Roberto ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Ma se uno non fa qualche caxxata prima dei 25 anni...?

Può dire di aver vissuto veramente a pieno la sua giovinezza?

Voi che ne pensate?

Aggiornamento:

Ho letto tutte le vostre risposte.... Tutte carine, comunque io non intendo andarsi a rompere la testa al muro a 150 km/h o drogarsi fino a finire in coma... Intendo quelle cavolate (magari di poco conto) che però se uno non fa quando ancora è giovane, poi non fa più, e magari poi le rimpiange tutta la vita...

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Dipende da cosa intendi. Ci sono cose che è giusto sperimentare ad una certa età, ma dovrebbero essere tutte esperienze che aiutano la maturazione e che quindi possano essere utili ad una maturazione, insomma qualcosa su cui riflettere.

    Io ho 21 anni e da ragazzina (15/16 anni) mi è capitato di bere per il puro gusto di cacciare giù alcol, con il risultato di passare ore sulla tazza del wc: ora non sento più alcun bisogno simile quando esco, e se bevo scelgo cose che mi piacciano molto senza esagerare con la quantità. Esempio: invece di prendere 3 birre scadenti mi prendo un bicchiere di vino buono e me lo godo.

    Vedo invece molti miei coetanei che quando escono (anzi, prima che inizi la serata) cercano il bar più economico per ubriacarsi e passare la serata completamente fuori (anche al volante, purtroppo).

    Questo è uno dei tanti esempi di "cazz.ate" che non portano a nulla, non sono costruttive, cose per le quali in un futuro non ti dici "bei tempi quando vomitavo l'anima ogni tre giorni e la mattina non mi ricordavo nemmeno cosa avevo fatto la sera prima", ma solo "quanto tempo ho sprecato inutilmente invece di trovare una compagnia in cui ci si divertisse davvero".

    Un altro esempio di cazz.ata?

    "perchè non provare solo una volta il sesso non protetto? che sarà mai!" e poi ti trovi terrorizzata (inisieme a lui, se va bene) in una sala d'attesa dell'ospedale aspettando che le infermiere ti chiamino per abortire. Oppure ti trovi proprio con un bel neonato da seguire: non mi pare una sciocchezza.

    Io credo che ad una certa età, per me databile tra i 19 e i 25 anni, non ci sia posto per le "cazz.ate" fini a sè stesse, ma piuttosto per i "gesti avventati". Che so, una sera ti annoi? se hai lì qualche soldo prepari lo zaino e prendi il primo biglietto del treno che ti capita e ti fai un giro di qualche giorno in una città. Oppure lavori qualche mese per pagarti il viaggio attraverso l'europa, o attraverso una nazione qualsiasi. Ecco queste sono esperienze che richiedono coraggio (ma attenzione non stupidità e ingenuità, che possono essere fatali) e che davvero ti permettono di dire "ah bei tempi quando avevo vent'anni ed ero libero".

  • 1 decennio fa

    ciao!! e sì le caxxate (nei limiti) rendono veramente piena la giovinezza e ora che sono passati alcuni anni sono motivo di grosse risate quando ci ritroviamo x una cena .....abbiamo combinato di quelle... io e i mie amici ora purtroppo o per fortuna!!! non potremo più fare!!! devo dirti francamente che l'età max direi che è i 20 ......25 bisogna già considerarsi adulti!!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ... bè, l'adolescenza è il sinonimo di "caz.z.ate" nel senso, non ce ne sono molti che prima dei 25 anni non ne hanno fatte neanche una...

    perchè qualche marachella si fa lo stesso. Magari non cose esagerate ma anche rispondere male a un'insegnate è una caz.z.ata, oppure prendere la multa per aver risposto male al carabiniere... queste tu come le chiami?! neanche i figli di Diana non sono così perfetti...

    hehehe :-) a mio parere è impossibile!

  • 1 decennio fa

    e chi è che no ha fatto delle cavolate, tutti le facciamo anche s e a volte alcune son un pò rischiose o ci creanoi casini, fin quando si trattadi cavolate senza gravi conseguenze ben vengano ma se si dovesse trattare di cavolate serie meglio non farle, si vive lo stesso e si vive meglio.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    che per le cazzate non c'è età.

    e cmq l'importante è vivere come si vuole, e nn seguendo uno schema.

  • .
    Lv 4
    1 decennio fa

    scopro ora di avere un'innata saggezza allora

  • Anonimo
    1 decennio fa

    dipende da che caxxata è

  • 1 decennio fa

    aver fatto cazzate entro i 25 anni della propria vita e credere di averla vissuta pienamente...uhm...spesso certe esperienze portano a guai...peso che comunque le esperienze di tutti i tipi non fanno affatto male...ma per me non ce una dta stabilita per finire la propria giovinezza dipende....comunque le esperienze della giovinezza fanno parte delle esperienze della vita nel complesso..:D ma non e detto che avendo fatto tute le ca***te del mondo hai vissuto la giovinezza...baci stellina*

  • 1 decennio fa

    Credo proprio di no...!! ;) Ovviamente senza esagerare.. altrimenti ci si può giocare la vita!

    Ciao!! ;)

  • 1 decennio fa

    mah io sn contenta delle cavaolate ke ho fatto ..certo nn tte però ..nn s è mai troppo giovani se nn s fan cavolate..ma xkè sti pllici x cavolate nn intendo drogarmi o fare cose fuorilegge..mah!!!tti santi sn qui dentro

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.