Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Vi ricordate il Buddha quello grasso? Si chiamava Pu-tai, Hotei in giapponese. Noto come "Il cinese felice"..?

Era una specie di vagabondo senza fissa dimora.

La sua figura è in parte leggendaria e in parte storica, si dice che visse tra l'ottocento e il novecento dopo Cristo.

«Questo Hotei non aveva alcun desiderio di definirsi maestro di Zen né di radunare molti discepoli intorno a sé. Invece girava per le strade con un grosso sacco di tela pieno di canditi, frutta e frittelle dolci da dare in regalo. E li distribuiva ai bambini che si raccoglievano intorno a lui per giocare. Hotei Aveva istituito un giardino d'infanzia della strada. Ogni volta che incontrava un devoto di Zen gli tendeva la mano, dicendo: "Dammi un centesimo, uno solo". E se qualcuno lo pregava di tornare in un tempio e di insegnare lui ripeteva: "Dammi un centesimo". Una volta, mentre era intento al suo lavoro-gioco, passò un altro maestro di Zen e gli domandò: "Qual è il significato dello Zen?". Per tutta risposta, Hotei posò immediatamente il sacco a terra. "Allora" domandò l'altro "qual è l'attuazione dello Zen?". Subito il cinese felice si rimise il sacco in spalla e continuò per la sua strada».

In Cina viene considerato un incarnazione del Bodhisattva Maitreya.

Quando morì lasciò tra gli altri questi versi:

"O Maitreya, o vero Maitreya!

Tu dividi il corpo in centinaia di migliaia di milioni di forme,

Manifestandoti così agli uomini del mondo;

Ma come essi ti ignorano!

Domanda: La conoscevate questa storia del Buddha grasso che molti di noi hanno visto o tengono nelle loro scrivanie o in casa come soprammobile?

Aggiornamento:

Erika, il vero Buddha ha una linea invidiabile, Pu-tai è grasso, tienilo in grande considerazione quello che hai, è considerato un potente portafortuna!

Tanto che ci costa crederlo?

Aggiornamento 2:

Mucio giallo, è tutta questione di dialetto!

Comunque Clinton se l'è spassata, beato lui!

Ma non ricordo bene la faccenda, non vorrei castroneggiare!

Aggiornamento 3:

Caro Gino, puoi inviarmele al mio indirizzo mail:

sonnynauta@gmail.com

Basta che le fotografi, e fai come con le altre tue opere.

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao!!

    No io non la conoscevo!

    Ma per un certo periodo (beata ignoranza) ero convinta fosse lui ...ehm ovviamente mi sbagliavo ^_^

    Comunque ai suoi versi secondo me ha ragione!

    E cioè (se ho capito bene) che quando la verità si presenterà davanti agli occhi sotto aspetti diversi ... tutt'altro da come li avevi immaginati .. arrivi a non crederci più e a ignorare senza pensarci!

    E tra parentesi... si ce l'ho anch'io come soprammobile =)... non potrebbe mai mancare dalla mia mensola vicino al letto!

    E ora che so qualcosa di lui...lo apprezzo ancora di più!

    Ciao!!!

    ps ne ho anche uno di creta.... l'ho fatto io alle medie ihih!

    Però è un po' bruttino da vedere... non è esattamente la riproduzione originale! ^_^

    Avevano riso tutti quando l'avevo fatto vedere... che vergogna -_-" forse era meglio se mi limitavo a fare solo la barchetta !

    (lascia perdere Folletto ^_^)

    @Folle: si ormai lo so che è così ... Pu-tai lo terrò !

    Anche se sono insicura su quello di creta... visto che cerco sempre di nasconderlo, ma non lo voglio buttare! (guai a chi me lo tocca ! ^_^)

  • 1 decennio fa

    Carissimo "Folle" se avessi un indirizzo ti invierei le mie foto di sculture del vero Buddha rinunciante : è di una magrezza scheletrica : mangiava solo un chicco di riso al giorno (ma poi ci ripensò e cominciò la sua storia o La Ruota del Dharma).

    SHANTI (pace e bene)

    gino

  • 1 decennio fa

    Di solito le Pu-tai si tengono sotto la scrivania.

    Fonte/i: Bill Clinton
  • 1 decennio fa

    Io non terrei mai un buddha in casa, ma un mio amico egiziano ne ha uno e dice che accarezzare la pancia della statuetta porta fortuna. Io non ci credo naturalmente, ma un giorno avvenne una cosa strana: lui ha un bar e una sera era completamente vuoto e non volevano venire clienti. "Qui ci vuole Buddha"", disse, e comincio' ad accarezzare la pancia della statuetta. Cosa vi devo dire! Nel giro di neanche un minuto il bar si riempí!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.