Ma siamo sicuri che la piccola impresa produce benessere?

Torno con una domanda seria.

Cosa e' il benessere ? E' la capacita' di soddisfare i propri bisogni e desideri siano essi voluttuari o meno ? Oppure e' altro...

Se non hai i mezzi non puoi certo procurarti cio' che desideri ed in un'econoia di scambio i mezzi sono ovviamente il denaro.

Quindi guadagnare di piu' significa avere piu' denaro e, in termini definitivi, maggiore capacita' di poter soddisfare i propri desideri.

Cocnlusione, scontata (ma non troppo): piu' soldi = piu' benessere.

Io non sono daccordo, ma questo poco importa. La domanda e' un'altra.

La piccola impresa, diciamo quella italiana, produce benessere per la gente ? Ed in che modo ?

Gli imprenditori lavorano da mattina a sera. Sono nevrotici, nevrastenici. Chi lavora per loro si adegua e diventa in breve tempo nevrotico e nevrastenico.

Cosa produce allora la piccola impresa ? Produce ricchezza per tutti e quindi benessere. Benessere ? Secondo me questa parola non esiste per chi lavora in una piccola impresa di 10-15 persone sia esso un dipendente o un imprenditore.

La piccola impresa produce solo tutti i mali della nostra societa'.

Aggiornamento:

@Patrick: Mi spiace ma devo bannarti.

Non e' mia abitudine impedire a qualcuno di leggere le mie domande ma vedere le tue risposte mi mette solo depressione. Non e' possibile accostare tante stupidaggini in cosi' poche parole e tu, ci riesci perfettamente. Scusami ma davvero non posso piu' leggere le p.uttanate che scrivi. Ciao.

Aggiornamento 2:

@Patrick: Non e' che con il tuo nuovo utente hai detto cose + intelligenti di prima...

So bene che puoi entrare lo stesso se vuoi per cui il banner e' solo un modo per farti capire che se rispondi a tono senza aggressivita' sei ben accetto altrimenti puoi risparmiare il tuo tempo evitando di rispondere.

Aggiornamento 3:

@Benni: Ma sei amico di Patrick per caso ?

Leggi bene la domanda e cerca di capire cosa volevo intendere.

11 risposte

Classificazione
  • te_fy
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao hate.bella domanda...si.. bella perche' e' da leggere sotto le righe.. e non cosi' a caso...

    ogni piccolo imprenditore dovrebbe, prima di mettere in piedi la sua impresa, assegnarsi delle mete da seguire, un obbiettivo da conseguire, e costruire un team che lo aiuti a farlo nel migliore dei modi. Un imprenditore deve saper rischiare, deve raggiungere tutti gli obbiettivi posti.. e questo di sicuro porta un' immensa soddisfazione... che per me e' anche benessere. certamente questo comporta stress emotivo, in alcuni casi l'allontanamento dei tuoi cari (moglie e figli che non sopportano piu)...= ecco che qui ti do ragione: il NON benessere...qui va in gioco la salute e la famiglia.. ma nella vita ci si deve porre delle domande.. e fare delle scelte...

    cosa faccio delal mia vita? mando un CV e scelgo di fare la segretaria per tutta la mia vita...? rispetto chi sceglie questa vita.. ma non potra mai rischiare... (scusa adoro il rischio in tutti i sensi) ... si avra' delle soddisfazioni a fine giornata.. o quando ricevera' una promozione... ma non sara' mai la stessa soddisfazione... la soddisfazione che dopo anni di lavoro 24 ore su 24 con tutto lo stress accumulato ti riempe il cuore e la mente e ti fa venir voglia di portare avanti altre idee altre scelte... intraprendere altre vie... ed espanderti...

    tutto inizia dal piccolo....

    almeno... questo e' il mio pensiero... potra' sembrarti sciocco... ricorda e' solo il pensiero di una 22enne ottimista, presuntuosa, e che sa cosa vuole della vita...e lo fara!!!!!!!!

