Svarto
Lv 4
Svarto ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

Il sistema politico italiano?

Potete scrivere le varie cariche della politica italiana con le loro funzioni?

4 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    La fase apertasi nel 1992 fu caratterizzata da un profondo mutamento di tutto il sistema politico: I protagonisti (politici e partiti) della Prima Repubblica scomparirono o conobbero notevoli trasformazioni (scomparvero i partiti “anti-sistema”); nella classe politica nazionale entrarono nuove figure professionali (imprenditori, liberi professionisti) invece del consueto “politico di mestiere”; I problemi che in questa fase non vennero ancora superati sono l'elevato numero di "partiti rilevanti" (grandi coalizioni con piccoli partiti “ago della bilancia”).

    Si era dunque sviluppata una "proporzionalizzazione" del maggioritario, che di fatto, per il momento non riduceva i partiti, ne rendeva definitivamente stabili i governi, nonostante la positiva tenuta del governo Berlusconi II che sembrava proiettare proprio in quella direzione.

    Dopo le elezioni del 1996 la competizione partitica assunse una struttura prevalentemente bipolare fra le due coalizioni (centro-destra e centro-sinistra), venendo definitivamente meno la struttura tripolare del periodo precedente. Questa situazione mostrò una tendenza centripeta, ma le ali estreme rimasero comunque ancora forti e determinanti fino alle elezioni del 2008.

    Aspetto importante avvenuto in questo periodo fu il distacco del legame di parentela tra interessi organizzati e partiti. Infatti Chiesa cattolica, Confindustria e sindacati, iniziarono a perdere un esplicito riferimento partitico, ovviando poi con una trasversalizzazione dei collegamenti.

    Alla fine del governo Berlusconi II, il consenso si ridusse drasticamente, anche settori imprenditoriali e altre voci (come il Corriere della sera) di centro-destra, non mancarono di criticare duramente il governo. Questa situazione indusse il governo ad approvare a maggioranza una nuova legge elettorale volta a limitare i danni del crollo di consenso grazie all'abolizione dei voti uninominali in cui la sinistra si era mostrata molto più forte.

    Spero di esserti stato utile

    Fonte/i: enciclopedia per infanti e maniaci
  • Gina
    Lv 4
    1 decennio fa

    Guarda, si dice cariche dello stato, non della politica.

    L'ordinamento italiano prevede (ti indico le cariche più importanti)

    Presidente della Repubblica, Presidente del Senato, Presidente della Camera dei deputati Presidente della corte costituzionale.

    L'esecutivo ha come carica principale il Presidente del consiglio dei ministri.

    Esistono poi una serie di organi di rilievo costituzionale che sono la corte dei conti, il csm (consiglio superiore magistratura), Il consiglio di stato, il consiglio nazionale dell'economia e del lavoro e il consiglio supremo di difesa.

    Di tutti questi organi vengono definite le funzioni nella costituzione.

  • 1 decennio fa

    Il Presidente della Repubblica è la massima carica dello Stato e rappresenta l'unità nazionale. Viene eletto ogni sette anni dal Parlamento in seduta comune integrato dai rappresentati regionali. Non ha un ruolo di indirizzo politico, ma la Costituzione gli affida comunque funzioni di natura legislativa, esecutiva e giudiziaria. Nei periodi di stabilità politica il suo ruolo si riduce nei fatti a funzioni rappresentative e di monitoraggio. I poteri assegnategli dalla Costituzione, però, fanno sì che il ruolo del Presidente della Repubblica acquisisca d'importanza nei casi di instabilità politica o deriva istituzionale dello Stato[79].

    Il potere legislativo statale è affidato ad un Parlamento bicamerale costituito dalla Camera dei Deputati (630 deputati) e dal Senato della Repubblica (315 senatori eletti più i senatori a vita). Le Camere sono elette a suffragio universale (attualmente la legge elettorale prevede una ripartizione dei seggi tra i candidati delle varie liste bloccate concorrenti in proporzione ai voti ottenuti, con un premio che assicuri la governabilità alla coalizione di liste più votata). In Italia vige il bicameralismo perfetto: le Camere hanno le stesse funzioni e gli stessi poteri. Una legge deve essere approvata nello stesso testo da entrambe le Camere. In caso di contrasto tra le Camere la legge non viene approvata. Di conseguenza le leggi elettorali delle due Camere sono abbastanza simili per evitare che un loro diverso orientamento politico paralizzi il Parlamento. Tale sistema è stato ideato affinché vi sia una maggiore ponderazione della classe politica nell'approvare le leggi. Le Camere durano in carica 5 anni, ma il Presidente della Repubblica può scioglierle anticipatamente[80].Il potere esecutivo spetta al Governo, all'interno del quale, secondo l'art. 92, c. 1 Cost. possono distinguersi diversi organi: il presidente del Consiglio dei Ministri, i Ministri e il consiglio dei ministri, che è costituito dall'unione dei precedenti organi. I Ministri sono responsabili singolarmente degli atti del loro dicastero e collegialmente degli atti del Consiglio dei Ministri. Il Presidente del Consiglio dirige la politica del governo, ma all'interno del Consiglio è primus inter paris con i suoi colleghi. Tuttavia le sue dimissioni provocano le dimissioni dell'intero governo. Il Presidente della Repubblica, a seguito di consultazioni con i maggiori leader politici, nomina il Presidente del Consiglio e, su proposta di questo, i Ministri. Successivamente alla sua entrata in carica il Governo deve presentarsi in Parlamento ed ottenere da entrambe le Camere un voto di fiducia. In qualunque momento un voto di sfiducia di una Camera costringe il Governo alle dimissioni. Poiché i Ministri non sono revocabili, talvolta per costringerli alle dimissioni si procede in una delle due Camere ad un voto di sfiducia individuale[81].

    Fonte/i: wikipedia fai prima se vai lì
  • Anonimo
    1 decennio fa

    america/francia/inghilterra/ etc non hanno presidenti della republica ed'inoltre una camera o senato inutile copia che fa spendere a gli italiani soldi che potrebbero aiutare socialmente x il resto e ok malgrado tentativi

    di falsi l'opposizione non ha ancora capito che quando parla lo deve fare rispettando il voto e opporsi alle cattive leggi non a tutte il resto e ok ma la libera stampa con i leader della sinistra la dice lunga ciao e divertiti ant.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.