Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaPesci · 1 decennio fa

Informazioni su come tenere al meglio un acquario!!?

da qualke giorno ho un piccolo acquario da 30 lt dotato d areatore e filtro con 3 pesciolini rossi e 2 black moor..so k lo spazio è trp piccolo x i 5 pesciolini,ma x ora cerco di accomodare così; sl k ho un problema: non riesco a capire xkè l'acqua rimane un pò torbida e d certo nn è limpida e trasperente cm dovrebbe essere..il filtro funziona perfettamente e la "cartuccia" è nuova..tra l'altro ho usato acqua potabile anzikè del rubinetto ke sicuramente è sporca e contine cloro, e nonostante ciò ho aggiunto AquaSafe della Tetra e i batteri specifici x il filtro!ke altro dovrei fare x avere un'acqua trasparente e pulita???

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Cosa mettere nell'acquario?

    1- Accessori tecnici

    Ok, ora siete ben consci di cosa comporti un acquario in casa, avete scelto la vostra vasca e avete trovato un buon luogo per mettercela.

    E' il momento di interessarci a tutto ciň che ci andrŕ dentro. Partiamo dagli accessori "tecnici", spesso offerti insieme all'acquario stesso.

    Il filtro biologico

    Vero e proprio cuore dell'acquario, il filtro raccoglie, trattiene ed elabora le sostanze di rifiuto presenti nell'acqua. Un corretto funzionamento del filtro permette in sostanza di allevare al meglio i propri pesci, e le piante. Il lavoro di questo accessorio migliora sensibilmente la qualitŕ dell'acqua, e la rende e mantiene adatta alla vita dei pesci, eliminando l'inconveniente dei cambi totali d'acqua che molti di noi ricordano dai tempi della "boccia" coi pesci rossi.

    Cambi d'acqua che si renderebbero necessari a causa dell'inquinamento della stessa, in mancanza di un buon filtraggio, e che risulterebbero stressanti e pericolosi per i pesci, oltre che decisamente proibitivi per acquari di grandi dimensioni!

    Il filtro č dunque davvero indispensabile. Seppur con soluzioni tecniche differenti, la maggior parte dei sistemi di filtraggio ha lo stesso "principio di funzionamento". In un buon sistema filtrante si dovrebbero verificare contemporaneamente:

    Filtraggio meccanico; le particelle di sporco vengono catturate e trattenute meccanicamente da un materiale poroso (tipicamente spugne e lana di vetro), in modo da concentrarsi tutte nello stesso posto, dove verranno elaborate, anzichč vagare per l'acquario formando ammassi di sporcizia in putrefazione.

    Spesso si usano spugne a diversa granulositŕ poste in serie, in modo da trattenere lo sporco via via piů sottile.

    Filtraggio biologico; sfrutta il lavoro di appositi batteri per la decomposizione delle sostanze di rifiuto, in maniera simile a quanto succede nella fossa biologica degli impianti sanitari per gli umani.

    I batteri decompositori sono presenti un po' ovunque nell'acquario, ma nel filtro trovano un ambiente particolarmente adatto alla propria sopravvivenza.

    In ogni caso, in un acquario di nuovo avviamento, i batteri hanno bisogno di tempo per colonizzare il filtro.

    La loro azione trasforma sostanze velenose per i pesci, evitandone allo stesso tempo l'accumulo nell'acqua, in altre che non sono loro nocive.

    In alcuni filtri i batteri si insediano semplicemente negli stessi supporti del filtraggio meccanico, č un particolare che si deve tenere presente al momento della pulizia, poichč i batteri sono piuttosto fragili e muoiono facilmente: ecco perchč si cerca di avere sempre una scorta di batteri "vivi" nell'acquario. Un accorgimento utile se avete un filtro di questo tipo č quello di non lavare mai tutte le spugne contemporaneamente, o di usare per la pulizia acqua tolta dall'acquario, cioč priva di cloro e con le stesse caratteristiche chimico-fisiche.

    Altri filtri possiedono appositi materiali per l'insediamento dei batteri (i piů classici sono i "cannolicchi", cilindretti di ceramica microporosi); essi non contribuiscono in modo attivo al filtraggio meccanico, ma servono solo come "scorta" di batteri, č importante quindi tenerli come penultimo stadio del filtraggio, in modo da mantenerli relativamente puliti e non rischiare di "sterilizzarli" con frequenti lavaggi.

    Filtraggio chimico; a questa famiglia appartengono tutta una serie di materie filtranti che modificano chimicamente le condizioni dell'acqua, per esempio con uno scambio di ioni, oppure cedendo qualcosa all'acqua (come nel caso della torba) o ancora assorbendo sostanze dall'acqua (č il caso del carbone attivo).

    Questi materiali dovrebbero sempre essere posti come ultimo stadio del filtro, prima della restituzione dell'acqua all'acquario dopo il filtraggio. Ponendoli prima, infatti, la loro azione potrebbe essere vanificata dal lavoro dei batteri, o al contrario il loro effetto potrebbe inibire il corretto funzionamento delle funzioni bilogiche degli stessi.

    La pompa centrifuga

    Sia nel caso abbiate un classico filtro "a stadi" o una pompafiltro, a muovere l'acqua č questo oggetto. La pompa č il "motore" del filtro, essa crea nell'acquario una corrente che tende a trascinare nel filtro le particelle di sporcizia, e favorisce la vita dei batteri all'interno delle materie filtranti, facendovi scorrere l'acqua attraverso. Essa inoltre, muovendo la superficie dell'acqua, favorisce lo scambio tra acqua e aria "ossigenando" l'acqua, cioč aumentando il contenuto di ossigeno disponibile per i pesci e le piante.

    La pompa deve creare una corrente sufficiente a catturare lo sporco, senza perň dar vita a un "maremoto", e senza ostacolare il movimento agli animali. Normalmente si calcola che la portata della pompa, indicata come Q (l/h), debba essere tre volte la capacitŕ dell'acquario.

    Per esempio, per un acquario di 60 l, una buona pompa dovrŕ avere una Q di circa 200 l/h (60x3=180).

    Il riscaldatore

    Solo molto raramente la tempe

  • Anonimo
    1 decennio fa

    intanto hai troppi pesci e ti spiego il perchè. I pesci rossi devono avere 20 litri a individuo e forse è per questo che hai l'acqua torbida. Può essere il mangime eccessivo e le troppe feci dei pesci a intorbidire l'acqua. Per avere l'acqua pulita regalo o dai al negoziante i pesci rossi e fatti un acquario di guppy, i pesci più facili di tutti da allevare e poi sono anche molto prolifici. L'aeratore non fa tanto bene ai pesci, ti conviene prenderti una piantina che è meglio

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ho provato ad averlo , ed e molto bello vederlo e da una sensazione di relax.

    Certo ci vuole una buona manutenzione e pulizia

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.