Deb
Lv 4
Deb ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

10 punti al migliore?

mi potreste dire se ho scritto bene questi pezzi?

Continuarono a camminare. Il paesaggio di campagna stava lentamente cambiando, gli alberi erano ormai quasi tutti spogli eccetto l’immensa foresta di pini, l’erba un tempo verde ora era su un giallo paglia, secca.

In quel periodo pioveva molto spesso e ciò rendeva l’ambiente estremamente umido e freddo. Una cosa proprio “ bellissima” per una che odia l’umidità.

E poi sarebbe venuto l’inverno e la neve e il gelo con esso. Quando arrivava il periodo invernale, Drewey Barry diventava come una stupenda città innevata, piena di decorazioni natalizie e altro.

La neve candida atterrava su ogni cosa, case,auto, alberi rimaneva fino alla fine di febbraio. Amanda non amava per niente la neve, la sua pelle diventava blu solo dopo un breve contatto con essa e la sua mano rimaneva quasi paralizzata dal suo cuore freddo.

Ormai intuiva che si sarebbe ammalata di nuovo, come gli altri anni, nonostante le cure e le attenzioni della zia.

Era una cosa innaturale per una normale bambina ma lei sapeva benissimo che non era normale del tutto.

Abbracciò fortemente la pietra, come per proteggerla dal freddo. Sentiva che c’era qualcosa lì dentro, ma cosa?

................................

<< Dunque tu abiti in Angel Street?>> chiese Cheryl.

Dean annui in segno di risposta e indicò l’ultima casa del viale, che assomigliava in modo impressionante alla casa di Amanda. , solo che era più piccola e meno grande.

<< Sembra la mia casa!>> esclamò felice, in quel momento, solo per pochi secondi, ebbe davvero l’impressione di essere tornata a Cascata Alberella, nella sua casa, da suo nonno. Chissà come starà il nonno! Pensò lei allegramente.

Poi la realtà prese il sopravvento e rimase zitta. A volte le illusioni, le piccole bugie scaldano più il cuore della verità, e lei lo sapeva.

Fissò di nuovo la casa, per un attimo si era dimenticata il vero motivo per cui si era allontanata da Villa Rubini. Pensavano che il tempo avrebbe alleviato le sue ferite. Forse era vero, ma aveva ancora viva quella cruda realtà.

<< Davvero?>> domandò Dean, la sua voce era strana, un misto tra un tono sorpreso e uno cupo.

<<È uguale identica, tranne per il fatto che ha il cancello di bronzo, e non di ferro, ed è pieno di fiori>>

<< Hai un giardino?>>

<< Certo che c’è l’ha !>> interruppe la cugina<< Hai una giungla non un giardino. Ricordo che quattro anni fa avevano piantato dei girasoli giganteschi! Oppure quella volta che avevano piantato un bellissimo fiore blu che raggiungeva i tre metri… come si chiamava?>>

<< Floreal, è un pianta scoperta da poco nel sud America, mio padre aveva preso dei campioni e ci ha regalato un semino>>

<< Tuo padre fa il ricercatore?>> chiese lui stupito.

<< Certo, lavorava a una ricerca contro il cancro nella NewMoonCorporation>>

<< Perché lavorava?>>. A quel tono la bambina si fermò, il suo sguardo cominciò a incupirsi. Cheryl le prese un braccio. Dean la guardò allarmato.

<< Se vuoi puoi anche non parlarne>> cercò di tranquillizzarla.

Lei mostrò un debole sorriso. << No… vedi, i miei sono morti in un incidente d’auto…>>

Per un attimo, alla bambina sembrò che gli occhi di lui lampeggiassero.

...............................

Si trovarono davanti al cancello di ferro. Davanti a loro c’era un piccolo prato giallo, con l’erba tagliata a fine. La piccola villa era fatta di legno, tinta di un bianco immacolato, le finestre quadrate sembravano trasparenti. Sopra c’era il balcone, anch’esso bianco, ma era spoglio e senza niente.

Forse, Amanda aveva sbagliato a paragonarla alla sua. La sua casa era piena di colori, di fiori, di nastri e disegni mentre quella casa, per quanto era simile, assomigliava più ad un piccolo ospedale.

Aggiornamento:

siate sinceri!

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Brava!!!!!!! anche io scrivo storie... e devo dire che sei stata molto brava... le descrizioni sono chiare e concise e non tanto esagerate le sensazioni trasmesse a chi legge sono buone... Sembra proprio di immergersi in ciò che hai scritto. Non che io sia una scrittrice ma se un giorno leggessi un libro con storie del genere rimarrei abbastanza affascinata da diventare la fan della scrittrice.

  • 1 decennio fa

    ho letto altri pezzi scritti da te e li trovo tutti, compreso questo, molto belli! brava!

  • 1 decennio fa

    sinceramente, la prima parte è molto bella, è descritta abbastanza bene, a parte quel "una cosa proprio “ bellissima” per una che odia l’umidità". non credo ci stia molto bene cambierei proprio la frase. della seconda parte, scusa se te lo dico, ma ci ho capito poco! all'inizio credevo che a parlare fossero solo cheryl e dean, e alla fine è spuntata fuori amanda! pensavo fosse tutta un'altra situazione! ti consiglio di rivedere bene i dialoghi tra i personaggi perchè, ti ripeto, non avevo capito che ci fosse anche amanda nella seconda parte! scusa se ti ho offeso ma sono stata sincera, questo è quello che penso. ciaoo :)

  • Skanè
    Lv 4
    1 decennio fa

    Wow,sei molto brava..secondo me è perfetto così..ciaoo..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    primo pezzo : quella frase "una cosa proprio bellissima ..." ci sta malissimo .

    secondo pezzo : "più piccola e meno grande" nn mi convince o dici più piccola , o dici meno grande

    "newmoon" ? -.-"

    per il resto è molto bello e sei brava ^^

    spero di nn aerti offesa

  • Anonimo
    1 decennio fa

    bho!!!ahah!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.