Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiViaggi aerei · 1 decennio fa

Rotta per le Bermuda islands?

Grazie alla fantasia di Rita, l'atterraggio al triangolo delle Bermuda è stato morbido per tutti coloro che hanno partecipato al primo episodio.

Trattasi di isola misteriosa e dalla lussureggiante vegetazione, popolata da simpatici macachi.

Mentre Rita è intenta a sorvegliare guardinga i famelici occhi del suo copilota Francis, gli altri sopravvissuti sono investiti dall'improvviso risveglio dei sensi, sparsi per gli altri punti dell'isola.

Miss Blonde riapre gli occhi accanto ai rottami del suo aereo. E' incredibilmente incolume, e continua fermamente a pensare che quella sostanza gelatinosa che ha attutito il suo impatto non sia stata un'allucinazione. Nutre invece dei dubbi sull'esistenza della damina dal pallore lunare che vede stagliarsi ancora poco nitida davanti al suo sguardo, sfocato dal trauma della caduta.

Nel frattempo, sfortunatamente atterrato dentro un laghetto salmastro popolato dai parenti oceanici del mostro di Lochness, Mr Blonde cerca di guadagnare la riva tenendo il suo fido coltello a serramanico stretto tra i denti.

(Bene, scegliete il bivio che preferite e continuate la storia. Il bivio vincente sarà l'inizio del prossimo episodio. Possibilmente inseritevi nel racconto in modo che possiate essere inclusi nella trama come personaggi.)

a) La pallida damina bianca, che per la caduta ha perso la memoria, si aggira per la spiaggia alla disperata ricerca di chi le restituisca consapevolezza della sua identità. Quella ferita che le sanguina dal braccio macchiandole i vestiti sembrerebbe proprio un morso...

b) Miss Blonde inizia a chiamare aiuto, distesa così com'è sulla sabbia. Forse avrebbe fatto meglio a rivelare la sua posizione DOPO aver riacquistato completamente la vista, perché...

c) Mr Blonde è afferrato al piede da qualcosa. Certo quel qualcosa sembrerebbe proprio un tentacolo, ma se lo fosse dovrebbe appartenere ad un polpo DAVVERO gigante...

d) Rita decide di abbozzare una scusa qualsiasi per allontanarsi dall'inquietante Francis. Afferma di voler addentrarsi nella foresta, rispondendo alle insistenti richieste di spiegazioni di Francis con un enigmatico "Cose da donne". Francis, che per quanto famelico conserva ancora un residuo di umana mascolinità, abbandona ogni tentativo di indagine. E' così che Rita inizia a camminare nel pieno della vegetazione e...

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Mr Blonde è afferrato al piede da qualcosa ... non è un tentacolo, è solo il tentacolare Francis.

    Qando Rita ha deciso di allontanarsi dall'inquietante uomo ombra, Francis ha pensato bene di rendersi inutile in altre mille e più maniere, per esempio tentando di portare me al centro della Terra.

    Doveva aver letto Verne e chissà cosa altro - Francis il mulo parlante - per credere che procedendo verso il basso per km e km alla fine si sbuca in Cina.

    E dal momento che non voleva farsi il viaggio da solo, ha deciso di farsi accompagnare da me. Sai, meglio avere compagnia quando decidi di andare a trovare i parenti ... per non soccombere soli alle loro strònzate.

    Non ci provo neppure a resistere, in fondo ho sempre voluto visitare l'Oriente, così mi lascio trascinare giù dal gorgo e... dopo un viaggio che pare interminabile tra acqua e fango sbuco in un ristorante cinese.

    Qualcuno mi offre involtini primavera, Francis con aria tra le scuse e il divertimento tenta di ingozzarmi come un'oca sacrificabile di ravioli al vapore, io spinto dal nauseabondo odore di frittura dell'Est mi trasformo in un sadico maniaco e uccido tutti i cuochi con il coltello da sushi.

    Perché c'era un coltello da sushi in un ristorante cinese ? C'è un solo uomo che può dircelo, ed è l'ispettore Clouseau, che sta sbucando dal pertugio nel terreno, altresì detto fogna, a cavallo di Nessie,trasformato per l'occasione in un gommoncino gonfiabile.

    Saprà risolvere il mistero ? Lo sapremo nel prossimo episodio ...

  • 1 decennio fa

    d) Rita decide di abbozzare una scusa qualsiasi per allontanarsi dall'inquietante Francis. Afferma di voler addentrarsi nella foresta, rispondendo alle insistenti richieste di spiegazioni di Francis con un enigmatico "Cose da donne". Francis, che per quanto famelico conserva ancora un residuo di umana mascolinità, abbandona ogni tentativo di indagine. E' così che Rita inizia a camminare nel pieno della vegetazione e...

    ..dopo aver fatto 16 litri di pipì, un raggio di sole che si fa strada tra i folti alberi, le illumina una sentiero di rocce vulcaniche fiancheggiato da un fiumiciattolo secco e morente Decide di seguirlo. Guardando con più attenzione scopre che il fiume di cui spra altro non è che una pozzanghera artificiale creta dalla sua stessa incontinenza. Resasi conto dell'errore decide di tornare indietro, ma il raggio di sole ora si è reso più fiebile e la miopia, con annesso astigmatismo, di Rita non le permette di tornare indietro. Ormai è troppo tardi.

    Questa giovane (per approssimazione) talpa new age, si accinge quindi a cercare in ogni modo la strada che la riporti all'aereoplano, dove intanto, Francis e Mr Blond, appartati da più di due ore, continuano a mettersi fiori selvatici tra i capelli promettendosi amore eterno. Miss Blonde d'altro canto, dopo aver assaggiato dei funghi dell'isola, si è convinta di essere Diana, la Dea della caccia, della castità. Così intanto, toltasi i vestiti di dosso, si proclama regina dell'isola.

