di partito; e garantiscono la comunicazione tra elettori ed eletti nell’intervallo tra un elezione e l’altra.

    Il fenomeno associativo in generale è disciplinato dall’articolo 18, il quale stabilisce che i cittadini possono associarsi liberamente, senza un’autorizzazione, per raggiungere tutti quegli obiettivi che non siano vietati alle singole persone dalla legge penale.

    L’unica norma costituzionale che riguarda direttamente i partiti politici è invece l’articolo 49, secondo il quale tutti i cittadini hanno il diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere "con metodo democratico" a determinare la politica nazionale.

    L’espressione "con metodo democratico" è stata interpretata in modi diversi. Molti al giorno d’oggi sono d’accordo nel ritenere che essa implichi il divieto assoluto di usare qualsiasi forma di violenza fisica o morale per imporre determinate idee o scelte politiche, mentre non sembra che questa norma obblighi i partiti ad adottare al loro interno una struttura democratica che garantisca a tutti gli associati una uguale partecipazione all’attività di partito.

    Se vogliamo riassumere quello che la Costituzione dice a proposito dei partiti politici in Italia possiamo dire che essi vengono considerati come operatori politici, in competizione tra di loro, che devono obbligatoriamente svolgere la loro attività con metodo democratico.

    I partiti sono senza dubbio i principali operatori politici: essi hanno numerose funzioni pubbliche come la presentazione delle liste elettorali in occasione delle elezioni, la designazione, attraverso i "gruppi parlamentari", di titolari di importanti cariche pubbliche, o il ruolo svolto durante le "consultazioni" del Presidente delle Repubblica per la scelta del nuovo Presidente del Consiglio.

    Tuttavia, queste funzioni pubbliche si sovrappongono ad una natura essenzialmente privatistica. Ai partiti politici non è stata infatti riconosciuta "personalità giuridica", ed essi sono di conseguenza considerati delle "associazioni di fatto" secondo gli articoli 36 e 38 del codice civile.

    Ad ogni modo ci vogliono molti soldi, ossia una fondazione che ti sostenga, oltre alle 500mila firme per poter divenire partito di rilevanza nazionale.

    Ciao!

  • 1 decennio fa

    Secondo una prassi oggi molto di moda, dovresti prima di tutto copiare e accollare un pò di idee sull'economia, la famiglia, gli immigrati, la politica estera, possibilmente un pò di destra e un pò di sinistra, dando un'identita a questo partito che accontenti un pò tutti, poi trova qualcuno che è ha le stesse originali idee, una sede che abbia tante bandiere e soprattutto un pò di veline da candidare, e fatti pubblicità in tutti i modi (possibilmente furbi, anche ridicoli). Coraggio! Roma è alla portata di tutti!

  • 1 decennio fa

    dì la verità, Igor; sei Beppe Grillo!! :-P

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.