Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

esiste per tutte l'istinto materno?

io e la mia bimba di 2 mesi e mezzo pare proprio che non ci intendiamo...quantomeno io credo di non capire bene ancora molte cose, quando piange ad es, le provo tutte, e capita che magari non ne vengo a capo, così la piccola continua a piangere disperata.

Capita durante le poppate che di punto in bianco si agita e strilla, o a volte solo se la sfioro per aggiustarle la tutina!

e purtroppo il problema è solo mio, perchè con il suo papà è decisamente più tranquilla...perciò vi chiedo, è capitato anche a voi di non riuscire a capire il pianto dei vostri figli?

sono scoraggiata, e comincio a dubitare di quello che è il mio istinto materno..

19 risposte

Classificazione
  • Mika
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    I bimbi a volte piangono perchè hanno bisogno di piangere, senza un reale motivo, proprio per sfogarsi... è il loro unico modo anche di manifestare un momento di ansia.

    Ed è proprio qui che entra in ballo l'ansia. La tua. Ormai sei talmente tesa, talmente preoccupata di non essere in grado di capire la tua pupetta che le trasmetti le tue ansie e le tue preoccupazioni creandole disagio.

    Ti racconto un piccolo episodio di quando la mia più grande aveva poco più di un mese. Classica colichetta, sempre superata con successo e con tante coccole. Ma quella volta... proprio non passava. E più lei piangeva, più io mi agitavo. Dopo un'oretta per fortuna è rientrato il papino. Ci ha trovate tutte e due in lacrime. Passato il primo momento di terrore (credeva fosse successo qualcosa di grave) mi ha preso la bimba e mi ha detto di andare a rinfrescarmi un po'. Nel giro di 5 minuti Alice non piangeva più e io mi ero rasserenata.

    E' normale all'inizio non saper che pesci prendere. Procedi a tentativi, non c'è nulla di male, prima o poi riuscirai a capire il suo pianto dal suono. E prendila con filosofia e con un po' di umorismo che questo ti aiuta.

    Ricordo che quella sera le ho detto: ma si, hai ragione, hai mal di pancia. piangi pure quanto vuoi che mamma è qui per coccolarti. basta che non mi stoni le orecchie.

    Auguroni a te e alla tua pupetta.

  • jordan
    Lv 4
    1 decennio fa

    e si mi sembri me con mia figlia,durante la gravidanza sognavo di cullare la mia bimba e vedevo tutto rosa.Invece quando è nata mi è toccata un mostro che piangeva tutte le ore,e appena la toccavo urlava così forte che mi veniva lo sconforto.

    Tutto questo è normale vi dovete conoscere ancora a volte sembra che piange solo con te ma è normale ci stai sempre tu con lei,tuo marito ha la fortuna che magari quando lui è con lei magari è più tranquilla oppure magari tu sei stanca e un pò più nervosa in quel momento e la bimba lo sente.

    Devi avere pazienza con la bimba e con te stessa e vedrai che in poco tempo vi intenderete a meraviglia.

    I primi mesi sono molto difficili ma coraggio tutto passa e ti ritroverai come me a ricordare con tenerezza quei momenti. Baci e auguri

  • 1 decennio fa

    Una sera ad un programma televisivo in cui si parlava della capacità di essere mamma e delle difficoltà dell'essere mamma e dell'istinto materno , un filosofo rispose " NON ESISTE L'ISTINTO MATERNO perchè allora non deve esserci anche quello paterno? Perchè c'è sempre questa grande aspettativa dalle mamme che siano brave a fare tutto così con uno schioccar di dita? Il mestiere di mamma e di genitore è difficilissimo e va imparato, non è insito nei geni." E' il primo essere umano di genere maschile che sento fare un discorso del genere e io condivido appieno . Per gli "altri" noi mamme "dobbiamo" essere capaci di fare TUTTO. , ma dove sta scritto!! E' un retaggio di tempi antichi che oggi e più che mai è vivo nel cervello della maggior parte della gente.

    Stai tranquilla cara i bimbi non sono libri aperti e ci vuole tempo molto tempo per capire, tu fai quello che credi meglio , serena e vedrai piano piano imparerete a capirvi a vicenda. D'altra parte non è facile capire una personcina che non parla... ciao

  • 1 decennio fa

    avoglia..

    all'inizio ci guardamo in faccia io e mio marito...alla fine abbiamo capito

    lei quando aveva famme urlava come una pazza...poi sono sopraggiunte le colichette, un altro tipo di pianto

    piano piano capiari il suolinguaggi

    vai a tentativi

    è fame, ha caldo/freddo, sonno, coliche, doloretti vari o vuole il ciuccio, cambio posizione..tutto risolvibile

  • 1 decennio fa

    Francy vi serve semplicemente tempo.. tempo per conoscervi a vicenda.

