Perché la Disney ha copiato e incollato degli spezzoni da un cartoon all'altro?

Ho visto questo video: http://www.youtube.com/watch?v=hXIkUgG3h6c

Youtube thumbnail

. Forse ero l'unica a non sapere della sua esistenza! Si vedono delle mosse copiate e incollate da un cartoon all'altro. Quindi la fidanzata di Robin Hood balla allo stesso modo della gatta Duchessa, e via dicendo. Gli animatori costavano troppo? Carenza di idee? Che spiegazione ha dato l'azienda?

14 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    L'aristogatto e' fuori dal sacco. :A)

    E' vero che molti di quei cartoni sono vecchi e piu' o meno contemporanei. Ma fai una piccola ricerca sull'Internet Movie Database, Wiki o un altro analogo e scoprirai qualcosa di curioso: spesso anche cartoni cronologicamente non troppo distanti tra loro sono prodotti da CAST RADICALMENTE DIVERSI. Controlla tu stessa; spesso a distanza di soli 2 anni non c'e' un solo nome in comune...

    Anche se e' vero che nel 1930 - 1960 i computer adatti quasi non c'erano, i coreani ed i cinesi non impiegati per via della guerra fredda, ed i bozzetti disegnati a mano non giravano mezzo mondo...

    ...nota come le scene del ballo di Belle (La bella e la bestia) e Cenerentola siano identiche. Eppure uno e' stato realizzato al computer e l'altro invece in modo tradizionale.

    Le motivazioni economiche c'entrano; ma solo fino ad un certo punto: tutti i film qui presi in esame hanno sbancato botteghini e TV di mezzo mondo per ANNI. Walt Disney era' gia' una Corporation affermata, e ben lontana dalle animazioni pionieristiche in bianco e nero e spesso senza parlato (evitando i costi di doppiaggio) degli esordi.

    Presunta carenza di idee?

    Disney non e' l'unica a riutilizzare elementi comuni nei suoi cartoon. Hanna & Barbera ne hanno fatto il loro marchio di fabbrica. Ed i principali committenti di cartoon giapponesi idem, da tempo immemorabile. Tutti a corto d'idee contemporaneamente e nessuno a cui si sia accesa una lampadina?

    La soluzione dell'"enigma" sta nel modo di lavorare delle major del cartoon. La major vista non come finanziatore, distributore e palestra di talentuosi artisti... ma come vera e propria "catena di montaggio" del Cartoon, dove nessuno e' inamovibile.

    Con proprie LIBRERIE di temi, idee e storyboard, gia' pronte per essere usate nei copioni all'occorrenza. Con proprie librerie di rumori ed effetti sonori. E proprie librerie di BOZZETTI...

    Personaggi, scenari, animazioni... su lucidi trasparenti sovrapponibili o digitalizzati su computer con strumenti appositi... tutto gia' pronto per essere montato. Oppure, all'occorrenza, concesso in licenza a terze parti...

    Questo tipo di raccolte, dette "Collection Libraries" i grafici pubblicitari le conoscono bene: foto, filmati, spezzoni di brani musicali; tutto gia' comodamente selezionato e catalogato per tema. Economiche, pratiche, veloci.

    E' il vero patrimonio di Disney, accumulato in decenni e decenni di esperienza e mai buttato via. I "mondi fantastici", come punti d'incontro tra un modo ben rodato di produrre ed il gradimento del pubblico che ne sara' fruitore.

    Come scrive la coccodrilletta qui su', al bambino che guarda il cartone non interessa se la scena del ballo di un cartone e' uguale a quella di un altro. Se due personaggi sono simili, magari lo nota magari no. Ma non permettera' certo che il suo divertimento venga rovinato per cosi' poco finche' lui si sente gia' nella scena.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Rita L
    Lv 6
    1 decennio fa

    I film mostrati nel video sono tutti della stessa epoca: Il Libro della Giungle, Robin Hood, gli Aristogatti, Biancaneve.

    I disegnatori erano sempre gli stessi, così come, avrai notato se mai li hai letti da bambina, che la mano dei disegnatori di Topolino e Paperino era sempre riconoscibile in ogni episodio a fumetti (io avevo anche il mio disegnatore preferito).

    Prima dell'avvento del computer, movimenti del genere comportavano un lavoro lunghissimo ed estremamente laborioso di sovrapposizione e montaggio dei disegni. Mi sembra normale, e lecito, che lo stesso disegnatore o lo stesso team di disegnatori, riutilizzassero il proprio lavoro nei film successivi.

    In fondo, ciò che fa il computer non è molto diverso: utilizza dei modelli sempre uguali per creare movimenti sempre diversi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Xeno
    Lv 6
    1 decennio fa

    se non l'hai capito,è tutto fatto apposta!

    la Disney ha creato un mondo nei suoi cartoni,dove ci sono tantissime somiglianze e riferimenti.

    prova a guardare attentamente tutti i capolavori della disney e te ne accorgi,come nel gobbo di notre dame che si vedono sia Bella (de la bella e la bestia) sia il tappeto volante di Aladdin.

    e poi in Aladdin si vede il paesaggio con il tempio greco e la fontana di una scena di Hercules.

