i miei mi hanno regalato delle tartarughine acquatiche ma nn so tanto mi potete dire qualcosa?

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ho trovato questo...

    Allevamento e cura in cattivita'

    Se la tartaruga e' ormai in casa, bisogna partire con l'idea che piu' spazio c'e', meglio e'.

    Si pensi alle dimensioni che raggiungera' la tartaruga una volta diventata adulta, specie se femmina.

    Si dimentichino, percio', le vaschette "lager" con la palma di plastica e 2 cm d'acqua che si vendono abitualmente nei negozi.

    Le tartarughe hanno bisogno di una vasca adeguata in cui possano nuotare, di una zona asciutta dove muoversi, di sole (ma anche della possibilita' di stare all'ombra), di una giusta alimentazione e di amore.

    Laghetto artificiale

    L'ideale per tenere una tartaruga d'acqua dolce sarebbe un laghetto all'aperto, realizzabile per il "proprietario" che ha un giardino. In commercio si trovano vasche che vanno messe dentro la terra per costruire laghetti artificiali.

    Si cerchi di sistemare la vasca in una zona dove ci sia ombra, per non causare il surriscaldamento corporeo. L'animale deve pero' potersi esporre al sole, indispensabile per il carapace. Il rammollimento di quest'ultimo, infatti, porterebbe la tartaruga alla morte. Se e' importante che la tartaruga possa uscire dall'acqua, e' importante anche una recinzione per evitare che si trovi in pericolo (le tartarughe non hanno cognizione del vuoto. Ci si buttano dentro, credendo che si tratti di uno specchio d'acqua).

    Chi ha una terrazza puo' usare una vasca di plastica rigida [es: piscine per bambini], allestita con un sasso, dove la tartaruga si sistemera' per prendere il sole. Si faccia attenzione alla temperatura invernale. Le tartarughe adulte si adattano bene al clima italiano. Tuttavia, e' indispensabile dotarsi di un termoriscaldatore (e' molto economico), che tenga la temperatura del laghetto a livelli accettabili (minimo 20 gradi centigradi). Il termoriscaldatore e' indispensabile per le tartarughe non adulte.

    Acquaterrario, o "Terracquario"

    Per chi non ha il giardino, la soluzione migliore consiste nell'utilizzare un acquario di vetro, materiale facilmente lavabile e disinfettabile. Se la tartaruga e' sotto i 10 cm di lunghezza, si puo' usare un acquario delle dimensioni minime di 60 x 30 x 30 cm. Naturalmente, man mano che crescera', la vasca dovra' essere sostituita da una piu' grande.

    Si eviti di usare, come fondo dell'acquario, ghiaia troppo piccola. Se ingoiata, potrebbe causare una costipazione intestinale. Attenzione alle piante di plastica, che possono ferire l'animale. Si eviti, inoltre, il sovraffollamento, perché le tartarughe sono animali molto aggressivi. Possono arrivare a ferirsi gravemente fra loro.

    L'acquario dovra' essere fornito di una zona asciutta e facilmente raggiungibile dalla tartaruga. Può essere costituita da un pezzo di legno o da rocce.

    Temperatura dell'acqua e illuminazione

    La temperatura ideale dell'acqua e' di 24-26°C di giorno, con una (non indispensabile) riduzione di circa 5°C di notte. Questo si ottiene con riscaldatori collegati a un termostato (termoriscaldatori acquistabili in qualsiasi negozio di animali, con spesa modica).

    Come e' stato gia' detto, di vitale importanza per la salute della tartaruga e' l'esposizione al sole. Durante le giornate calde e soleggiate, e' un'ottima pratica permettere alle tartarughe di esporsi alla luce solare diretta, fornendo sempre la possibilità di ripararsi all'ombra.

    Si tenga presente che la luce solare filtrata da un vetro o dal plexiglas non apporta raggi ultravioletti ed e' perciò inutile.

    Se quest'esposizione non e' possibile, si possono utilizzare lampade che emettano lo spettro completo di radiazioni, compresi i raggi ultravioletti. Anche queste lampade sono acquistabili presso negozi di animali. Sono specifiche per i rettili e non vanno confuse con le lampade per i pesci.

