l' illuminazione è veramente solo un nome?

Aggiornamento:

gli opposti sono solo nella nostra mente?

Aggiornamento 2:

è proprio la ricerca di una tale esperienza che ci separa e ci impedisce di vivere la realtà così com'è?

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L'Evento dell'Illuminazione non è solo un nome. Illuminazione è Unità, Beatitudine e Desiderio.

    Tutte le dualità derivano dall'Ego che è concepito per creare separazione dove in realtà c'è solo Unità. E' concepito per sperimentare la paura dove in realtà c'è solo Amore. E' concepito per creare le illusioni fuori dalle quali c'è solo Verità.

    L'Ego è la Mente. Perciò, tutti i pensieri sono fondati nell'illusione. Se entrassi nella tua mente, noteresti che questa andrà sempre avanti e indietro tra le due polarità. Ad esempio: "Dovrei fare questo? Si! No!".

    C'è sempre questa lotta interiore, questo strattone mentale. Ma è fondato nell'illusione ed è totalmente immaginario. Lo creiamo noi stessi.

    Ogni volta che ci accorgeremo che qualcosa avrà un opposto, bisognerà sapere che stiamo assistendo ad un'illusione. Il nostro ego sarà sbucato fuori e starà rivendicando la sua prospettiva illusoria come reale verità.

    Ciò che vedremo sarà una bugia, una storia inventata, una favola fittizia. I significati che avremo associato a questi eventi, i giudizi che avremo dato alla gente, le categorie che avremo costruito in noi stessi: sono tutte invenzioni. Le avremo create o, più semplicemente, il nostro ego le avrà create.

    La mente è basata sull'illusione e non può distinguere tra vero e menzogna, non può distinguere l'essenza dietro l'apparenza, non può percepire la verità oltre gli opposti.

    Solo Noi possiamo. L'essenza interiore che siamo. Il silenzioso testimone. La devozione che guarda l'Universo rivelarsi perfettamente.

    In realtà, tutto ciò che è, è Amore. Noi siamo quell'Amore. Gli altri sono quell'Amore. Tu ed Io siamo Uno e siamo gli stessi.

    Noi siamo Uno.

  • 1 decennio fa

    Ogni, dico ogni, manifestazione interiore o esteriore è duale. L'illuminazione coincide con l'istante in cui questa dualità si dissolve.

    --------------------------------------------------

    è proprio la ricerca di una tale esperienza che ci separa e ci impedisce di vivere la realtà così com'è?

    Si.

    Più cerchi e meno trovi.

    Tutto accade... e per motivi diversi da quelli previsti.

  • 1 decennio fa

    Chiedilo all ENEL...!

    Fonte/i: ENEL la luce che ti ascolta.
  • 1 decennio fa

    salve, ma le tue esperienze sono reali o solo frutto di un condizionamento della mondo.

    Questo senso degli opposti, che dovrebbe esistere in te nella vita reale a cosa ti conduce.

    Questa illuminazione tanto evidenziata, come la si esprime nel contesto di questa società.

    se tutti questi uomini che si dicono illuminati, oltre che dire, non dovrebbero forse anche dimostrare qualche cosa.

    Sono solo domande non c'è astio nei tuoi confronti.

    Sono un appassionato di studi profetici religiosi e non.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    guarda, si può essere illuminato anche in questione quotidiana, quando non capisci una cosa che altri apprendono e ad un tratto ti viene la spiegazione, non è forse illuminazione? le vostre domande si riferiscono sulla religiosità e fede per ricevere risposte provocante o disgustose, si insinua sempre al incretinire gli credenti,

  • Anonimo
    1 decennio fa

    No...è una scoperta!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.