neuro
Lv 4
neuro ha chiesto in Mangiare e bereCucina e ricette · 1 decennio fa

Ricetta dei capelletti emiliani in brodo?

Soprattutto il brodo mi interessa...

Come si fa??

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    INGREDIENTI: 500 gr. di farina, 400 gr. di parmigiano reggiano grattugiato, 100 gr. di polpa di suino, 100 gr. di polpa di vitello, 100 gr. di polpa di vitellone, 100 gr. di polpa di tacchino, 100 gr. di mortadella sminuzzata, 200 gr. di ricotta di mucca fresca, brodo di cappone (o di gallina) ben corposo, 50 gr. di burro, cinque uova, poecorino molle di Urbino, noce moscata, scorze di due limoni grattuggiata, pepe e sale

    PREPARAZIONE: La prima cosa a cui pensare è creare il ripieno. Per fare questo prendiamo un tegame e facciamo sciogliere una noce di burro, quindi aggiungiamo e uniamo tutti i tipi di carne: il vitello, il vitellone, il maiale e il tacchino. Facciamo cuocere e rosolare bene per circa un quarto d’ora, quindi aggiungiamo anche la mortadella tagliati a cubetti molto piccoli. Cuociamo per altri 10 minuti e poi togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare a parte. Dopo circa un’oretta, quando la carne è fredda, incorporiamo tutto il formaggio grattugiato, un uovo, la scorza di limone, tutta la ricotta, il pecorino tagliato a cubetti, un pizzico d sale e uno di noce moscata (non esagerare con quest’ultima altrimenti questa spezia rischia di sopraffare gli altri aromi). Cuocere a fuoco moderato per cinque minuti per dare il tempo al formaggio di sciogliersi e di amalgamarsi mescolando per bene con regolarità il tutto fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo che toglieremo infine dal fuoco e lasceremo riposare coperto. Nel frattempo ci occuperemo della sfoglia e per fare questo disporremo su una tavola da lavoro la farina e vi uniremo le 4 uova rimanenti, un pizzico di sale e un filo d’olio d’oliva. Impasteremo con vigore fino ad ottenere una pagnotta liscia e soda che inciprieremo di farina e lasceremo riposare per una buona mezz’ora sotto un canovaccio leggermente umido. Passato questo lasso di tempo con un mattarello tireremo una sfoglia molto sottile (attenzione a non farla troppo sottile però!) e con un coltello affilato ricaveremo da essa dei quadrati di 4 cm di lato in cui inseriremo al centro una pallina di ripieno. Una volta disposto in tutti il ripieno si richiuderà ogni quadrato con le dita e si andrà a ricavare il cappelletto con uno strumento circolare dentellato che taglierà via una sezione tondeggiante di pasta perfettamente chiusa con il ripieno, praticamente si tratta di uno stampino circolare dentellato di acciaio a cui è aggiunto un manico di legno per impugnarlo, ricorda molto da vicino un timbro (di quelli di una volta). Penso che lo possiate reperire in ogni negozio di casalinghi ben fornito, qui di seguito vi allego una foto del mio personale taglia cappelletti:

    Realizzati tutti i cappelletti raccogliete i ritagli di pasta avanzati dal taglio dei cappelletti e re-impastateli con una goccia di acqua se necessario, quindi ripetete l’operazione di cui sopra, sempre se avete avanzato un poco di ripieno naturalmente! Una volta pronti i cappelletti devono riposare in vassoi di legno, coperti da un telo, per un tempo non inferiore alle 12 ore. Questo per dar tempo alla pasta di rassodarsi e al ripieno di asciugarsi (altrimenti si rischierebbe di rompere tutti i cappelletti durante la fase di cottura). Come atto finale li andremo a cuocere nel brodo di cappone (oppure di gallina nostrana non giovane) che abbiamo preparato in precedenza, con un tempo di cottura che non deve superare i 7-8 minuti. Li serviremo infine bollenti in una zuppiera con il loro brodo e potremo aggiungere parmigiano grattugiato nei piatti di ciascuno dei nostri commensali.

  • 1 decennio fa

    Ingredienti

    200 Cl Brodo Di Carne;

    4 Uova;

    60 G Pangrattato;

    2 Cucchiai Prezzemolo Tritato;

    60 G Formaggio Pecorino Grattugiato

    per il brodo:

    1,5 kg carne di bovino adulto divisa equamente fra polpa e taglio da osso

    1 carota

    2 cipolle

    2 coste di sedano

    1 rametto di prezzemolo

    1 foglia di alloro

    1 spicchio d’aglio

    4 chiodi di garofano

    qualche grano di pepe nero

    1 cucchiaio sale grosso

    Preparazione

    Prima di tutto distribuite in una pentola alta e capiente l’aglio vestito, il pepe, il prezzemolo e la foglia di alloro lavati. Lavate la restante verdura e poi preparatela per aggiungerla nella pentola: raschiate la carota, sbucciate le cipolle, dividetele a metà e conficcatevi i chiodi di garofano e pulite il sedano dai filamenti. Trasferite il tutto nella pentola.

    Per quanto riguarda i pezzi di carne da brodo, fatevi consigliare dal vostro macellaio ma se volete sfruttare la carne (oltre che le verdure) per un ottimo secondo piatto, è necessario utilizzare pezzi buoni. Come tagli per la polpa si possono utilizzare lo scamone o i meno pregiati reale, sottospalla, polpa di spalla; per i tagli con osso è consigliabile la punta di petto.

    Lavate la carne scelta e trasferitela nella pentola. Coprite carne e verdure con circa 4 litri di acqua fredda, aggiungetevi il sale ed accendete il fuoco. Portate a bollore, schiumando di tanto in tanto con un mestolo forato e poi coprite, lasciando uno spiraglio, e cuocete per 3 ore circa.

    Alla fine togliete dal fuoco, scolate la carne e la verdura più grande, filtrate il brodo e regolate di sale.

    Per sgrassarlo meglio, fatelo raffreddare in frigorifero, in modo che si formi una specie di crosta superficiale che si elimina con facilità. Dopo averlo filtrato di nuovo, l’ottimo brodo è pronto per essere utilizzato con i vostri tortellini o qualsiasi altra preparazione! Per quanto riguarda la carne, le cipolle e le carote, sono ottime accompagnate con una salsina per bollito, come il bagnet verd o ross piemontesi, la salsa inglese al cren, la pearà veronese, la ravigotta o l’acciugata.

    Preparazione

    In una terrina versate una tazza di brodo tiepido, le uova sbattute, il pangrattato, il prezzemolo e il pecorino grattugiato e mescolate bene.

    Portate ad ebollizione il rimanente brodo, unitevi, mescolando con il cucchiaio di legno, il composto e lasciate sobbollire per 3-4 minuti.

    Servite bollente.

  • 1 decennio fa

    per il brodo:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=200...

    e quando bolle ci getti dentro i tortellini...o cappelletti che dir si voglia =)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.