Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

filosofia di rosso malpelo all' interno del racconto?

Si trova d'accordo oppure no con i minatori e il narratore????

1 risposta

Classificazione
  • Mile
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ho trovato solo questo:il narratore, esterno alla vicenda, è un osservatore impassibile e oggettivo (a focalizzazione esterna) e si limita a registrare i fatti, proprio per questo la crudità dei fatti narrati è resa per intero al lettore, essendo, infatti, assente qualsiasi tipo di commento o intervento del narratore.

    Personaggi

    Rosso Malpelo è il protagonista dell'omonima novella, egli viene presentato, dal narratore con una caratterizzazione diretta e viene approfondita in seguito, indirettamente, la sua figura attraverso altri personaggi (per es. il rapporto con Ranocchio). Il narratore ne da una caratterizzazione fisica ( brutto ceffo, sempre cencioso e sporco di sabbia), psicologica (torvo, ringhioso e selvatico) e sociale (emarginato e vilipeso da tutti). Lo si può definire come un personaggio statico, nonostante forse si avverta in lui il seme di un cambiamento interiore. E’ una persona emarginata e denigrata dalla società in cui vive, chiamato così a causa dei capelli rossi che, secondo le superstizioni dell’epoca, erano riconducibili alla sua presunta malignità e cattiveria. Cresce con questa convinzione Malpelo: subisce la violenza sia alla cava che in famiglia, dalla madre (che "non aveva mai avuta una carezza da lui, e quindi non gliene faceva mai") e dalla sorella ( che, nel dubbio che Malpelo sottraesse qualche soldo dalla paga "gli faceva la ricevuta a scapaccioni"); ben tre morti scandiscono la sua "educazione sentimentale" (al centro, fra quella del padre e quella di Ranocchio, la morte più significativa: quella del Grigio); così, non può far altro che divenire "saggio" e rovesciare sui più deboli (Ranocchio e il Grigio), a fine "pedagogico", la violenza che riceve dai più forti. Nonostante questo Malpelo avverte, anche se confusamente, che c’è la possibilità di un mondo diverso, al di fuori di quello in cui vive lui; desidera, pur non comprendendolo appieno, un mondo fondato sull’amore (e non sulla violenza): quel mondo che gli evocano i calzoni di fustagno o le scarpe del padre ("gli pareva che fossero dolci e lisci come le mani del babbo, che solevano accarezzargli i capelli "), o il pensiero che si potrebbe lavorare diversamente (come il manovale "cantando sui ponti, in alto, in mezzo all’azzurro del cielo, col sole sulla schiena "; o come "il contadino, che passa la vita fra i campi, in mezzo al verde, sotto i folti carrubbi, e il mare turchino là in fondo, e il canto degli uccelli sulla testa"), o ancora il paradiso di cui gli parla Ranocchio ("dove vanno a stare i morti che sono stati buoni, e non hanno dato dispiaceri ai loro genitori"), infine il pianto della madre di Ranocchio per il figlio morente (e qui Malpelo ha bisogno di un alibi, per continuare ad accettare il proprio mondo: la madre di Ranocchio piangeva perché "il suo figliolo era sempre stato debole e malaticcio, e l’aveva tenuto come quei marmocchi che non si slattano mai. Egli invece era stato sano e robusto, ed era malpelo, e sua madre non aveva mai pianto per lui, perchè non aveva mai avuto timore di perderlo."). Malpelo è una delle vittime di una società chiusa ai cambiamenti, perciò le credenze sono più importanti delle persone e relegano chi certi difetti ad uno stato di emarginazione.

    Personaggi secondari

    -Ranocchio è l'amico più caro di Malpelo;

    -la madre e la sorella di Malpelo che si ricordano di lui solo per la paga che deve portare a casa ed in seguito neppure più per quella;

    -Mastro Misciu, Bestia : il padre di Malpelo, l'unico familiare che lo comprendeva ( è morto, il suo personaggio vive solo nei ricordi di Malpelo)

    -lo sciancato ( zio Mommu), uno dei manovali;

    -i compagni di lavoro di Malpelo che lo emarginano e lo deridono;

    -il Grigio, l’asino da soma della cava, personaggio molto simbolico;

    -il carcerato.

    CIAO.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.