Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaRoditori · 1 decennio fa

criceto russo...10 al migliore=)?

mi devo prendere il criceto russo e volevo sapere qual' è la stanza migliore per il criceto

tipo il bagno o camera mia ecc...

13 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    io ne ho comprato uno proprio ieri ^_^ e in un sito ho trovato tutto su di essi.....ti scrivo il contenuto... così sarai preparatissima ^_^

    DESCRIZIONE

    Il criceto russo è conosciuto anche con il nome di criceto siberiano, è un roditore appartenente alla famiglia Cricetidae, il suo nome scientifico è Phodopus sungoris.

    I criceti russi sono animali prevalentemente notturni, si svegliano al crepuscolo.

    Provengono dalla Siberia del sud e dal nord est dell'Unione Sovietica, alcune sottospecie si trovano nel centro Asia e nella Cina del nord, dove il clima è molto secco, in natura in inverno vanno in letargo, ma in casa, dove la temperatura rimane sempre intorno ai 20° rimangono svegli tutto l'anno. I criceti russi preferiscono un habitat secco, in natura vivono in zone steppose, desertiche, in genere all'inizio del deserto vero e proprio.

    Attenzione, non cercare di far andare in letargo un criceto, la procedura è complessa, se mettete i vostri criceti semplicemente fuori in una gabbia moriranno di freddo. In natura vivono in cunicoli e tane sotterranee e mangiano semi, granaglie, frutta, foglie e verdure fresche o secche.

    I criceti russi sono di dimensioni molto ridotte, misurano circa 10 cm, le femmine sono leggermente più grandi dei maschi.

    Hanno una coda molto corta, al contrario dei topi, che invece hanno una coda molto lunga. Il pelo è marrone con una striscia di colore più chiaro o più scuro sul dorso. In inverno la colorazione del mantello tende a diventare più chiara. Oggi vi sono molte variazioni di colore che gli allevatori hanno selezionato.

    Contrariamente a quello che si pensa i criceti russi sono animali solitari, si incontrano solo nella stagione degli amori e per breve tempo. Le femmine possono partorire più volte all'anno e la prole è molto numerosa, nascono in genere da 6 a 12 piccoli, ma può succedere che ce ne siano anche 20!

    ALIMENTAZIONE

    In cattività l'alimentazione di un criceto è costituita da alimenti secchi, freschi, integratori ed acqua. La base è costituita da preparati che si possono trovare in commercio nei negozi specializzati; il mix che si da al criceto deve contenere: cereali, semi vari, noccioline ed una parte di vegetali e frutta. Esistono anche mangimi pellettati per criceti che danno all'animale il necessario apporto nutrizionale, ma il criceto in questo caso non può scegliere tra la varietà di vegetali a disposizione. La dieta ideale è un miscuglio tra il mix di semi e cereali ed il pellettato.

    I criceti inoltre necessitano di proteine animali e per somministragliele si possono utilizzare biscotti e croccantini per cani ogni tanto, da aumentare in caso di gravidanza e allattamento. Come supplemento si può utilizzare il pellettato per conigli a base di alfa alfa. L'alimentazione può comprendere anche una parte di vegetali freschi, come ad esempio carote, cavolfiore, mela, ma sempre in dosi moderata ed inserita nella dieta poco per volta. Durante i primi giorni di adattamento a casa è meglio mantenere un'alimentazione secca per evitare eventuali problemi di diarrea.

    Meglio sarebbe limitare il consumo di pane e biscotti, questi alimenti non andrebbero somministrati più di una volta a settimana.

    La cosa più importante è che ogni cambiamento nella dieta avvenga in maniera moderata, con prevalenza di cibo secco, per non causare nell'animale problemi gastroenterici.

    Per quanto riguarda il bere basta applicare alla gabbia una bottiglia di abbeveratoio automatico a goccia da cui l'animale si servirà da solo.

    Sarebbe opportuno mettere nella gabbia pezzi o tronchetti di legno (no pino e cedro) non trattati per permettere agli animali di molarsi i denti. I criceti russi sono animali con i denti a crescita continua e se non vengono regolati naturalmente possono allungarsi fino a provocare seri problemi di alimentazione ed in casi gravi la morte occorre fare attenzione soprattutto nei soggetti anziani. Se si osserva una crescita anomala dei denti è meglio rivolgersi ad un veterinario specializzato che si occuperà della loro regolazione meccanicamente. Per limarsi i denti si possono inserire nella gabbia anche blocchi di sali minerali per roditori o biscotti per cani molto duri.

    SISTEMAZIONE E CURE

    Quando decidiamo di acquistare un criceto è necessario munirci di una gabbia, una mangiatoia per il fieno, una ciotola per il cibo, un beverino per l'acqua, un nido (può andare bene anche una scatola di cartone) e una cassetta igienica con sabbia (per esempio la sabbia per roditori o quella per i gatti).

