Dea ha chiesto in Arte e culturaArti visiveFotografia · 1 decennio fa

Fotografi di tutto il mondo a rapporto. Qualche dritta per la fotografia di musica dal vivo?

Consigli, avvertenze. Insomma qualcosa utile da sapere. Sono principiante nella fotografia e non ho mai sperimentato (e vorrei) la fotografia di musica dal vivo. (Non so se vi può essere utile ma possiedo una Nikon D60)

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Dunque, rudimenti per concerti dove c' è molto pubblico...per esempio a teatro con luce scarsa:

    Fotocamera reflex;

    Fondamentale un punto d' appoggio solido: Un buon treppiede o monopiede (dipende dalle condizioni di ripresa) con testa ribaltabile per cambiare l' inquadrarura da orizzontale a verticale in modo rapido;

    Obiettivi tele di grande luminosità possibilmente stabilizzati (nel caso nikon si chiamano VR). Sconsigliabile lo zoom perché spesso sono poco luminosi apparte casi particolari (e costosi). anche un buon grandangolo con zoom nella borsa per fare qualche foto da vicino con il flash, non guasta mai;

    Tenersi pronti a impostare il sensore a sensibilita da alta a molto alta (da 400 iso in su), spesso, salvo eccezioni. In questi casi si lavora quasi solo con questi parametri per avere la possibilità di permettersi tempi di esposizione brevi.

    Non fare mai uno scatto solo per ogni foto. prendi l' abitudine di fare 3/4 foto a ripetizione per volta, questo perchè musicisti o cantanti si muovono e gesticolano, quindi hai più possibilità, su 4 foto fatte a raffica una dopo l' altra, di "beccarli con la mossa o l' espressione giusta scegliendo poi la foto miglore;

    A questo scopo assicurati di avere una card di memoria capiente e sgombra da altre foto prima di fare un servizio. Comprati una bella card da 2 gb....costano un pò ma stai tranquillo che è un investimento;

    Il flash portalo e tienilo montato sulla macchina, ma solo per sicurezza, nel caso tu possa avvicinarti all' artista tanto da fargli delle foto da vicino, li lo puoi usare. Da lontano non serve a nulla, ti illumina le capocce degli spettatori più vicini e il resto ti viene buio perchè la maccina ti imposta il tempo fisso sincronizzato con il lampo e la luce non ti arriva fino al palco.

    Paraluce obbligatorio sull' obbiettivo, se ci sono riflettori che illuminano potrebbero farti riflesso.

    Muoviti in silenzio durante il lavoro e vestiti possibilmente di scuro. La macchina Nikon D60 che hai va bene e una volta assimilati questi consigli, sbizzarrisciti e vedrai che ti divertirai farai degli ottimi lavori.

    Ciao!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ci sono generi peggiori, ma anche la musica "live" non scherza in quanto a difficoltà e, purtroppo, ad esigenze tecniche...ma di solito si può sintetizzare tutto dicendo "iso al massimo, diaframma tutto aperto e dita incrociate" : P

    intanto bisogna stabilire la distanza da cui si faranno le foto: se si ha modo di stare molto vicini non serve una particolare attrezzatura, già con un banale 18-55stabilizzato potresti ottenere qualcosa di interessante...anche se qualcosa di più luminoso [ come il tamron 17-50/2,8 ] non farebbe schifo ; )

    ...se invece i musicisti sono molto distanti un'ottica "lunga&luminosa" e magari pure stabilizzata [ o si usa monopiede ] è quasi d'obbligo, in genere l'obiettivo classico è un 70-200/2,8

    alla fine quello che fa la differenza è l'illuminazione e questa purtroppo varia tantissimo da caso a caso

  • 1 decennio fa

    macchina in primis da cambiare, ai concerti devi scattare con un minimo di 400 iso se non di più visto l'ambiente scuro, il flash scordatelo sempre se non sei a distanze ravvicinate. Scatto rapido per fotografie al cantante, scatto un pò più lento per le panoramiche palco etc..un monopiede può servire, anche se non molto. La fregatura arriva con i teleobiettivi, li si comincia a parlare di 500mm se non di più dato che di solito i fotografi accreditati vengono posizionati su di un palco a circa 20 mt. dal palco....altra cosa, sei accreditato? Finchè sono gruppetti etc... o cantanti medi può anche farcela ma se cominci a lavorare con calibri come Madonna, U2 etc.. l'accredito te lo scordi se non hai una agenzia o una testata giornalistica che te lo procura. Giusto per capire questi sono alcuni scatti che ho fatto con compatte e medio compatte, nell'ultimo concerto di Madonna purtroppo non sono riuscito ad avere l'accredito dall'agenzia per motivi di tempi, così ho usato una media-compatta Casio, ma il rumore si vede

    http://www.chinellatophoto.com/index.php?&set=124&...

  • esposimetro in lettura "spot"

    le luci sul placo mettono in crisi i vari matrix e letture pesate.

    imposta un iso medio alto 400/800 iso

    imposta la macchina su lettura spot

    poi zumma al massimo e inquadra il soggetto e segna la coppia tempo/diaframma che ti da la macchina.

    ora vai in manuale e lascia impostata quella coppia, attiva la funzione di breakting su +1 -1 EV e inizia a scattare.

    guarda i risultati e vedi come intervenire sul tempo e il diaframma di conseguenza.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Scatta a nastro, quoto iso al massimo e diaframma a massima apertura.

    Ovviamente niente flash e giocati tutto sulle sovra e sottoesposizioni!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.