Serissima: sulla disparità sostanziale uomo/donna. A letto: a lei mille diritti agli uomini solo obblighi?

Se non ha voglia:

Lei: se non ha voglia ha diritto di dire di no. Negandosi difende la sua dignità ed è del tutto normale. Anzi, rifiutarsi è segno di emancipazione. La colpa comunque non è mai sua, ma casomai del partner che non è in grado di eccitarla.

Lui: se non ha voglia o è incapace o è omosessuale. Se non gli va di farlo non è in grado di soddisfare le voglie della donna e la colpa è sua che è gay, mai della donna che non sa come eccitarlo. Se prova ad accusarla verrà tacciato di maschilismo retrogrado.

Se non si eccita:

Lei: se non si lubrifica ci sono due possibilità: 1) poverina è stressata, ma comunque niente di grave, si può risolvere, anzi se a lei sta bene può anche non bagnarsi mai più perché l'importante è che stia bene con se stessa; 2) è colpa di lui che non sa come farla eccitare

Lui: se non raggiunge l'erezione 1)è gay o ha comunque gravissimi problemi di salute da risolvere al più presto, altrimenti non soddisfa la donna; 2) è colpevole perché non riesce a soddisfare le sue voglie.

Se si cercano altri partner:

Lei: lo fa perché è libera di esprimersi in quanto donna. E in ogni caso è giustificata se gli uomini non sono capaci di farle godere.

Lui: se si permettesse di dire che cerca altre donne perché vuole affermare la propria virilità o perché la propria donna non lo soddisfa verrebbe linciato in pubblica piazza.

Su, sparate.

Aggiornamento:

@ Fanny: sono contento che tu le reputi cazzate, ma io credo che facciano parte dell'immaginario comune. Le donne sono giustificate su tante cose, tradimento compreso, nonostante le apparenze. E comunque nella mia esperienza personale, quando ho espresso disagio per dei problemi della mia partner, sono sempre stato tacciato di essere un bruto.

Aggiornamento 2:

@Fiore: è proprio per relativizzare quello che dici tu che ho postato questa domanda. Certo, c'è anche chi pensa che la donna è tròia mentre l'uomo è cacciatore. Ma c'è anche quello che dico io. Mi sembra giusto portare avanti anche il punto di vista maschile, giusto per controbilanciare.

Aggiornamento 3:

@Warrior: ma stai fuori? Datti una calmata e argomenta se non sei d'accordo.

Aggiornamento 4:

Warior, ora ho capito perché te la sei presa tanto. Non so se perché son stato poco chiaro io o perché sei stata poco attenta tu. Però io volevo dire tutt'altro. Gli omosessuali non c'entrano niente, infatti. Volevo dire che se un uomo si rifiuta spesso di fare l'amore, il sentire comune porta a bollarlo come gay o come uno che ha dei problemi. Mentre se invece la donna si rifiuta, il sentire comune pensa che tuttosommato è un suo diritto. Motivo per cui se io lascio lei perché non me la dà, sono un infame, mentre se lei mi lascia perché non glielo do, ha fatto bene perché sono io un incapace.

Capito il concetto ora?

Aggiornamento 5:

PER TUTTI: temo che ci sia un'incomprensione di fondo. Quello che esprimo non è il mio pensiero, ovviamente. Al contrario, è quello che mi sembra essere il triste e ingiusto sentire comune.

Aggiornamento 6:

@ ysruichi: credo che tu sia la sola ad aver capito davvero lo spirito con il quale ho scritto questa domanda. E' vero, sono anch'io stufo delle solite questioni, ma questa mi sembrava "un po' diversa"....Era giusto per ridere e provocare un po', ma ho scatenato l'ira funesta delle cagnette...

