Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 1 decennio fa

Perché le persone non riescono a lasciarsi i problemi di casa A CASA e i problemi di lavoro A LAVORO?

Chiamo un gestore di domini, mi risponde una donna.

In seguito a dei problemi che abbiamo avuto con loro, le chiedo gentilmente se siano stati risolti perché il cliente ha una certa fretta.

Nel caso non fossero stati risolvibili avremmo cambiato gestore, perché con l'altro non abbiamo di questi problemi.

Questa sclera dicendo che noi le vogliamo portare via i clienti.

Le dico che fortunatamente ancora non ci fanno la minima differenza 100 euro in meno all'anno e che se li può tenere, l'importante è che risolva il problema.

Comincia a tirar fuori le classiche frasi da donna frustrata, anche piuttosto spazientita:

"Guardi, io ho problemi anche familiari, sto lavorando, il mio referente non è lei" e bla bla bla...

Le ho detto che i problemi familiari se li poteva tenere a casa, perché a lavoro si sta per lavorare e che ha un enorme deficit di professionalità.

Non sto a raccontarvi il resto, ve lo lascio intendere.

E voi, riuscite a tenervi i problemi di casa A CASA e i problemi di lavoro A LAVORO come è giusto che sia?

O vi fate distrarre dai vostri problemi mettendo a repentaglio la vostra professionalità o la vostra armonia familiare?

Aggiornamento:

@ilaraga

I problemi ce li hanno tutti. Me compreso. Ma non vengo né a spiattellarli su Answers e né al telefono con clienti e/o referenti.

O si impara a scindere le due cose oppure si sta a casa a fare la lavatrice ed accudire i bambini.

Aggiornamento 2:

No Arlen, una frustrata di Firenze.

Si vede che il marito è impotente.... ma io che ci posso fare?

12 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    ho la brutta virtù di dimostrare i problemi in faccia. per cui capita che anche la minima cosa che succede sono gli altri a chiedermi che ho. ma mai mi sognerei di fare un teatrino come la tizia che hai citato, farsi compatire dagli altri sul posto di lavoro equivale a dimostrarsi deboli, e chi è debole può essere facilmente eliminato.

    capita anche che ci siano giornate in cui torno incazzata come una bestia a casa per questioni di lavoro, ed è per questo che vado in palestra subito dopo il lavoro senza tornare a casa, butto fuori le ansie e quando torno a casa non penso più a nulla.

    è comunque difficile fare una divisione. si può fare quando si tratta di scemate, ma quando si ha a che fare con difficoltà più grandi di te, a furia di covare dentro poi alla fine scoppi.

    la tua telefonata è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. tu ovviamente dirai che non te ne frega niente, è ovvio, ma non puoi farne ne' una colpa ne' una questione di principio se questa tizia è andata fuori dalle linee, fai finta di niente e vai avanti.

    -------------------------------

    AHAHAH house stamattina mi sei venuto in mente te con questa tua domanda, qualche minuto fa mi è capitato al telefono uno psicolabile al pari della tizia con cui hai parlato tu. questo individuo mi ha tirato fuori la scusa che non può stare ad aspettare molto al telefono perchè soffre di sindrome ansiosa compulsiva (O_O)

    al che mi chiedo: se lo lasciavo aspettare ancora un po' al telefono, perchè la mia collega non rispondeva, c'era il rischio che prendeva l'apparecchio e lo faceva in mille pezzi?

    mah....

    io non sarò normale, ma là fuori c'è tutto un mondo da scoprire....

  • xXx
    Lv 5
    1 decennio fa

    Certo, a parole siamo tutti bravi.

    Nel concreto, no. almeno, io non sono così brava.

    Mi capita a volte di essere irritabile e nervosa in casa, a causa di problemi sul lavoro. Di arrivare stanca la sera e avere poca voglia di far tutto.

    Allo stesso modo, se sono preoccupata per la famiglia, al lavoro il pensiero fisso è quello, sono agitata, tesa ecc.

