claudio g ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 1 decennio fa

L' energia eolica fa discutere, quale tipo dì sfruttamento è più compatibile?

In un articolo su una rivista specializzata ho letto che recentemente sono volate parole grosse, del tipo "palazzinari dell'energia", a proposito del fatto che il sostegno governativo è il doppio della media Ue.

Sempre secondo l' autore, nel 2020 l' eolico contribuirà al fabbisogno energetico italiano per l'1,3 %, occupando una superficie di ben 65.000 ettari (!).

Il consumo di suolo non riguarda solo l' agricoltura, ma anche l' ambiente naturale ed il paesaggistico, perchè situati in posizioni dominanti e quindi visibili a grandi distanze e quindi danneggia il turismo.

Nei siti già occupati, il Wwf ha denunciato la scomparsa di alcune specie faunistiche.

La stessa organizzazione ha pure ritirato il suo appoggio all'Anaev (Associazione nazionale energia del vento), perchè

" l'eolico non ha un impatto pratico tangibile e provoca il degrado delle aree, deturpando anche i siti archeologici ed artistici, al punto che sono molto meno impattanti i tralicci di una centrale"

....(!?!)....

Per costruire giganti da 120 metri occorrono anche sbancamenti di terreno oltre i 30 mt di profondità e per accedervi strade nuove che aggiungono altro degrado.

Una serie di mostri, posti su un crinale incontaminato, sono un pugno in un occhio anche per tutto quello che ci sta intorno,

mentre un piccolo impianto annesso ad un gruppo di case, un agriturismo o un'azienda agricola non arrecano alcun danno al paesaggio, anzi, hanno pure un loro senso, inserendosi in un contesto logico.

Quindi, la domanda che pone l'autore è: al posto dei mega insediamenti non sarebbe meglio istallare più impianti e di più ragionevoli dimensioni, diffusi sul territorio in ragione della loro necessità locale?

Aggiornamento:

Skipper - Hai fatto bene a sottolinearlo, ma sono rimasto fedele all' articolo: a me personalmente non sfugge l'inquinamento acustico.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    purtroppo la risposta è negativa

    il posizionamento di un impianto eolico è condizionato dalla ventosità del luogo e quindi, se già così da un contributo molto scarso in termini di energia prodotta rispetto alla potenza installata (dovuto al fatto che il vento nei posti "buoni" soffia bene mediamente per 2 o 3000 ore l'anno mentre una centrale tradizionale può funzionare anche 7500-8000 ore), mettere le turbine in aree non adeguate potrebbe solo peggiorare la situazione

    e non parliamo del fatto che quando non c'è vento serve sempre "la rete" fatta poi da centrali nucleari, a carbone, a olio denso, a gas, idroelettriche ecc ossia che puoi accendere a comando e non quando pare al caso

    aggiungiamo anche che tutte quelle attività che citi (disboscamento, sbancamento, costruzione di strade e nuove reti elettriche ecc) producono CO2, ed è dimostrato da diversi studi che per kWh prodotto ne produce meno una centrale nucleare, considerando anche le emissioni indirette (nucelare da 9 a 21 g CO2 per kWh contro 10 a 48 per l'eolico e da 100 a 280 per il fotovoltaico)

    non lo dico io, lo dicono diversi studi di AIEA, UK Sustainable Development Commission, Japan's Central Research Institute of the Electric Power Industry

    perciò concordo pienamente sul fatto che sono un'altro modo di fare un favore agli amici

    invadono il territorio danneggiandolo (hai tralasciato l'inquin acustico), producono pochissima energia rispetto alla potenza installata (< un terzo di una centrale tradizionale di pari potenza), non ci liberano dalla dipendenza dai comb fossili (se non c'è vento accendono le turbogas...) e soprattutto costano tanto ai contribuenti

    insomma al posto dei mega insediamenti sarebbe meglio non fare proprio niente

  • 1 decennio fa

    ....e se i generatori fossero verticali e non avessero bosogno di stare sulla cima dei monti?La resa sarebbe superiore ed i costi inferiori...solo come fare a dare bacchettate sulle mani a chi le ha nella marmellata?

    Fonte/i: http://www.energie-rinnovabili.net/dall-america-s-... fate attenzione al video compreso nel link,a scanso di disattenzioni ve lo allego è quasi lapalissiano,elementare semplice e funzionale.... http://www.windside.com/
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.