promotion image of download ymail app
Promoted

qualcuno può scrivermi un riassuntino de "la vita moderna" di susan vreeland"?

ho promesso al mio ragazzo che gli facevo la relazione.. ma su internet non c'è uno straccio di riassunto e io non l'ho letto!!! qualcuno l'ha fatto??

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Riassunto:

    È il 1880 a Parigi e Pierre-Auguste Renoir, i pennelli nella mano destra e l'astuccio ereditato da Claude Monet nella sinistra, è appena giunto sulla terrazza della Maison Fournaise, una locanda amata dagli artisti dove si può mangiare, dormire o affittare una barca. Alphonsine Fournaise, la figlia del padrone della locanda, l'ha condotto fin lì per mostrargli un tratto della Senna dove le due rive offrono un paesaggio incomparabile allo sguardo di un pittore. La blusa a righe e il costume da bagno aderente sulle sue curve procaci, Alphonsine allarga le braccia davanti alla meraviglia che si spalanca non appena scosta la tenda a righe grigie e rosso corallo. Le canoe affiancate lungo la riva spiccano sul verde scuro dell'acqua. Sulla riva orientale una locanda, con i muri bianchi e il tetto di tegole rosse, è illuminata dal sole pomeridiano. Più a valle, un cantiere si allunga sul fiume circondato di barche, e qua e là si vedono case di contadini accoccolate accanto ai loro orti. In che modo Renoir potrebbe ritrarre quel magnifico luogo in cui la città incontra la campagna? Dipingendo alla maniera degli impressionisti una scena da ballo su una delle rive? Oppure una gita in barca con poche, veloci pennellate? Così Susan Vreeland immagina, nelle pagine che seguono, la nascita di una delle opere fondamentali dell'impressionismo, Il pranzo dei canottieri, un quadro in cui Renoir celebra se stesso come il pittore per eccellenza della joie de vivre, del sentimento gioioso della vita.

    Recensione:

    Il capolavoro di Renoir, Il pranzo dei canottieri ispira e traccia la trama del nuovo romanzo di Susan Vreeland. Dopo il grande successo de La ragazza in blu, dedicato alla pittura fiamminga del Seicento, e de La passione di Artemisia, che si concentra su una delle figure più interessanti della pittura italiana, in questo ultimo lavoro l’attenzione si sposta su uno dei luoghi e dei momenti più fecondi della produzione artistica mondiale: la Parigi impressionista.

    Reduce dal lungo conflitto franco-prussiano e dalla breve parentesi della rivolta della Comune soffocata nel sangue, il 1880 è un anno di grande fermento per la capitale francese. Sono gli anni del circolo dei pittori impressionisti, con le loro pennellate appena accennate, con l’ambizione visionaria di trasmettere con un solo tratto l’emozione di vivere e godere, la luce che penetra e sfigura la realtà; ma sono anche gli anni in cui l’arte incontra il mercato. A Parigi sorgono le prime gallerie private e l’opera d’arte diventa una merce commissionata e acquistata dalla borghesia in ascesa.

    Il dilemma di tutti gli artisti è, allora, quello di adeguarsi alle esigenze del mercato e continuare a dipingere secondo i canoni della pittura classica, oppure portare avanti il progetto visionario di destrutturazione della realtà e del linguaggio espressivo, rimanendo all’interno del gruppo delle avanguardie.

    Pierre-Auguste Renoir è tra questi. La critica aspra e pungente di Émile Zola, che salva le intenzioni degli impressionisti dichiarando tuttavia che il movimento non ha ancora prodotto un grande genio, né un grande capolavoro, non può lasciarlo indifferente. È allora che concepisce l’idea del quadro Il pranzo dei canottieri, un capolavoro in grado di descrivere la vita moderna così come si svolge nella Parigi di quegli anni, ma nello stesso tempo un esempio di come si possano conciliare, all’interno della stessa tela, le istanze legate alla tradizione pittorica con le esigenze avanguardistiche di rilettura dell’arte.

    Il romanzo di Susan Vreeland penetra all’interno del processo di creazione di questo dipinto, rivelando i pensieri, le emozioni e le difficoltà di un artista di fronte all’esigenza di descrivere il mondo. Per fare ciò il romanzo, attraverso un processo di scambio osmotico, si popola dei tredici personaggi raffigurati nel quadro, ritracciando la storia complessa che ha portato alla realizzazione del dipinto.

