Come si misura l' angolo di incrocio delle valvole motore benzina usando il goniometro?è un 4 cilindri a bilan?

Il motore è un 903 aste e bilancieri, ho montato un camme diverso ma non sono sicuro degli angoli di incrocio che mi hanno detto, inoltre per la catena distribuzione volevo sapere se posso utilizzare i riferimenti originali oppure devo anticipare o ritardare....grazie..

Aggiornamento:

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Una volta calettato il goniometro sull'albero motore e posto un riferimento fisso, giri l'albero nel suo senso di rotazione finchè, dopo che la valvola di scarico ha iniziato ad aprire, ossia "punta", non inizia a puntare la valvola di aspirazione. Qui comincia l'incrocio. A questo punto, leggi quanti gradi mancano al PMS di incrocio. Quando, continuando a girare, vedrai che la valvola di scarico ha finito di chiudere, leggerai quanti gradi sono passati dal PMS d'incrocio. Sommando i gradi da quando la valvola di aspirazione ha iniziato ad aprire, avrai il valore di incrocio del tuo albero a camme. Per capire quando una valvola "punta" solitamente si prova a girare il piattello di spinta delle molle. Quando riesci a muoverlo a mano a destra ed a sinistra, sia pure di poco, allora è iniziata l'apertura. Quanto ai riferimenti, non so nel caso di specie di quale albero si tratti, però, di solito, i riferimenti restano gli stessi. <Sennò, diagramma di distribuzione del nuovo albero alla mano, vedi se i conti battono. Però credo che dovrebbe essere scritto nelle istruzioni di applicazione del camme elaborato.

    Per l'altro utente che dice che la fasatura NON si fà col goniometro, vorrei sapere con che cosa la fà, di solito. Io sono un vecchio meccanico ignorante, un meccanico di motori da competizione ed aeronautici, oltre ai soliti da autotrazione e marini. In officina, una volta, quando facevamo la distribuzione a certi motori aeronautici a doppia "V", doppio albero a camme in testa, trasmissione a coppia conica e fase integralmente registrabile, ricordo che ogni tre denti, spostando gli ingranaggi che erano calettati mediante flange a fori multipli sui cammes, recuperavi un grado di albero motore. Forse oggi si fà diversamente...grazie per ulteriori delucidazioni.

  • 1 decennio fa

    Ciao,zamarco è stato perfetto! Laltro è un super ignorante che risponde a casa

  • 1 decennio fa

    scusa ma se e' con distribuzione aste e bilancieri dov'era l'albero a cammes? Quello che da' il movimento alle aste non modifica certo l'apertura valvole; poi la fasatura non si regola col goniometro....; per la catena non servono riferimenti, io ho il motore con catena distribuzione, bialbero, le pulegge devono star ferme.. Mi sa che qualcosa non va...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.