Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportArti marziali · 1 decennio fa

In quale arte marziale si usano armi tradizionali?

Aggiornamento:

intendo quelle che erano attrezzi agricoli

nunchaku, sai ...

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Il kung fu tradizionale è sicuramente una di queste: nei suoi 300 ed oltre stili contempla l'utilizzo di innumerevoli armi di origine nobile, di origine povera ed altre che non derivano da tradizione antica ma dalla sola esperienza marziale.

    Le 5 armi nobili

    Sciabola (darn dao) (arma dei fanti dell'esercito imperiale, uno strumento maneggevole e potente, di uso comune)

    Spada dritta (chien) arma dei nobili e dei comandanti

    Bastone (gwun) simbolo di autorità e giustizia perchè portato da ufficiali di polizia e magistrati durante le cerimonie.

    Lancia (chiang) altra arma dei fanti dell'esercito imperiale

    Alabarda (Tai Dao o kwan dao) risalente alla dinastia Chou (1121-256 aC) utilizzata dai cavalieri in un epoca segnata dal passaggio dal combattimento su carro a quello a cavallo.

    Poi ci sono le Armi Utensili ossia quelle che dicevi tu che tradizionalmente affondano le loro radici in pratiche e mestieri "poveri" e comunque non prettamente bellici:

    ARMI CONTADINE

    Falce (Lian) usata in estate per raccogleire il riso

    Piantatoio (Gen) usato a primavera per ripiantare il riso (per intenderci sarebbe quello che in giappone chiamano Sai http://it.wikipedia.org/wiki/Sai_(arma) )

    Correggiato (Shuang Chi Kwun) usato in autunno per battere il riso o il grano (sarebbe il famoso nunchaku)

    Tridente dalle punte smussate (Gong Tsar) utilizzato per raccogliere il fieno, come arma da difesa era più da controllo che da offesa

    Forcone di Tigre (Fu pA) veniva usato inizialmente per cacciare le tigri, è un arma pesante entrata nel bagaglio delle scuole di kung fu in particolare di quelle del sud.

    ARMI DEI RELIGIOSI

    Pala del Monaco (Yuet Ngar Tsarn) costituita da un asta alle cui estremità ci sono delle lame, una a forma di campana l'altra a forma di quarto di luna. Veniva utilizzata dai monaci per scavare buche, tagliare legna, e per difendersi.

    Bastone del Monaco o scettro : aveva un significato analogo a quello del pastorale dei vescovi cristiani. Erano usati come arma da impatto. Ve ne sono diverse varianti: mazze da campana (Chuai), Anelli di preghiera (Fou Shou Sciaun), scettri a mano di buddah (fu Shou), ecc...

    ARMI DI ALTRE CATEGORIE SOCIALI

    Bastone a 2 sezioni (Shao Kwun) detto bastone della sentinella perchè utilizzato dalle sentinelle per comunicare fra loro facendo ruotare vorticosamente in aria la sezione più piccola. Probabilmente utilizzato anche come correggiato

    Remo -bastone del barcaiolo (remo per battelli a fondo piatto)

    Frusta del carrettiere (Pieu)

    Ventaglio del commerciante (Shan) utilizzato anche sui campi di battaglia dai generali... la struttura del ventaglio era fatto di metallo affilato.

    Coltelli farfalla del macellaio (wu dip dao) Arma caratteristica del sud molto usata nei secoli XVII e XVIII durante i moti sovversivi anti-Manciù.

    Flauto del Monaco (Di) strumento musicale utilizzato come bastone corto da autodifesa.

    Panca dell'Oste (Chao) impugnata a due mani diveniva una efficace arma utile a disarmare l'avversario

    Pipa (Yan Dai) usata principalmente per parare e contrattaccare fu usata però anche per soffiare addosso all'avversario polveri irritanti o acciecanti (la versione antica del nostro spray al peperoncino)

    ALTRE ARMI

    Le seguenti non sono armi vere e proprie e nemmeno utensili, più probabilmente derivano dall'estro di armaioli e maestri di kung fu.

