leggete è molto bello e che vi serva da lezione.. poi rispondete con le vostre opinioni alla mia domnda..?

tutti sono legati da qualcosa. anche un punto di riferimento è un legame.

per legame intendo qualcosa come 1 -o più- bene materiale/non e o persone con cui ci si sente un legame e quindi che questa cosa ci sia o no fa la differenza -significativa-. un es. può essere la famiglia o gli amici o un oggetto a te caro. solo staccandosi da tutto ciò ci si può sentirsi davvero liberi.

ecco cosa ho imparato nel vangelo di marco

gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: <<quanto è difficile per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno dio dio>> (per una persona con delle ricchezze è più difficile perché non riesce a staccarsi dai suoi beni e pensa che non ci sia niente di meglio che esserne legate a quest' ultime).

i discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma gesù riprese e disse a loro <<, figli quanto è difficile entrare nel regno di dio! è più facile che un cammello passi per la cruna di un' ago, che un ricco entri nel regno di dio >>......(andando al nocciolo della questione)

pietro allora riprese a dirgli << ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito>> (si sono staccati dai loro legami)

e gesù rispose << in verità vi dico: non c'è nessuno che abbia lasciato casa, fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi... che non riceva ora, in questo tempo, 100 volte tanto in case, campi, fratelli e sorelle e madri e padri e la vita eterna nel tempo che verrà ..>>

quindi staccandosi da questi beni si sono allargati (per modo di dire) perchè ormai non riguarda più quelle 5 o 6 persone o cose a noi care ma riguarda a tutto il popolo.

poi però più avanti dice - anche se non lo fatto vedere- che ci si abbandona tutto per poi legarsi a dio.

ed ecco il punto!! si potrà mai ottenere la libertà quindi essere staccato dai nostri legami ma non solo, senza neanche legarsi a dio? questo non significa però che non mi voglio lasciare amare e che non voglio che dio mi dipenda la vita . dite le vosrte opinioni perché non ci sarà una risposta sbagliata o giusta a quello che direte.

il mio desiderio più grande: essere libera

Aggiornamento:

10 punti al più veloce

Aggiornamento 2:

@ gigio: schiavitù? qual' è schiavitù? ti potresti spiegare meglio così posso capire?

Aggiornamento 3:

schiavi lo si può essere solo del nostro interesse per se stessi che ci chiude in un mondo limitato e creato solo in base al nostro interesse e il resto... vuoto. e la maggioranza direi che sono in questa situazione - nella maggioranza ci sono io anche se sto lavorando su di me per migliorare -

Aggiornamento 4:

la seconda parte che dici te: signore, insegnami così... è quello che penso anch' io e ma solo liberandoci del nostro ego ingombrante potremo pensare gl' altri . io vorrei essere così: liberarmi dal mio ego ( interesse per me stessa e per solo alcune cose ) ed essere liberà di amare chiunque in modo incondizionato - anche se non è facile come sembra a parole- , ma senza essere una santona ( perchè poi non è micca detto che lo si debba diventare) e che solo che mi è venuto il dubbio che se mi lego a dio la vita non dipenderà da lui ?(quindi non avrei un interesse particolare per lui ?) quindi questo mi spingerebbe a dover tipo andare in chiesa o cose che riguardano a lui. non dico di non volerlo amare ne di non lasciarmi amare da lui e che non vorrei sentirmi questo amore verso di me come un una costrizione per me a dover fare lo stesso. adesso che ci penso che non debba essere costretta ad fare lo stesso per lui dopotutto lui non si aspetta micca che gli ricambi il favore no? risp

Aggiornamento 5:

schiavi lo si può essere solo del nostro interesse per se stessi che ci chiude in un mondo limitato e creato solo in base al nostro interesse e il resto... vuoto. e la maggioranza direi che sono in questa situazione - nella maggioranza ci sono io anche se sto lavorando su di me per migliorare -

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Dio è amore e libertà. Legarsi a Dio vuol dire legarsi alla libertà. Slegarsi da Dio vuol dire cadere nella schiavitù.

    P.S.: Che cosa intendo con schiavitù:

    In quei giorni venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea dicendo: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». Egli infatti è colui del quale aveva parlato il profeta Isaia quando disse: «Voce di uno che grida nel deserto: / Preparate la via del Signore, / raddrizzate i suoi sentieri!». E lui, Giovanni, portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano cavallette e miele selvatico. Allora Gerusalemme, tutta la Giudea e tutta la zona lungo il Giordano accorrevano a lui e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha fatto credere di poter sfuggire all’ira imminente? Fate dunque un frutto degno della conversione, e non crediate di poter dire dentro di voi: “Abbiamo Abramo per padre!”. Perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Io vi battezzo nell’acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala e pulirà la sua aia e raccoglierà il suo frumento nel granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile». (Mt 3, 1-12)

    Signore, insegnami

    a non amare soltanto me stesso,

    a non amare solamente

    coloro che mi amano.

    Insegnami a pensare agli altri,

    ad amare quelli che nessuno ama.

    E fa', o Signore,

    che impari a soffrire

    della sofferenza degli altri.

    Donami, Signore,

    la grazia di capire che in ogni istante,

    mentre io vivo felice,

    ci sono milioni di esseri umani

    che muoiono di fame

    senza aver meritato di morire di fame,

    che muoiono di povertà

    senza aver meritato di morire poveri.

    Non permettere più, Signore,

    che io viva felice da solo.

    Fammi sentire l'angoscia dei poveri

    e liberami da me stesso.

    -Raoul Follereau

  • 1 decennio fa

    Un uomo che si lega a qualcosa rimane ancorato a ciò che sempre muta e cambia, ma egli rimane sempre lo stesso.

    Un uomo libero è colui che non si lega ad immagini di divinità, di vita o di morte.

    Un uomo libero è un uomo "oltre".

  • 1 decennio fa

    La tua aspirazione è molto bella.

    Libera da "cose", libera da feticci, libera da pregiudizi, libera da condizionamenti e da condizionatori.

    Ti auguro con tutto il cuore di riuscirci.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.