Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniMalattie - Altro · 1 decennio fa

........Ipertiroidismo?

qualcuno di voi sa indicarmi i sintomi dell'ipertiroidismo?...quali esami vengono fatti x diagnosticarla?

4 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sintomi e segni comuni a tutte le forme di ipertiroidismo

    Le manifestazioni cliniche dell’ipertiroidismo sono in gran parte riconducibili all’aumento del metabolismo ed all’iperattività del sistema nervoso. Si noti che l’esordio ed il quadro clinico della malattia è variabile, in particolare nelle persone anziane possono essere presenti solo alcuni sintomi o addirittura possono essere asintomatici. Più frequentemente il paziente si reca dal medico lamentando irritabilità, dimagramento e perdita di peso.

    I segni più comuni sono:

    Gozzo;

    Tachicardia (aumento della frequenza cardiaca) che può trasformarsi in fibrillazione, cioè il cuore perde la sua ritmicità e pompa il sangue in maniera caotica, questa è una situazione pericolosa ed è necessario intervenire prontamente;

    Tremori, tipicamente limitati alle mani;

    Cute calda;

    Segni oculari: si può avere oftalmopatia infiltrativa, come nel morbo di Basedow, oppure retrazione delle palpebre che causa lo sguardo sbarrato dell’ipertiroideo

    I sintomi più frequenti sono:

    Nervosismo ed iperattività

    Palpitazioni

    Tachicardia

    Insonnia

    Aumento della sudorazione

    Ipersensibilità al caldo

    Astenia (mancanza di forze)

    Aumento dell’appetito

    Perdita di peso

    Diarrea

    Alterazione del ciclo mestruale

    Una delle complicanze più temibili è la crisi tireotossica che è caratterizzata dalla improvvisa esacerbazione dei sintomi per un aumento importante della risposta dei tessuti periferici alle catecolamine. Si manifesta con ipertermia (temperatura corporea che raggiunge e supera i 40°C), fibrillazione atriale, disturbi gastroenterici. Questa situazione può insorgere dopo traumi, interventi chirurgici o in concomitanza di malattie intercorrenti. La crisi tireotossica se non trattata tempestivamente può portare a morte il paziente per insufficienza cardiaca.

    Diagnosi

    La diagnosi è di solito semplice, è sufficiente un’accurata anamnesi ed un esame obiettivo, viene poi confermata dagli esami ematochimici (vedi Le tue analisi).

    Agli esami ematici si avrà un aumento degli ormoni tiroidei con TSH soppresso. Nel caso dell’ipertiroidismo secondario all’ipersecrezione di TSH dall’ipofisi, come nell’adenoma ipofisario, si riscontreranno valori aumentati di TSH.

    Può essere opportuno un test al TRH quando si ha dubbi sulla diagnosi di ipertiroidismo. La somministrazione di TRH provoca un aumento di TSH nel paziente normale, mentre nel paziente ipertiroideo il TSH non aumenta. Una risposta ridotta o assente al test al TRH si può avere anche in pazienti con adenoma o con gozzo multinodulare in cui gli ormoni tiroidei non siano alterati.

    Si segnala alterazioni degli esami di laboratorio quali aumento dei globuli rossi, modeste alterazioni degli esami di funzionalità epatica (fosfatasi alcalina, transaminasi, bilirubina), riduzione del colesterolo totale.

    Scintigrafia : l’utilità della scintigrafia nell’ipertiroidismo è relativa in quanto l’aumento della funzionalità tiroidea è dimostrato dal dosaggio degli ormoni circolanti. La scintigrafia fornisce informazioni indispensabili quando è presente un adenoma tossico.

    Terapia

    Medica

    Vengono somministrati farmaci tireostatici (metimazolo, il cui nome commerciale è Tapazole), che agiscono bloccando la sintesi di ormoni tiroidei. Vengono anche somministrati dei farmaci antagonisti del simpatico, noti come beta-bloccanti, il cui compitò è di diminuire la risposta del paziente ipertiroidei al sistema colinergico. Sono perciò farmaci sintomatici e riducono le manifestazioni cliniche mediate dal sistema nervoso simpatico quali la tachicardia ed i tremori.

    Chirurgica

    Trova indicazione nell’ Adenoma tossico di Plummer. Viene asportato chirurgicamente il nodulo tossico con permanente guarigione della malattia.Nel caso del gozzo tossico multinodulare, l’intervento è indicato quando il gozzo è voluminoso, ha estensione retrosternale (evidente anche ad una radiografia del torace), causa disturbi alla deglutizione ed alla ingestione dei cibi.

    Terapia radiante

    Viene eseguita somministrando radioiodio.E’ indicata nei pazienti che non rispondono alla terapia medica, e nei pazienti affetti da adenoma tossico che non possono sottoporsi ad intervento chirurgico. L’utilizzo di questa tecnica è limitato in quanto si può instaurare un ipotiroidismo tardivo.

    Per diagnosticarla bastano gli esami del sangue , prenotali tramite il tuo medico di base , in seguito dovrai fare una visita da un/a endocrinologo/a

    Saluti.

  • 6 anni fa

    Ciao, ti consiglio questo articolo: "Tapazole e aumento di peso corporeo" http://goo.gl/xg7U6Q

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sintomi e segni:

    insonnia, agitazione, tremori muscolari, dimagrimento, sudorazione, diarrea, insofferenza al caldo.

    tuttavia questi sono i sontomi di un ipertiroidismo franco e oggi si vedono sempre meno.

    i test da fare sono:

    dosaggio fT3 e fT4, dosaggio TSH in via preliminare.

    x approfondire potresti fare una ecografia alla tiroide e una scintigrafia.

    rivolgiti al tuo medico o endocrinologo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    bo cerka su google

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.