Simone C ha chiesto in Animali da compagniaPesci · 1 decennio fa

che tipo di esca serve per pescare al lago di campotosto?

vorrei pescare lucci trot e carpe mi dite che tipo di esca serve? ne vorrei una per pescare tutti i tipi di pesce... ho comperato una canna di 4 metri in fibra di carbonio intrecciata e' buona per i lucci e le carpe?

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    In primavera, nelle zone con maggiore profondità nei pressi della riva, si pescano i Coregoni che in questa stagione si avvicinano, con lunghe canne fisse o roubasienne (vento permettendo), ma anche a fondo con il pasturatore. In questo lago i Coregoni abboccano volentieri ai bigattini anche se le loro abboccate sono delicatissime e furtive. Indispensabili montature sensibili e sottilissime, ami piccolissimi. Occorre tenere presente la fragilità dell'apparato boccale di questi pesci ed evitare ferrate brusche, indispensabile l'uso del guadino per il recupero finale.

    In primavera ed in autunno, i Lucci, ultimi arrivati fra gli abitanti del lago, si insidiano a spinning con i tipici artificiali piuttosto voluminosi, ovunque il lago offra condizioni di habitat "da esocide" . Si raccomanda di non trattenere gli esemplari pescati, soprattutto quelli di scarse dimensioni, si favorirà, in questo modo, la loro ulteriore diffusione nel bacino. Questo tipo di pesca può dare ottime soddisfazioni ma le catture non sono affatto scontate e necessitano di una notevole costanza nell'azione.

    In estate, nelle zone di acqua più bassa e con presenza di vegetazione sommersa ( zone di Mascioni e Campotosto), si insidiano le Tinche con esca appoggiata sul fondo, all'inglese e con la più classica pesca a fondo, esche impiegate i sempre validi bigattini, i classici vermi di terra o letame ed il mais .Si può utilizzare una pastura di quelle pre-confezionate arricchita con bigattini ma occorre limitarsi perché il rumore non è assolutamente gradito alle ns. prede. Le Tinche del Lago di Campotosto raggiungono dimensioni notevoli ed in particolari giornate si possono realizzare ottimi bottini. Occorre comunque non eccedere con il diametro delle lenze e la misura di galleggianti e ami.

    In tutte le stagioni , sempre escluso l'inverno, soprattutto in prossimità degli affluenti artificiali o naturali, si possono insidiare le Trote a spinning ed anche con il vivo. Sono comunque sempre più rare ma potrebbe ancora nascondersi l'esemplare da rekord.

    I regolamenti: Il lago è attualmente gestito dal Comune di Campotosto (0862/900142) che rilascia permessi giornalieri - settimanali - quindicinali o annuali necessari per esercitare la pesca, oltre, ovviamente, alla licenza di tipo B. I permessi sono reperibili anche presso molti esercizi commerciali ( ristoranti, bar, rivendite di prodotti tipici locali) della zona e negozi di pesca del capoluogo L'Aquila e della vicina provincia di Teramo. Il costo giornaliero del permesso (per il 2008) è di Euro 2,50.

    Per ulteriori informazioni si può contattare il Comune di Campotosto o il Corpo Foresotale dello Stato-Stazione di Campotosto ( 0862/900265)

    Ricordiamo inoltre che, come in tutto l'Abruzzo, la detenzione di bigattini per pescatore non deve "assolutamente" superare il 1/2 chilogrammo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.