  • 1 decennio fa

    Sono d'accordo con te. Le piccole imprese rispecchiano esattamente le grandi (almeno in multinazionale però circolano più soldi, sono tutti dipendendi e sai cosa succede??? che si passa metà del tempo a fumare, al cafè e a parlare, ops, a sparlare dei colleghi). Mentre nelle piccole imprese le nevrosi vengono sicuramente prima ai dipendenti perchè hanno continuamente il fiato sul collo del proprio ed unico imprenditore, IL BOSS in carne ed ossa!!!! e passando agli stipendi fidati che non c'è da passarsela meglio, anzi.....

    se poi è a conduzione famigliare CIAO! questo lavorano si tanto per risparmiare tanto e poi ostentare il LORO esclusivo benessere e la loro ESCLUSIVA posizione conquistata!!!!

    Fonte/i: Evviva l'Italia!
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Forse un tempo, quando la piccola impresa era "l'impresa", la vera base del sistema economico, essa era produttrice di benessere in quanto diffusa capillarmente!

    Oggi, il sistema economico, grazie alla globalizzazione, non permette alla piccola impresa di essere trainante in quanto la dimensione dell'impresa stessa è uno dei fattori determinanti per incidere sul mercato.

    Di fatto, da elemento determinante e caratteristico del Sistema Italia la piccola impresa, specie quella a conduzione familiare che non intende evolversi e, quindi, ingrandirsi, è diventata un zavorra della quale occorre liberarsi (tranne nei settori di nicchia, dove continua ad essere vitale ed appropriata) al più presto!!!

  • RODAN
    Lv 6
    1 decennio fa

    L'economia italiana si regge principalmente sulle piccole imprese.

    Quelle nate piccole, molto spesso a carattere familiare in cui l'imprenditore spesso lavora fianco a fianco con i suoi dipendenti, non di certo quelle frutto di spezzettamenti di grandi imprese per sbolognare dipendenti.

    Gli imprenditori delle piccole imprese sono nevrotici perchè affrontano la crisi come tutti gli altri ma non ricevono nessun tipo di sostegno da parte del governo. Si chiedono ogni giorno se devono chiudere oppure devono licenziare qualche dipendente.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Certo che produce benessere! Magari non a vasto raggio... ma lo produce almeno localmente.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ho una piccola azienda fondata da mio nonno nei primi anni 20. Qui nel nordest, se sei nella mia situazione e non lavori tutti i sabati e qualche domenica ti guardano strano.

    Bhè, io lavoro 8 ore al giorno e il sabato solo se é necessarissimo perché il mio benessere non é la biemmevù e la tivù al plasma da 500 pollici, bensì avere il tempo di suonare, leggere, occuparmi del giardino e fuggire lo stress da superlavoro.

    Non diventerò mai ricco, ma i miei operai sono sereni, lavoriamo fianco a fianco, quindi ritengo di aver prodotto benessere.

    Ho tempo per me e i miei cari. Più soldi = più benessere é un'affermazione relativa...

  • 1 decennio fa

    Mi farei un' altra domanda, su cosa si basa il benessere, e come è quantificabile il benessere?

    Fonte/i: personale
  • 1 decennio fa

    e come dovrebbero fare quelle 10-15 persone che lavorano loro malgrado presso un'azienda piccola a dar da mangiare ai figli? è ovvio che al giorno d'oggi per avere due soldini dobbiamo diventare nevrotici

  • Anonimo
    1 decennio fa

    no, senz'altro producono più benessere grandi imprese come lo Strato, l'Alitalia, la Fiat!!!!!!

    (ma come ti è venuta sta sparata?!)

  • Kraft
    Lv 4
    1 decennio fa

    Ah ah, è pazzesco, non ci crederai ma "sentivo" che mi avresti bloccato! Ormai vi conosco troppo bene voi di sinistra. Alla fine siete tutti uguali: a parole accettate tutte le opinioni e tollerate tutto, di fatto siete più "fascisti" di me e bloccate tutti quelli che vi contraddicono.

    Ciao fascistone!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.