Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaAnimali da compagnia - Altro · 1 decennio fa

cosa serve per un furetto oltre ai vaccini e i tratamenti,ma tipo come le spazzole etc...?

1 risposta

Classificazione
  • ?
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L’ALIMENTAZIONE:

    Esistono in commercio crocchette e scatolette per furetti , in alternativa si può usare anche cibo per gatti purchè di alta qualità, questo perché essendo carnivori hanno bisogno di un alto apporto di proteine. Un libro sui furetti riportava queste quantità: proteine: 36-38% (non meno di 32%) grassi: 22-24% fibra:1,5% carboidrati: circa 20%. I furetti hanno la necessità di avere sempre il cibo e l’acqua a disposizione perché avendo un metabolismo elevato assimilano e consumano velocemente. Ogni tanto gli si può dare qualche piccolo “premio “ occasionale, ad esempio un qualunque tipo di verdura cotta o cruda, frutta, formaggio, carne cotta ed altro. Digeriscono male i carboidrati, cioè pane ,pasta, e biscotti, e i dolci per cui questi alimenti andrebbero somministrati solo in piccolissime quantità ed eccezionalmente.

    QUESTIONE “BISOGNINI”:

    I nostri piccoli amici si abituano abbastanza all’uso della cassettina igienica ma sono meno precisi dei gatti, ogni tanto capita che si sbaglino e lascino un ricordino in qualche angolo di loro gradimento. Per abituarli si può provare ad dargli qualcosa di molto goloso ogni volta che depositano il loro bisognino nella cassetta, un altro espediente è mettere più cassette in giro per la casa nei posti dove ha sporcato più di frequente.

    LA GABBIA:

    Premettendo che il mio furetto è libero di girare per casa quanto vuole, è però necessario che abbia una “casa” tutta sua, dove il cibo, l’acqua, una cassetta igienica, e sul fondo della gabbia, se è pieno, vecchi asciugamani, stracci o magliette, se è a rete trucioli, segatura ecc.( vi sconsiglio di metterli su un fondo pieno per esperienza personale, Tazio infatti la prima, ed ultima, volta che ci ho provato si è divertito moltissimo a sparpagliarli in giro per la stanza ed a una velocità notevole! ). Per quanto riguarda l’acqua sono consigliati gli abbeveratoi a goccia, sempre per via del loro hobby di rovesciare, sparpagliare, ecc. ecc. La gabbia è necessaria per la notte e per quando il furetto resta solo in casa, per la sua incolumità e anche per la nostra: il mio veterinario si è raccomandato in tal senso raccontandomi di furetti che hanno aperto il gas in cucina, causato black-out elettrici e provocato altri danni in assenza dei loro padroni. L’unica alternativa alla gabbia in queste situazioni è preparare una stanza a prova di furetto, e cioè senza cose che possano rompere, senza liquidi pericolosi che possano ingerire, senza fili, senza pericoli di nessun genere.

    L’ODORE:

    Uno dei problemi che qualcuno avverte nei furetti è il loro tipico odore. Personalmente non trovo che sia né così forte, né così fastidioso, ma Tazio è sterilizzato e questo ne riduce notevolmente l'intensità . Ho avuto occasione di giocare con una “furetta” che era nel periodo del calore, non aveva un odore molto più forte ma ,a differenza di quello che avviene con Tazio, l’odore mi è rimasto nelle mani e nei vestiti per parecchie ore! Solitamente i furetti oltre che sterilizzati si trovano in vendita anche già “sghiandolati”, infatti proprio come le puzzole di cui sono parenti stretti hanno delle ghiandole che in caso di paura o pericolo possono “ svuotare” , la puzza è meno forte e persistente di quella delle cugine ma da quello che mi hanno raccontato neanche i furetti scherzano!!

    LE CURE:

    Oltre al fatto che vanno portati dal veterinario per le vaccinazioni e per cose tipo pulizia delle orecchie, prevenzione della filaria ecc. credo che la cosa più importante sia tagliargli periodicamente le unghie, altrimenti restano impigliati dappertutto. Consiglio vivamente di cimentarsi nell’operazione mentre dormono più profondamente possibile. Per quanto riguarda il bagno non è necessario molto spesso ( non più di una volta al mese) anche perché il lavarlo non modifica molto il loro tipico odore, ci sono furetti che si lasciano lavare volentieri, altri, ad esempio Tazio, che lo detestano, non tanto per l’acqua con cui magari giocano volentieri ma per il sapone.

    CONCUSIONI:

    La cosa più importante per decidere se acquistare o no un furetto è tenere presente che hanno bisogno di molto tempo da dedicargli, di molte attenzioni; è necessario avere pazienza, stare con loro perché hanno bisogno di compagnia e di girare liberi e giocare, non possono stare sempre rinchiusi. Non è come avere un criceto, per intenderci!

    L’ultima cosa che voglio aggiungere è che tutto quello di cui vi ho parlato è tratto dalla mia esperienza personale, dal racconto di qualche altro padrone di furetti o da libri , perciò ci sarà sicuramente qualcuno che non troverà risconto in quello che ho detto o che non si troverà d’accordo per via di esperienze completamente diverse

    Fonti:

    FURETTO MARSHALL - furetto marshall€ 200,00

    FURETTO CHOCOLATE euro 150

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.