    Frusta-catena di acciaio (Kang pien) poteva essere a 3-5-7- o9 sezioni di cui l'ultima acuminata

    Spade uncinate della tigra (hou tou) arma molto versatile affilata in ogni sua parte.

    Bastone a 3 sezioni (san chi kwun) arma molto versatile ideata secondo la tradizione dall'imperatore Chiao Kuang Yin della dinastia Sung.

    Le seguenti armi sono invece una sorta di voluminosi tirapugni provvisti di lame affilate e punte acuminate ciascuno con un disegno particolare (per chi ha visto La Trigre ed il Dragone è l'arma con cui Volpe di Giada uccide l'ufficiale di polizia in incognito) ogni tipo ha il suo nome ed un particolare "elemento" associato:

    -Lama vento e fuoco (feng huo dao)

    -Lama a luna crescente (yue liang dao)

    -Lama Cielo e Luna (tian yue dao)

    Dardo (piao) usato come arma a punta da lancio.

    Pugnale (pi shou) non credo ci sia bisogno di spiegazioni

    Mazza da guerra (Chui) una sfera o un ottaedro metallico provvisto di un lungo manico. VEnivano spesso utilizzate in coppia.

    e non finiscono qui.... ma penso di averti dato già una buona panoramica.

    Difficilmente comunque ti capiterà di sperimentarle tutte-tutte in un corso di kung fu. L'utilizzo delle armi è riservato a praticanti esperti che hanno già assimilato concetti fondamentali di postura e di movimento... le armi più utilizzate nei corsi di kung fu sono:

    Bastone, sciabola, spada, lancia, coltelli farfalla.... ma a seconda dei corsi e delle scuole si possono trovare molte altre armi (coltelli farfalla, catena a 9 sezioni, panca, flauto, ecc).

    Fonte/i: praticante di kung fu tradizionale "viaggio nel kung fu" Storia e metodi - Giuseppe Giosuè - Luni Editrice
  • 1 decennio fa

    Cosa intendi per tradizionali? Ogni arte marziale che prevede l'uso di armi utilizza quelle che appartengono alla tradizione in uso nel paese di provenienza. In vari casi c'è la doppia tradizione delle armi dei nobili e dei guerrieri e quelle del popolo (come ad esempio sai, tonfa, nunchaku, attrezzi agricoli trasformati in armi; il loro uso era diffuso come armi sia in Cina che in Giappone).

    Se specifichi meglio sarà possibile risponderti con precisione.

  • 1 decennio fa

    KOBUDO

  • 1 decennio fa

    Ciao io pratico Ju-jitsu, e utilizzo anche le armi (nunchaku, tonfa, sai, bo, jo, e boken)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Che intendi per tradizionali? Ogni arte marziale prevede l'utilizzo di armi presenti nel periodo e nella zona in cui è stata fondata. Quindi in tutte le arti in cui è previsto l'uso di armi, si usano armi "tradizionali" della zona.

    Ciao alla prossima

    @Ah ecco, in effetti tutte. Questo perchè c'era il divieto di possedere armi, quindi ci si dovette "arrangiare con quello che si aveva". Questo non vale però per le arti marziali direttamente derivanti dalla classe Samurai (aikido, aikijutsu, kendo, iaido), in questi casi, è previsto l'uso della katana. Vale anche per il ninjutsu, derivante dall'arte dei ninja, che prevede l'uso del Ninjato (katana con filo dritto e più corta).

    Naturalmente mi sto riferendo alle arti nipponiche perchè sono quelle che conosco.......

  • auri
    Lv 6
    1 decennio fa

    se puoi chiarire "tradizionali"

    grazie

    ok.. leggi il buon Earendel...

  • 1 decennio fa

    Guarda in genere l'arte marziale ke ti insegna come si usano le armi tradizionali è l'Aikido,ma solo armi bianche fa; se invece si vuole fare sia le tradizionali ke quelle bianke bisogna fare Yoseikan Budo. E' una disciplina ke insegna ogni sorta di arte marziale e anche a padroneggiare l'uso delle armi tradizionali e bianke giapponesi,anke i nunchiaku,ke sono armi cinesi per lo più usati nel Kung Fu. Spero di esserti stata d'aiuto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.