    Sulla terrazza della Maison Fournaise, una locanda in riva alla Senna, luogo di incontro domenicale di artisti, canottieri e lavoratori, Renoir concentra il suo microcosmo. I modelli sono i suoi amici di sempre, le sue amiche e le amanti. La luce è quella abbagliante dell’estate in riva al fiume e l’occasione è quella goliardica di un pranzo in terrazza: calici di vino o di Champagne, vassoi carichi di frutta. La vita moderna è un tributo alla gioia di vivere, alla velocità della macchina a vapore, all’ottimismo e alla convivialità di un mondo dove le istanze opposte si incontrano e provano a conciliarsi. Un tavolo su un terrazzo: il centro del mondo moderno in una città in grado di calamitare intorno a sé gli uomini e le idee che avrebbero cambiato la percezione dell’arte. Tredici soggetti diversi, dall’oste al giornalista italiano all’attrice della Commedia dell’arte francese: una temperie di uomini e di istanze che, plasmate dal fermento culturale di quegli anni, produrranno la rottura della contemporaneità.

    Il romanzo della

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Nel 1880 Auguste Renoir ha trentanove anni. Vive in una soffitta a Montmartre che riesce a pagare con la vendita delle sue opere. Nell'ambiente artistico parigino, infatti, è riconosciuto già come uno dei maestri della nuova maniera di dipingere che va sotto il nome di impressionismo. Rispetto agli altri esponenti della nuova scuola, ad artisti come Monet, Sisley, Bazille, Degas, Pissarro, Renoir si segnala come il pittore per eccellenza della 'joie de vivre', del sentimento gioioso della vita. Dipinge quadri spensierati che esaltano l'aspetto edonistico dell'esistenza, la bellezza femminile, la vita mondana. Opere che fanno felice Paul Durand-Ruel, il suo mercante, ma che attirano le critiche negative dell'intellighenzia parigina (Emile Zola, innanzi tutto) che vi scorge la mera rappresentazione dell'esistenza dei piccoli e medi borghesi parigini e dei bohémiens. Renoir sogna, dunque, di dipingere un'opera che rappresenti in qualche modo una svolta, che lo trasformi in un artista in grado di cogliere e raffigurare sulla tela il nuovo spirito del tempo: la vita moderna, il trionfo del nuovo stile di vita che si va affermando nelle grandi metropoli europee, Parigi innanzi tutto. Il 20 luglio Alphonsine, la figlia di Alphonse Fournaise, il proprietario di una taverna a Chatou sulla Senna, un locale dove, dopo le escursioni in barca, i canottieri sono soliti incontrarsi con le loro ragazze e pranzare sulla terrazza che affaccia sul fiume, gli propone di realizzare un grande quadro nel ristorante del padre. Nasce così "Il pranzo dei canottieri", uno dei capolavori dell'impressionismo, un inno all'esistenza moderna, una celebrazione dell'esistenza libera dai pregiudizi, della vita davvero degna di essere vissuta.

    Con "La vita moderna", il romanzo che Susan Vreeland ha voluto dedicare a Renoir e alla sua opera, l'autrice della "Passione di Artemisia" ci trasporta magistralmente sulle rive della Senna nel 1880. Monsieur Fournaise e la bella Alphonsine, il barone Barbier, la seducente Angle, Lestriguez, l'ipnotizzatore affascinato dall'occultismo, Paul Lhote, l'instancabile rubacuori, Jeanne Samary, Gustave Caillebotte, il pittore fanatico della barca, Ellen Anurie, Maggiolo, e soprattutto Aline Charigot, la donna che avrebbe stregato Renoir, tutti i personaggi del "Pranzo dei canottieri" rivivono in questo romanzo destinato a diventare un classico della narrativa dedicata all'arte.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    be' si prendono un sacco di tram e metropolitane, si mangiano schifezze di corsa e si lavora ininterrottamente per guadagnare soldi che non si ha il tempo di spendere. e ci si ammala di cancro appena si va in pesnione.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.