    Le gabbie per criceti si trovano facilmente nei negozi specializzati e la misura dipende dallo spazio che abbiamo a disposizione. Attenzione a non acquistare gabbie per criceti con sbarre in metallo troppo lontane, i criceti russi sono molto piccoli e evadono facilmente. Ci sono bellissime gabbie per criceti russi a più piani, dove si può alloggiare comodamente anche una coppia sempre con due nidi. Le caratteristiche che deve avere una gabbia per criceti russi sono: una buona ventilazione, un fondo solido e facilmente pulibile, una composizione a prova di denti (metallo, plexiglass, plastica dura).

    Per tenere un criceto russo si può utilizzare anche una teca di vetro o di plexiglass con aerazione adeguata, hanno in vantaggio di essere facili da pulire e di difficile evasione.

    La gabbia o la teca devono essere collocate in un ambiente tranquillo, non esposto a rumori eccessivi e confusione. Inoltre devono essere riparate dall'esposizione diretta al sole.

    Per quanto riguarda il nido serve al criceto per dormire e come rifugio nel caso si senta minacciato. Il nido può essere fatto o acquistato nei negozi specializzati ed in genere è di plastica dura o di legno. Nel nido possiamo mettere fieno o paglia per renderlo più morbido.

    Come fondo della gabbia si può utilizzare carta da giornale, fieno, paglia, lettiera per gatti, lettiera di mais, trucioli di legno (purché non di pino o cedro e non trattati con materiali tossici).

    La pulizia della gabbia e degli accessori è di fondamentale importanza, i criceti russi sono animali estremamente puliti, a patto che abbiano un po' di aiuto da parte del proprietario, per questo è necessario rimuovere due volte alla settimana il fieno, il giornale o la sabbia sporca.

    All'interno della gabbia si possono mettere giochi ed arredamento come: tubi di plastica, ruote per correre, ecc.

    Per mantenere in perfette condizioni il pelo del criceto russo e per eliminare l'eccesso di sebo si può inserire una o due volte alla settimana nella gabbia una ciotola contenente cenere di legna o sabbia fine (tipo quella per cincillà), i criceti saranno lieti di praticare dei "bagni secchi" di pulizia.

    ciao e spero di averti aiutata ^_^

  • 1 decennio fa

    Ovviamente va scelto un posto non raggiungibile da altri animali come cani, gatti o furetti. Essendo un animale piuttosto delicato, vanno evitate l’esposizione alle correnti d’aria (il criceto potrebbe prendersi una polmonite) e alla luce diretta del sole e gli sbalzi di temperatura. Devono essere tenuti lontani dai vapori di bagni e cucine e da zone troppo rumorose (come vicino alla televisione o allo stereo).

    Il criceto è attivo soprattutto di notte, quindi correndo sulla ruota potrebbe disturbare se sistemato nella camera da letto ma basta mettere un po’ di burro sul perno della ruota una volta la settimana per evitare che cigoli.

    spero di averti aiutata buona fortuna cn il tuo cricetino!!io me ne devo comprare uno dorato

  • 1 decennio fa

    ciao anch'io ho avuto un criceto russo e lo tenevo in cucina vicino la finestra!!!

  • 1 decennio fa

    Dove non ci sono correnti d'aria. Evita di metterlo per terra, all'entrata di porte e finestre. Sono molto delicati.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ti consiglio di non tenerlo in camera tua perchè di notte fa un casino della madonna...XD cmq dove non ci sono appunto correnti d'aria e la temperatura è intorno ai 25 °c....io per esempio il mio lo tengo in cucina :) spero di aveti aiutata...ciao!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    in camera tua sconsiglio vivamente:) fa un casino che neanche ti immagini di notte...

    quindi cerca un posto lontano da elettrodomestici tipo tv, lavatrice ecc...e soprattutto non vicino a correnti d'aria xk il tuo animaletto si potrebbe ammalare...d'estate puoi lasciarlo in terrazzo al'ombra però mentre d'inverno lo puo tenere in casa...

    sconsiglio il bagno perchè potrebbe essere troppo umido...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    in camera tua è meglio di no, la notte non ti farebbe dormire perché correndo sulla ruota fa un rumore tremendo! se hai una stanza "neutra", tipo salotto, stireria, ripostiglio (ammesso che non sia troppo caldo e piccolo), forse è meglio. Altrimenti il bagno può andare...

    ciao e buona fortuna col nuovo cricetino!

  • 1 decennio fa

    è meglio metterlo in camera......

    ce l'ho avuto per 5 anni ankio

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Quando fa moooolto caldo mettilo nel terrazzo in un angolo ALL'OMBRA e bagna il pavimento ( dove hai posato la gabbia)

    Invece d'inverno mettilo in una stanza TRANQUILLA e un pò calda!!!!

    Attenta: Non mettere il cricio dove arrivano correnti d'aria

  • Anonimo
    1 decennio fa

    I criceti russi, i loro nome originale e whinter white. La migliore stanza è dove c'è un aria fresca senza troppi rumori, illuminata per il giorno e poco la notte, visto che loro la notte stanno svegli e vedono meglio al buio.

    Una stanza dove non ci siano odori pesanti o deodoranti per ambiente, anche se per noi è piacevole per loro può essere un problema al quanto fastidioso.

    Fonte/i: Accudisco whinter white da piu di 4 anni. Ne ho avuto più di 20 con cucciolate. :)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.