    è tutto fatto apposta,la disney coi suoi milioni pensi che non si possa pagare gli animatori? XD

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    da bambina tu te ne sei accorta? e se te ne sei accorta ti ha dato per caso fastidio?

    no, a un bambino interessa vedere, immedesimarsi e viverlo un film!

    in fondo poi, la principessa che balla segue uno schema preciso, ma una volta il galateo era così!

    e alla bambina che sogna di essere una principessa non le interessa se una scena analoga l'ha già vista, si gusta solamente quel mondo magico, come è giusto che sia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • In un'intervista gli stessi disegnatori dissero anni dopo che era parecchio costoso produrre film all'epoca e che ancora non si ricorreva a disegnatori Koreani e Cinesi pagati notoriamente meno, quindi per far fronte alle enormi spese, si era solito riciclare intere scene o addirittura personaggi (Ballo -> Little John).

    Con l'arrivo del successo questa abitudine è andata perdendosi.

    Ciao :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    prodotto vincente non si toglie dal mercato. e poi allora le animazioni erano fatte senza l'uso del computer...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    tanto per cominciare l'epoca era la stessa,stesso team di disegnatori e stesso stile.

    poi tieni conto di una cosa:era tutto fatto rigorosamente a mano!!!

    hai idea di quanti disegni servivano solo per fare il semplice gesto di una mano?

    se poi guardi bene Gli Aristogatti o la spada nella roccia, o la carica dei 101,puoi addirittura scorgere i segni della matita!

    può essere che per elaborare i passi di danza e certe movenze,i disegnatori si siano rifatti a precedenti lavori,ma penso che ci sia anche la possibilità che sia fatto apposta:magari piccoli riferimenti da un lavoro all'altro,una sorta di tributo.

    in fondo,riguardando recentemente una delle prime puntate di Gargoyles, sempre della disney,ho notato che uno dei protagonisti guarda la tv,e sullo schermo c'è nientedimeno che una scena del re leone!

    la disney ho un universo vastissimo,e credo possa fare decine e decine,volendo di piccoli riferimenti ad uno dei propri lavori precendenti...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Come un cantante adotta i medesimi vocalizzi,tecnicismi o artifizi vocali nelle proprie canzoni,la Disney avrà usato in vari dei suoi cartoni animati prodotti degli schemi uguali per scene simili..certo è che un po' di fantasia non guasta mai!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Niente di nuovo sotto il sole, recitava una famosa narrativa. Come è per le canzoni (in youtube ve ne è una raccolta abbondante, in proposito, da Jovanotti "a te", a Mickael Jackson e tanti altri) così è nei cartoons. Quando i cartoons si chiamavano "cartoni animati", cioè quando i disegnatori disegnavano cartone per cartone (per cui è rimasta la parola "cartoons", ovvero sia cartoni, non "slides" nè "layers"), non era possibile copiare: tanto valeva proporre idee nuove: il costo sarebbe stato uguale. Adesso, con la montagna di storie e storielle esistenti, che è impossibile conoscere tutte, è possibile "ingegnerizzare" un prodotto per crearne uno similare, magari con piccole varianti, ma uguali sequenze. Si possono operare dei veri e propri "collage" sui quali costruire storie nuove. Guarda anche i cartoons giapponesi dove i personaggi di "yattaman", ad esempio, sono riutilizzati, con vesti diverse in altre tre serie di eroi diversi (che adesso non ricordo) e, spesso, parti di scene sono identiche ad altre. Insomma, con l'avvento del computer, e con l'esigenza di "generare" sceneggiature a iosa senza dover re-inventare niente è tutto più facile con:

    - meno lavoro

    - meno idee

    - più prodotto

    - più profitto

    Finchè però qualcuno se ne accorge (come già è successo in passato con qualche film "riciclato" con titolo diverso).

    Ma l'azienda sicuramente deve dare una spiegazione.

    Un saluto

    Vincent

    Fonte/i: Conoscenza dell'informatica e dell'ingegneria informatica applicata nel software e nel supporto multimediale
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ciao, io ho visto addirittura la Bestia e Pinocchio che comparivano in Aladdin e ho trovato molte altre somiglianze... per me è geniale e adoro i cartoni disney, sono parte della mia infanzia e non posso immaginarla senza di loro.

    Invece io credo che sia una mossa intelligenza per fare pubblicità a dei cartoon precedenti anzi, uno stile o un movimento che ricorda un altro evidenzia il marchio e lo stile inimitabile di questi artisti... un pò come i pittori che avevano per tratti distintivi gli angeli con le ali colorate o le composizioni di frutta, ma nessuno poteva mincciarli di poca originalità se erano dei capolavori.

    Comunque la spiegazione 'pubblicitaria' più che quella economica dovrebbe essere la più accreditata, l'ho letto tempo fa ma non ho la fonte.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.