    All' inizio anche io mi sentivo persa.. non capivo.. ero totalmente in crisi, poi piano piano ABBIAMO imparato a conoscerci.

    Ora ha 7 mesi e mi basta guardarla per sapere come sta e cos' ha.. cosa le serve..

    Succederà anche a voi.. porta pazienza e abbi fiducia in te

  • bettyb
    Lv 4
    1 decennio fa

    capitato???? diciamo che era una costante!!! come ti capisco cara... non farti paranoie che ci siamo passate tutte!!! io di bimbe ne ho 2, Emma ora ha 28 mesi e alle vote ancora mi sento un pochino traballante come mamma nei suoi confronti perche anche se è grande con lei tutto è nuovo! Viola ha 4 mesi e tutto è molto piu facile, ricodo i primi mesi con Emma dove spesso andavo su panico o mi agitavo ai suoi pianti e lei di consguena piangeva di piu perche era a disagio perche percepiva il mio stato d'animo, con viola mi sento piu tranquilla perche so di potercela fare, perche con i pianti ormai "ci ho fatto l'orecchio" e il mio essere tranquilla si trasferisce a lei. sono sicura che i pianti che noi non sappiamo capire(quindi no per fame, sonno o pannolino sporco)siano proprio sfoghi di tensione nervosa. è un cane che si morde la coda perche loro caricano noi e noi carichiamo loro. pero consolati che con il tempo andrà meglio e il fatto che ti poni queste domande dimostra che il tuo istinto materno c'è e anche bello forte. coraggio che sta andando bene e per i momenti piu difficili corri qui che la terapia di gruppo funziona alla grande!!!! siamo come gli alcolisti anonimi!!!!!!!!!!!!!!! un abbraccio

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mia cara sembra proprio che questo post sia stato scritto da me, identica situazione e mia figlia ha pure due mesi e mezzo, che dire ci vuole tempo e poi abbitutici che le figlie con i papà sono sempre più effettuose che con le mamme, l'istinto materno non c'entra, il rapporto tre mamma e figlio si costruisce giorno per giorno, quando mi hanno messo mia filgia in braccio appena nata per me era un estranea (figurati il senso di colpa), ora morirei per lei e sono sicura che più passa il temo più ci legheremo una all'altra e impareremo a capire come prenderci :)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi dispiace dirtelo, ma succede anche a me. Non ho mai avuto l'istinto materno anche se mi hanno sempre detto che poi con i figli propri esce fuori, ma comincio a dubitarne. Anche la mia bimba ha due mesi e mezzo ed ho i tuoi stessi problemi: nn riesco a capirla specialmente quando piange disperata, a volte capita che in braccio a me si lamenta, e come la prende il padre si calma. Intendiamoci io la adoro e farei qualsiasi cosa per vederla tranquilla, ma purtroppo nn c'è molto feeling. Speriamo che quando crescerà un po' ci capiremo meglio. In bocca al lupo!

  • 1 decennio fa

    ciaooo Francyyyy

    non preoccuparti cara col tempo riuscirai a capire tua figlia anche solo con la tonalità del suo pianto....

    tieeni presente che fino ai 4 msi ci sono le colichette che molto spesso li fanno piangre..... prova a tenerla a pancia in giù massaggiandole il pancino....

    devi portare pazienza l'unico modo che hanno di comunicare è il pianto e quindi non ti scoraggiare se non la capisci....

    cara già 2 mesi e mezzo... ora MArco inveca ha 2 anni e mezzo....

    a risentirti sorellina.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao, ci siamo passati anche noi...io ho sofferto un po di baby-blues perchè non risucivo a capire cosa volesse la mia bimba e più lei piangeva più mi sentivo disperata e non in grado di occuparmi di mia figlia, piangevo e dicevo a mio marito "non sono capace"...verso il secondo/terzo mese la mia piccola mi ha guardato e mi fatto un sorrisetto....mi si è aperto il cuore,il cielo, il mondo ed ho capito la mia piccola voleva il contatto con me ma essendo io molto agitata trasmettevo a lei questa agitazione, da allora mi sono tranquillizata e lei con me. Anche lei con mio marito non faceva uguale e sai perchè? perchè mio marito era più tranquillo e non aveva il latte, da me cercava la tetta.

    Coraggio che ce la puoi fare!

    Fonte/i: Ovviamente questo discorso vale per l'aspetto emotivo, poi ocorre sempre guardare l'aspetto pratico (fame, colichette, pannolino, ecc) però il contatto è molto importante e deve essere un contatto sereno.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.