__bOh__ ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

jack frusciante è uscito dal gruppo?

devo fare la scheda libro di "jack frusciante è uscito dal gruppo" di enrico brizzi comprendente i seguenti punti:

-descrizione dei personaggi pirncipali (alex e aidi) con le loro caratteristiche;

-linguaggio

-messaggio dell'autore

-giudizio personale motivato (beh nn sarebbe proprio personale ma vabbe:P)

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    * Alex D. o "vecchio Alex". Protagonista del romanzo, è il personaggio del quale inevitabilmente si conoscono più dettagli: dall'aspetto fisico (capelli rasati o tagliati cortissimi, sguardo da duro), all'abbigliamento (anfibi, camicie, magliette delle band musicali o polo, jeans con l'orlo ultrastirato), mezzo di locomozione (bicicletta). Trattandosi di narratore onnisciente, l'amico che ci racconta la sua storia ci riferisce ogni suo pensiero. Anche se gioca a fare l'anarchico duro, è fondamentalmente un bravo ragazzo, come dimostra la delicatezza della sua storia con Aidi, di cui ha un disperato bisogno e a cui si attacca per sfuggire alla solitudine e alle grigie consuetudini della società borghese che rifiuta con forza. Tiene anche moltissimo al suo gruppo di amici "punk parrocchiali", frequenta la Messa, legge molto e ha degli ideali politici ben definiti. Da notare: Alex D. proprio come il protagonista del film di Stanley Kubrick Arancia meccanica.

    * Adelaide o Aidi. È la controparte femminile di Alex, pur essendo più giovane di lui e avendo tutt'altra indole. Anche di lei si conoscono più dettagli: fisici (i capelli e la carnagione scura tradiscono le sue origini meridionali), familiari (vive in una grande casa in collina con la madre e il fratellino, i suoi genitori sono divorziati, la sorella maggiore è all'Università) e caratteriali (è molto dolce, ma anche risoluta: sarà sua la scelta, mantenuta fino alla fine di non "andare oltre" con Alex). Guida una Vespa bianca, indossa spesso un maglione verde e frequenta la stessa scuola di Alex con profitto.

    * Il Cancelliere è il padre di Alex. Non si conosce il suo vero nome, e solo verso la fine si intuisce che l'appellativo "Cancelliere" deriva dal suo mestiere. In un passaggio infatti, si legge che telefona dal Tribunale. Onesto lavoratore, si dimostra tuttavia insensibile al momento di crescita del figlio: appare spesso lontano e poco comprensivo, tentando inutilmente di imporre ad Alex un ordine e una disciplina che lui fermamente rifiuta.

    * La Mutter è la madre di Alex. Si conosce il suo nome, in quanto solo una volta viene chiamata Fran. Dipinta come una donna ansiosa e apprensiva, pretende un controllo sulla vita del figlio che sa già che non potrà avere. Per questo si dimostra, alla fine, più arrendevole del marito.

    * Il frère de lait è il fratello minore di Alex. Dell'apparente età di 10-11 anni, è un bambino con i tratti tipici della sua età. Alex ne parla con affetto, anche se si tratta di un personaggio decisamente marginale. Il suo ruolo consiste essenzialmente nel permettere, con la sua presenza, dei paragoni tra le due età, come è nello spirito dell'intero romanzo.

    * I compagni di scuola, che rispondono ai nomi di Depression Tony, Rocco Rinaldi, Hoge, Leo Chernobyl, Helios Nardini. Costoro fanno da contorno alla storia di Alex e Aidi, aiutando il primo a far breccia nel cuore della seconda e confortandolo poi quando il tentativo non riesce. Come Alex, anche loro si pongono nei confronti della vita con atteggiamento di sufficiente distacco, quasi a voler sottolineare la loro non-appartenenza a nessuna corrente. Il narratore "informato dei fatti" è facilmente collocabile in questo gruppo, anche se non si conosce la sua identità.

    * Nonna Pina: prima di conoscere Aidi, era lei il "rifugio" di Alex. È descritta come una donna dolce, comprensiva, anche arrendevole. Successivamente, si rivela provvidenziale nell'aiutare i ragazzi ad avere un po' di privacy quando i "parens" di Alex vanno in vacanza e cambiano la serratura di casa per impedire che i due possano entrare.

    * Martino è un personaggio oscuro. Frequenta il liceo di Alex e dei "punk parrocchiali", ma essendo più grande (è ripetente) si discosta anche dal loro modo di essere e di pensare. Figlio di divorziati, decisamente benestante, è spesso lasciato solo alla mercé di se stesso. Assume disinvoltamente droghe leggere, spende con leggerezza, si accompagna con ragazze facili e con amici danarosi, frequenta discoteche alla moda. Il suo alto tenore di vita, però, serve a nascondere la sua profonda infelicità e grande solitudine. Solo con Alex si svelerà, permettendogli uno sguardo più approfondito nel suo mondo, senza tuttavia accettare fino in fondo il suo aiuto e anzi, continuando a mantenere un certo distacco, forse dato dalla sostanziale differenza di abitudini e vita. Martino rappresenta il mondo che Alex combatte con tutte le sue forze, fatto di convenzioni e di stereotipi. Martino è il cerchio disegnato attorno a quelli come Alex, fino a che anche lui decide di uscirne, nel modo più drastico possibile. Viene trovato in possesso di alcune dosi di stupefacenti, arrestato e subito rilasciato. Il padre (ricco) non accusa alcuna reazione, mentre la psiche di Martino subisce un duro colpo: non reggendo alla vergogna si toglierà la vita (non viene detto come), lasciando come spiegazione del suo gesto una lettera, spedita proprio ad Alex. Questa toccant

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.