    La lampada sostituira' la luce solare. La luce va lasciata accesa per 12-14 ore al giorno. La lampada va sostituita ogni 9-12 mesi, anche se sembra ancora funzionante (perde presto il potere di emettere raggi UVB).

    Pulizia dell'ambiente

    Per evitare problemi di salute alla nostra tartaruga, e' molto importante tenere pulito il suo ambiente. Se la tartaruga e' in un laghetto artificiale o in una piscina, si procedera' a cambiare l'acqua togliendo con un secchio quella sporca, per poi aggiungerne di pulita.

    Nell'acquaterrario e' necessario installare un potente filtro, possibilmente esterno, per eliminare gli odori sgradevoli e l'imputridimento dell'acqua. Vanno effettuati poi cambi regolari d'acqua ogni 10-15 giorni, a seconda di quanto si sporca.

    La primavera e l'estate sono le stagioni piu' critiche. Infatti, in quel periodo, le tartarughe mangiano e sporcano molto. Quindi, e' necessario cambiare una parte d'acqua piu' spesso.

    Da notare che la presenza di MOLTA acqua rende piu' improbabile uno shock termico allorquando si cambia parte dell'acqua stessa (i.e.: cambiare 30 litri di una vasca da 100 piuttosto che in una da 50 rende meno probabile che la tartaruga contragga una polmonite e muo

  • Irene
    Lv 7
    1 decennio fa

    per prima cosa devi sapere che le Trachemys Scripta scripta sono animali estremamente longevi, vivono infatti una 20ina d'anni, e crescono molto, le femmine arrivano ai 30 cm di carapace, i maschi si fermano intorno ai 25, se nn hai la possibilità di creare un recinto con un laghetto in giardino per quando cresceranno, se le devi tenere in casa meglio prenderne una o al massimo due, sono animali solitari che nn soffrono la solitudine, anzi crescendo se lo spazio è limitato si danno fastidio.

    un avvertimento tali tartarughe non sono autoctone italiane quindi NON DEVONO MAI ESSERE LIBERATE,competono con la nostra Emys Orbiculris, a forte rischio d'estinzione proprio a causa dlle Trachemys liberate sconsideratamente in passato dai proprietari che si accorgevano che gli animali stavano crescendo troppo.

    per le tarte serve un acquaterrario di grandi dimensioni con una zona emersa(estremamente importante),e acqua profonda minimo 10 cm quando sono baby, e poi minimo 5 cm più fonda rispetto alla lunghezza del guscio della tarta

    sevono poi lampade uv e spot, oltre a un termoriscaldatore per l'acqua(la cui temperatura deve stare tra i 22 e i 28°C) e un filtro.

    le baby nn devono andare in letargo, per uqesto sono indispensabili termoriscaldatore e lampade, quando saranno cresciute potrai decidere se approntare un laghetto in giardino(se puoi) e lasciarle sempre lì(per le adulte è la migliore soluzione)

    per una Trachemys Scripta scripta(che sono quelle dalle orecchie gialle comunemente vendute nei negozi) un alimentazione corretta è composta da:

    -pesce fresco o decongelato(che è la base dell'alimentazione)

    - un pò di verdure

    - pellet per tartarughe(i "bastoncini" per intenderci), che sono però solo un integratore e non bastano da soli.

    - se te la senti insetti (sennò cmq li sostituiscono i pellet)

    Non vanno MAI DATI:

    - gamberetti secchi, sono un cibo sbilanciato, con troppi grassi e nessuna vitamina

    -tutti i cibi "umani" prosciutto e insaccati, wurstel, pane, biscotti, formaggio, uovo cotto, ecc.

    Solo SALTUARIAMENTE:

    -carne, ma solo quella bianca(coniglio, pollo, tacchino) la rossa è sconsigliata.

