Che cosa penserebbe un antropologo obiettivo se, durante le sue ricerche sul campo a Cambridge, si imbattesse?

Ogni dottrina religiosa pare bizzarra a chi non è cresciuto all'interno di quella dottrina. Boyer ha condotto ricerche sul popolo dei Fang del Camerun, secondo i quali:

le streghe hanno un organo interno in più rispetto agli esseri umani, un organo che somiglia a un animale e che vola via di notte, rovinando i raccolti o avvelenando il sangue. Le streghe a volte si dmillo a grandi banchetti durante i quali divorano le lorovittime e progettano future offensive. Molti Fang sostengono che un amico di un amico

ha visto con i suoi occhi le streghe volare la notte sopra il villaggio o sedersi su foglie di banano e lanciare dardi magici contro vittime ignare.

Boyer riporta un aneddoto personale:

Stavo raccontando queste e altre storie esotiche a una cena presso un college di Cambridge quando un nostro convitato, un illustre teologo dell'università, si girò verso di me e disse: «Ecco che

cosa rende l'antropologia tanto affascinante e anche tanto difficile. Dovete spiegare come la gente può credere a simili sciocchezze». Rimasi a bocca aperta! La conversazione prese un'altra direzione

prima che potessi trovare una risposta adatta a un contesto conviviale.

Assumendo che il teologo di Cambridge fosse un comune cristiano,egli aderiva

probabilmente a una combinazione di queste credenze:

- In un/epoca lontana, un uomo nacque da una madre vergine senza che un padre

biologico vi avesse avuto parte.

- L'uomo senza padre disse: «Risorgi» al suo amico Lazzaro/ che era morto da vari giorni e già puzzava, e Lazzaro prontamente resuscitò.

- L'uomo senza padre risorse a sua volta dopo essere morto ed essere rimasto nel sepolcro per tre giorni.

- Quaranta giorni dopo, l'uomo senza padre salì. su un colle e ascese al cielo.

- Se pensiamo a qualcosa, l'uomo senza padre e suo «padre» (che è sempre lui) leggono i nostri pensieri e possono influenzarli. Egli è in grado di udire nello stesso momento

i pensieri dell'intera popolazione mondiale.

- Se compiamo un/azione buona o un'azione malvagia, l'uomo senza padre ci vede anche se noi non vediamo intorno nessuno. Possiamo essere premiati o puniti di conseguenza,

anche dopo la morte.

- La madre vergine dell'uomo senza padre non è mai morta ma è stata «assunta» in cielo.

- Se benedetti da un prete (che deve avere i *********), il pane e il vino «diventano»il corpo e il sangue dell'uomo senza padre.

Che cosa penserebbe un antropologo obiettivo se, durante le sue ricerche sul campo a Cambridge, si imbattesse alI/improvviso in questa serie di credenze?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prova a spiegare ad un Credente che tutte le Religioni sono sullo stesso piano, e che nessuno può asserire realmente che alcuni hanno risposto "meglio" alle nostre domande spirituali.

    Ti racconto questo: due giorni fà, ad un mio amico, persona intelligente, Cristiano Ortodosso, ho riportato, scherzando, la notizia delle discriminazioni ricevute dai "Jedisti" nel Galles del Nord.

    Queste persone sono state discriminate perchè credevano, come i Cristiani credono in Gesù, in Luke Skywalker, Dart Fenner o Chewbacca.

    In realtà poi non si trattava di discriminazione vera e propria, ma gli veniva contestato, giustamente, dalle autorità locali il fatto che giravano sempre con un cappuccio che gli copriva il viso, impedendo alla vista di scrutarli in volto, e quindi il riconoscimento.

    Comunque, dopo aver riportato questa notizia, il mio amico fà: "Fanno bene a discriminarli, questi sono solo dei pagliacci."

    E io, un po' stupito: "Perchè? La gente può girare col burqa, e non con un cappuccio?" (ero d'accordo con l' impedirglielo per motivi di ordine pubblico, ma gliela ho buttata lì per vedere la risposta).

    Lui: "Non posso accettare il paragone di questi Jedisti con chi invece professa una Religione millenaria."

    Gli ho detto: "Guarda che a livello teorico e pratico, voi Cristiani avete le stesse possibilità di aver centrato la risposta giusta sul conto di Dio, tanto quanto i Musulmani, i Buddisti tibetani, gli animisti o i Jedisti."

    Mi sono sentito dare del miscredente, o del pagano, perchè avevo messo sullo stesso piano due Religioni.

    Del resto, fra circa 70.000 Movimenti Religiosi presenti sulla Terra, come si può essere certi di essere nel vero?

    Questo breve racconto per farti capire quanto un Credente sia annebbiato dalla propria Fede, e non riesca a distinguere il concetto di probabilità da quello di certezza.

    Mistero della Fede...

    Saluti.

  • 1 decennio fa

    Io studio antropologia, ma non ce ne sarebbe bisogno per risponderti.

    Il testo mi ricorda un po' le cose che ho letto su "credere" di Legrenzi. Hai ragione... ma spesso i cristiani, con la loro idea di essere l'Unica Verità, fanno di queste gaffe.

  • 1 decennio fa

    Non essendo un antropologo non so cosa risponderti. Ti assicuro, però, che quello della fede è un mistero che puoi solo accettare così com'è (nonostante le chiaccherate interpretazioni di scritti antichi 2 millenni e oltre) oppure no.

    In base a ciò scelgo e agisco secondo mia coscenza (o consapevolezza, come preferisci..) che sarà più o meno appesantita a seconda del mio comportamento stesso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.