♥ kodocha ♥ ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

che cos'è l'ittiosi??????????????

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    ce lha una ragazza che conosco, da bambina era ricoperta di squame in tutto il corpo (da qui il nome) e doveva mettere creme in continuazione, dopo lo sviluppo la situazione é migliorata fortunatamente, ma deve sempre stare sotto controllo e fare cure e spargere lozioni a tutte le ore, le squame sono ovunque, vengono anche in testa. ''e una malattia genetica, i genitori erano entrambi portatori sani della malattia senza saperlo ovviamente, per questo la ragazzza é nata coí. All'etá dello sviluppo si puó o migliorare o peggiorare in modo catastrofico, ho visto anche diversi ricoverati all'Idi, é veramente una brutta malattia.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    CIAO SPICE DEVO DIRE CHI MI HA PRECEDUTO, HA GIÀ' RISPOSTO ALLA TUA DOMANDA, IN MODO ABBASTANZA ESAUSTIVO, PER CUI MI RITIRO DI BUON GRADO. CIAO E BUONA GIORNATA.

  • 1 decennio fa

    è una malattia mlt brutta k colpisce i bambini http://it.wikipedia.org/wiki/Ittiosi

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Le ittiosi (inglese: ichthyosis) sono una famiglia di genodermatosi, disordini genetici della pelle, caratterizzate da pelle secca, ispessita e squamosa. La classificazione di questo tipo di malattie rare non è consolidata, tuttavia sono comunemente identificate cinque patologie dette propriamente "ittiosi" e molte altre sindromi dovute ad anomalie genetiche che presentano come sintomo l'ittiosi ma inquadrato in una casistica più complessa.

    Le cinque principali varianti di ittiosi sono:

    Ittiosi Volgare

    Ittiosi X-Linked (o "legata all'X ")

    Ittiosi Lamellare

    Ipercheratosi epidermolitica

    Eritrodermia ittiosiforme Congenita

    Con l'unica eccezione dell'Ittiosi Volgare (incidenza 1:300) si tratta di malattie rare la cui incidenza sulla popolazione generale varia da 1 caso su 3.000 nati dell'Ittiosi X-linked a 1 su 2-300.000 delle altre tre forme.

    Caratteristica comune delle varie forme di ittiosi è l'accentuato accumulo di cellule morte che si ammassano le une sulle altre e desquamano a causa di un difetto di cheratizzazione caratteristico e differente per ciascuna forma. Trattandosi di patologie di origine genetica a ciascuna di esse corrisponde un diverso difetto nel DNA.

    Le manifestazioni cliniche possono essere presenti già alla nascita o manifestarsi entro i primi mesi di vita. Si tratta comunque di un gruppo di disordini genetici, pertanto non è ad oggi possibile curare le ittiosi in maniera risolutiva, anche se esistono vari trattamenti, topici o sistemici, in grado di controllarne i sintomi. È possibile anche il verificarsi di una sintomatologia di tipo ittiosiforme in soggetti geneticamente sani dovuta a agenti esterni o ad altre patologie. In questo caso il sintomo è suscettibile di cura risolutiva all'esaurirsi delle condizioni che l'avevano provocato.

    La frequenza con cui le ittiosi appaiono non sembra legata a fattori quali la razza, la provenienza geografica, il sesso (salvo la X-linked). Il clima freddo e asciutto tende a rendere la patologia più evidente mentre il contrario accade in climi caldo-umidi.

    Il trattamento si avvale nei casi più gravi di preparati a base di retinoidi mentre in tutti i casi il trattamento topico fa uso di creme idratanti, emollienti e cheratolitiche di varia composizione ma i cui principi attivi più frequenti sono urea, vaselina, glicerina, l'ammonio lattato, acido salicilico o acido glicolico.

    Fonte/i: Wikipedia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.