    Per le quantità ci si regola in base alla misura della testa della tarta, ogni giorno le va dato un pezzo di pesce pressappoco grande come la sua testa, perchè è quella più o meno la misura dello stomaco.

    le baby mangiano 1 volta al giorno, gli adulti 1 volta ogni 2 giorni.

    per sapere il sesso devi aspettare che raggiungano una dimensione di almeno 10-12 cm di carapace,

    poi si riconoscono perchè la femmina è un pò più grossa del maschio(da adulta raggiunge i 30 cm) , ha il piastrone piatto le unghie corte e la coda più corta. mentre il maschio ha piastrone concavo, unghie anteriori lunghe(le usa per la danza di corteggiamento), e coda più lunga e spessa, ed è più piccolo (resta intorno ai 25cm)

    ciao e buona fortuna.

    ps:

    le tartarughe vivono fuori dall'acqua senza alcun problema per ore o anche giorni(se nell'aria vi è abbastanza umidità), in condizioni di particolare umidità(un sottobosco umido e fangoso, con temperature mai troppe elevate per esempio), possono passare tutta la loro vita fuori dall'acqua! per loro l'importante è l'umidità della pelle se è assicurata quella riescono a vivere anche sempre sulla terra, cacciando piccoli vertebrati e insetti, ma sono casi-limite, la situazione migliore per loro è dove possano nuotare e cacciare pesci in acqua.

    e nn soffrono il caldo sopportano bene anche 31 gradi,

    anzi devono stare al sole per poter assorbire i raggi uv indispensabili per un guscio sano(nelle giornate più calde meglio mettere la vasca in modo che sia anche parzialmente all'ombra),se dovessero sentire troppo caldo regolerebbero la propria temperatura immergendosi in acqua(che deve essere profonda anche per nn scaldarci eccessivamente sotto il sole oltre che per permettere alle terte di nuotare!)

  • 1 decennio fa

    Ti consiglio questo sito:

    www.tuttotartarughe.altervista.org

  • devi sapere ke le tartarughe aquatiche nn posso stare più di mezzo minuto fuori dal aqcua e come per i pesci non poxono stare fuori dal acqua e devi lavare sempre la loro corazzo altri menti col tempo si romperà e puoi dargli tante cose da mangiare come per esempio: mele lattugha (foglie) oppure wrustell tagliato a pezzi ogni cosa o pi semplicemente mangime per tartarughe ricorda ke sofrono il caldo per questo o di conviene metterle dentro oppure fuori ma con una cupola che vendono ricorda anche ke dovrai lavare la vascetta per non lasciare residui altrimenti puzzerà la vascetta e le tartarughe e se dovrai partire e non puoi lasciarle a nussuno devi lasciarli molto cibo e riparale dal sole ma attenta sono astute le mie si sono accavallate e si stavano per buttare dal balcone di casa mia quindi stai attenta e devi lavare la vascetta o acquario o quello ke e ogni 3 giorni altrimenti i residui dal mangiare non si potranno più levare ecco quello ke devi sapere

    Fonte/i: spero di esserti stata d'aiuto ciaoooooo!!!!!!!!! xd :D
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Emme;
    Lv 7
    1 decennio fa

    1- Devi comprare un acquaterrario abbastanza grande per ospitare le tarte. Deve essere abbastanza profondo così loro possono immergersi. Ricorda che crescono molto, quindi non basta uno piccolino, meglio uno grande che ti dura molti anni, che uno piccolo da cambiare ogni volta che crescono. L'acquaterrario deve avere pompa, filtro e luci per rettili in più un termoriscaldatore. La temperatura deve essere tra i 24 e i 26 gradi. Devono prendere sole 12-14 ore ogni giorno, quando non c'è il sole a disposizione, le luci entrano in azione. Ci deve essere una zona asciutta, anche una bella roccia va benissimo.

    2- Il filtro ti serve così l'acqua si cambia e pulisce sola. Tu dovrai solo ogni 10/15 giorni cambiare l'acqua di pochi centimetri.

    3- Ora che sono piccole si nutrono di gamberetti. Dagli 5 a testa la mattina e 5 a testa la sera. Se ne hai due gliene metti 10 la mattina e 10 la sera... Controlla però che entrambe mangino!! Sono animali golosi, magari i primi giorni non avranno molto appetito perché sono in un ambiente nuovo, ma è normale... Puoi dargli anche qualche foglia di insalata e vedere se la mangiano.

    Ciao!

  • 1 decennio fa

    Nn c'è molto da sapere...Da mangiare bisogna dargli i loro mangimi con i gamberetti,nn molti xk mangiano poco...cambiargli ogni gg l acqua soprattutto se hai messo molti gamberetti..Aha alcune in inverno vanno in semiletargo e nn mangiano..ps x distinguere il sesso bisogna guardare la parte di sotto del guscio,se è verde kiaro è femmina se è scuro maskio..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.