Amelia ha chiesto in SaluteMedicina alternativa · 1 decennio fa

Come riconoscere la qualità degli integratori?(più discorso sulla radioattività di frutta e verdura)?

Parlo sì degli integratori concentrati sotto forma di capsule ecc., soprattutto gli antiossidanti(resveratrolo,acido lipoico,coenzyma q10, antocianosidi del mirtillo), ma anche della qualità e della SALUBRITA' degli alimenti antiossidanti(dove trovo per esempio frutti di bosco SICURAMENTE privi di pesticidi e metalli dannosi e radioattività?) Qual è secondo voi la marca più selezionata di integratori, e quali sono le dritte per arrivare ad alimenti sicuramente salutari? Per esempio,qualcuno mi diceva di comprare frutta proveniente dalla Toscana dove la terra non èo è poco) radioattiva...

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ti rispondo per quanto riguarda la qualità degli integratori.

    Esistono diversi tecniche analitiche che permettono il riconoscimento e la quantificazione dei principi attivi presenti nelle droghe vegetali (impiegate nella formulazione degli integratori). Tra queste le più importanti, oltre alle più disparate reazioni chimiche (es: reazioni colorimetriche), sono la cromatografia (TLC, LC, HPLC e gas cromatografia) e spettrofotometria.

    Purtroppo non tutte le aziende produttrici forniscono i dati relativi alla concentrazione del principio attivo, ritenuto caratterizzante, presente nella droga (Titolo) o nell'integratore.

    Il mio consiglio è quello di controllare sempre ciò che è scritto (se è scritto) sulla scatola. Per renderti più agevole il tutto ti faccio l'esempio del monoconcentrato di aglio.

    Esempio:

    Integratore num. 1 - Aglio concentrato totale titolato in allicina 0,45% (metodo HPLC) - 3 opercoli al giorno (960 mg).

    Integratore num. 2 - Aglio (Allium sativum L.) bulbi polvere (titolata allo 0,2% in allicina) - 2 opercoli al giorno (900 mg).

    In questo caso l'integratore migliore è il primo poiché la percentuale di allicina (parametro per la caratterizzazione dell'aglio) è più elevata rispetto al secondo (0.45% contro lo 0.2%), così come il quantitativo di polvere contenuta negli opercoli (960 mg contro 900 mg).

    Questo discorso vale per la stragrande maggioranza degli integratori, perciò vi consiglio di comprare SEMPRE questi prodotti in erboristeria o farmacia e di diffidare di quei prodotti comunemente venduti nei supermercati a prezzi stracciati o pubblicizzati in tv come miracolosi!

    Spero di esserti stata utile.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.