    Intanto la talpa Rita, sente ad un tratto una voce provenire da chissà dove che urla:" Aiuto! Aiuto!". Carica di emozione decide di mettersi a correre verso quella voce che sente sempre più vicina finchè quella stessa voce grida di nuovo:" Stronzà! Stai andando dalla parte sbagliata! Sono qui! Girati cretinà!". Resasi conto dell'errore, Rita si gira e inizia a correre dalla parte opposta. Una volta arrivata a destinazione quello che trova è un uomo legato a mò di salame Beretta con la faccia sfigurata e il viso paonazzo di terrore. Mentre si accinge a slegarlo (e dopo vari tentativi, visto che la prima cosa che gli ha slegato sono stati i lacci delle scarpe), gli chiede:" Chi sei tu?". L'uomo, scrollandosi gli ultimi filamneti di corda da dosso e passandosi una mano per sfregarsi l'incolta barba risonde:"Il mio nome è Massimo Decimo Joe. Comandante delle truppe dell'unico vero imperatore di Cagliari: RENT. Portato qui e intrappolato con l'inganno dalla ballerina di Lap Dance alla romana, Nizna."..prendendo un pò di fiato continua:"Io ho visto cose, che voi umani non potrete mai ascoltare! Ho sentito cose che voi umani non potrete mai annusare! Siete tutti in pericolo! Quest'isola è...........

  • @
    Lv 5
    1 decennio fa

    (opzione A)

    Spero tanto che non sia un morso di macaco :)))

    Ah,ma in effetti la storia posso continuarla a piacimento...quindi,ecco,facciamo che non è il calco dentale di qualche allegro primate :)

    Ciò non toglie che,osservando la ferita,direi proprio che è abbastanza profonda,mi brucia e pulsa il sangue per l'infiammazione...devo cercare qualcosa per tamponare l'emorragia.Certo,morissi dissanguata,mi eviterei lo strazio di vedere chissà quanti altri casini su quest'isola...ammesso inoltre che non sia quella di Battle Royale...ma no,non sono vestita da studentessa,almeno un pericolo è scampato.

    Alternative non ci sono,straccio un pezzo della mia bianca veste come fasciatura di fortuna.

    Seduta su una roccia mentre le onde s'infrangono sempre meno vigorose,quasi fossero anche loro spossate dalle fatiche del naufragio,mi sovviene un dettaglio assolutamente non secondario...ma io,chi sono? Come sono finita qui?

    Panico.

    Inizio a correre senza meta,a perdifiato.

    Non so perchè,una corsa alla Forrest Gump insomma...finchè inciampo,e rotolo per terra.

    Mi guardo indietro,c'è un cadavere.

    Ha un ciondolo col nome...Ziettuccia.

    Noooooo Ziettuccia Noooooooo inizio a piangere disperata,non ricordando in realtà chi fosse di preciso Ziettuccia,ma sarà che,per via del nome rassicurante,sul momento avrò creduto che fosse la mia di zia.Fatto sta che non posso lasciarla di certo così,alla mercè dei macachi...e le organizzo,come da richiesta,una degna sepoltura.

    La ferita,continua a farmi molto male...sono più esangue e pallida del solito,devo cercare un rifugio,ora che si fa sera.

    Trovo un'insenatura rocciosa,e mi avvicino.

    Quando mi sfreccia davanti una creatura piccola e veloce ma con due lunghe orecchie...e con lei un'altra,e un'altra ancora...chissà cosa sono,penso.

    E cerco di acchiapparne uno.

    D'improvviso l'ultimo della fila si volta e...ri-Noooooo sono i temibili coniglietti-Zombie.

    Oddio...non avrei mai pensato esistessero davvero...e se il morso infetto,fosse il loro? Sono spacciata,che fine prevedibile...

    Alternative possibili : sopprimersi prima di diventare Zombie,o accettare la metamorfosi? In realtà,per una che non ricorda chi è,qualsiasi soluzione sarebbe indifferente...e mentre che ci penso,al solito mio dispersa tra mille congetture,crollo in un sonno profondo.

    ----

    Ahah! Zietta ma sono complice involontaria di una zia-killer? Ora sì che la trama prende i risvolti ancora più interessanti del giallo ;))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mr Blonde, sentendosi afferrare al piede da qualcosa, impugna il coltello a serramanico e si gira a fronteggiare la bestia....Con orrore si accorge che si tratta della lingua lunga tagliente di Non mi incanti. Lancia un grido, "Meglio il polpoooooooo", e svincolatosi dalla presa, comincia a nuotare forsennatamente verso la riva. Qui si sdraia a riprendere fiato, sempre con un occhio verso il lago, terrorizzato che lei possa averlo inseguito....Sussulta, sente una presenza alle spalle: è Michele Ban che lo abbraccia contento della presenza maschile. "Isole delle Bermuda! - grida - Fratello, per noi è finita. L'isola è un sostantivo femminile....Femminile...non abbiamo scampo in questo posto maledetto. Lei (l'isola) è immatura, superficiale, meschina, preferisce gli uomini belli e ricchi....ci ucciderà!!!"

    Ah, Ziettuccia, con la solita iella che si ritrova, è morta stecchita nell'impatto dell'aereo al suolo. Se qualcuno si vuole degnare di seppellirla.....

    ------------------

    Grazie Luna.

    (Non le dite niente, miei cari lettori....ma in realtà mi ha aiutato a far scomparire le prove di un delitto da me commesso. Ora tutti penseranno che Ziettuccia è morta mentre il nome della vera vittima rimarrà per sempre sconosciuto. Da da da....suspence, prego regia mandare musica inquietante di sottofondo...Chi manca nel vostro network?)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.