    Ovvio che non la userei come scusa per il mio nervosismo, spiattellando i cavoli miei sul lavoro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sì va bhe ma sta qua era pazza.

    che professionalità ha?

    bhè, è normale a volte essere un po' scocciati al lavoro se qualcosa è andato storto nella vita "normale", ma spiattellare i problemi al telefono con un cliente..no.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io ho un negozio e tutto quello che mi succede, accade qui. Quindi la sera, quando vedo mia moglie, non abbiamo altro di cui parlare se non di quello che ci è successo al lavoro. La cosa secca, ma non è così terrificante...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Era sempre la cosa detta da mio padre.

    Parole sante....

  • Vogue
    Lv 6
    1 decennio fa

    Io cerco di separare i miei problemi, malgrado non sia una persona felicissima da sempre.

    E' stata proprio la mia prima 'capa' a insegnarmi questo 'sdoppiamento' e la ringrazio.

    Sia nel vecchio ufficio che in quello nuovo ho una collega VERAMENTE PROBLEMATICA (da assistente sociale, non sto scherzando).

    E' veramente pesante lavorarci assieme, perchè, oltre a essere 'sottozero' professionale, inquina l'aria.

    In famiglia (che poi la mia famiglia sono io + gli amici) non mi porto i problemi del lavoro.

    E' faticoso, ma si impara.

  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa

    no....è solo un problema di reazione lenta.....ci accorgiamo al lavoro di che razza di casino abbiamo a casa...e quando è un pò che siamo tornati a casa ci vengono in mente le menate capitate al lavoro.

    In quanto alla professionalità...se mi telefonasse il dottor House farei cadere accidentalmente la linea....

    Ahah...hai llitigato con quelli di register? :)

  • 1 decennio fa

    Inconcepibile e poco professionale il comportamento di questa donna che definirei alquanto isterica... posso capire che se ci sono problemi a casa uno magari può essere un pò più nervosetto del solito, ma farlo pesare ai clienti mi sembra fantascientifico!!

    Io ho sempre fatto la commerciale ed anche se spesso non era vero, la regola di base che ho sempre dovuto seguire è: il cliente ha sempre ragione! Quindi ho sempre dovuto fare buon viso a cattivo gioco anche con delle emerite testine di vitello, perchè al giorno d'oggi un cliente perso può pesare non poco sul piatto della bilancia...

    questa donna avrebbe bisogno di un bel corso accelerato mi sa...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    lasciarsi i problemi di casa A CASA = mio marito lo lasciao sempre a casa quando uscivo prima che morisse

    lasciarsi i problemi di lavoro A LAVORO= prendo i soldi e i problemi dei clienti nn mi fregano, io urlo solo "AH AH" prendo i soldi e se ne vanno..

  • ilamar
    Lv 7
    1 decennio fa

    Ciao House!

    bhè non è così semplice come la dipingi tu...

    Forse tu problemi familiari grossi non ne hai (beato te)... certo che se uno è scioccato per le sue disgrazie dovrebbe prendere un periodo di riposo a casa per poter tornare sul luogo di lavoro più concentrata e tranquilla (la tizia ha strippato, non va bene, ma non la uccideremo per questo!)... ma non sempre è possibile.. anzi i casini arrivano tutti insieme!

    Ma non sempre è così facile.... sarà che sono un'educatrice e capisco abbastanza bene i moti dell'anima....

    Non siamo pezzi di metallo che lavorano alla nostra scrivania, siamo persone, non c'è un interruttore da staccare quando esci di casa o dall'ufficio.... Se ho problemi al lavoro ne parlo a casa con il mio uomo che può aiutarmi a tranquillizzarmi e mi aiuta parlarne così almeno mi sfogo e riparlandone magari mi viene anche la soluzione...

    Sinceramente le persone troppo professionali mi inquietano, mi spaventano.... automi?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.