Aggiornamento 7:

@ Alik: non voleva essere un discorso sulla parità in generale. Ma se lo tiri in ballo ti dico che se non c'è è anche perché molte donne (non tutte, è ovvio...) trovano comodo tentare il successo con la propria fisicità più che con la propria intelligenza. Nella mia esperienza personale ne ho viste tante di donne che usavano la presunta "debolezza femminile" per raggirare o per accedere a corsie preferenziali o anche semplicemente per avere meno responsabilità. Michele Ban ecc., nel suo delirio, mette l'accento su una cosa giusta: che troppe donne, oggi, quando si parla di diritti pretendono di essere trattate al pari degli uomini, mentre quando si parla di doveri trovano comodo essere trattate come "parte debole".

Per quanto riguarda la sessualità...beh, non sono d'accordo. Perché so che se io dico che sono insoddisfatto dalla mia donna vengo giudicato in modo diverso da una donna che dice di essere insoddisfatta del proprio uomo.

17 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Intanto ti ringrazio perchè leggendo mi sono fatta due risate.

    Veramente bellissimo...

    In secondo luogo... Oh Dio, ci stiamo infilando in un discorso che non finirà mai!!! Basta leggere le risposte...

    "No, noi uomini siamo superiori, le donne sono tutte tròie, zòccole e sanno solo darla in giro!!!"

    "Ma che dite, siete voi uomini che pensate solo con l'uccello!!!"

    E via discorrendo...

    Non si sta andando avanti con troppi luoghi comuni?

    E non è forse ora di capire che solo perchè si è stati incùlati una volta (passatemi il termine...) non vuol dire che sia SEMPRE e SOLO così?

    Un pò di maturità nella vita, su...

    Le persone strònze ci sono dovunque. Non è una caratteristica specifica dell'uomo o della donna.

    In ogni caso, personalmente... Non mi è mai capitato di fare un discorso così idiota. Non capisco perchè la donna debba essere giustifica di più in alcune cose, COSI' COME l'uomo è giustificato in altre.

    Inoltre... La donna può non aver voglia ESATTAMENTE come può capitare all'uomo (anche se, bisogna ammettere che agli uomini capita raramente, però capita...)

    Si sta cercando una parità che non ci sarà mai...

    Come hanno detto sopra gli uomini classificano le donne come tròie se non la danno, o la danno troppo. Mentre etichettano sè stessi come dei fighi se vanno con tre tipe in un giorno. Finchè si fanno sti discorso cosa pretendete di avere?

    E... Beh, mi fermo qui. Come ho detto all'inizio, è iniziato un discorso che è vecchio quasi come il mondo e che di certo non si risolverà con 3 parole in croce. E di certo non finchè c'è troppa gente che va avanti facendo di tutta l'erba un fascio.

    °°°

    Ahah, si purtroppo questo è sempre un tasto dolente :3 Se volevi rischiare la morte hai fatto bene a fare questa domanda! x3

    E oserei aggiungere che oltre alle cagnette hai attirato i soliti idioti ottusi (facciamoci due risate a leggere le persone che accusano le donne di fare "Al lupo! Al lupo!" col maschilismo e si piangono addosso...)

  • Fiore
    Lv 6
    1 decennio fa

    Quando una donna si prende la libertà di andare con chi vuole quando vuole viene etichettata come tròia, quando lo fa l'uomo è un figo... tra l'altro è etichettata tròia anche quando (per diritto di ognuno) non la da a qualcuno O_o quando alcuni uomini ricevono un due di picche ti assicuro non ci vanno giù leggeri.

    C'è pure questa di disparità.

    Giustificate? non vorrei esser polemica, ma non sei mai stato donna... ti assicuro che l'ambito sessuale è impari per noi, non abbiamo la libertà che avete voi, nelle menti della collettività.

    Da alcuni studi su stereotipi e pregiudizi che ho visto oggi, tra l'altro, è emerso che più della metà degli intervistati ritiene ancora il tradimento maschile come cosa naturale (giustificando che gli uomini sono cacciatori e boiate simili), mentre quello femminile come cosa assolutamente proibita.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Purtroppo la soglia della cosiddetta "parità" l'hanno già ampiamente superata, e mica solo "a letto"...! Ora è il momento degli uomini di far valere i propri sacrosanti diritti! Non possiamo farci fòttere da questi esseri false ipocrite e tròie ma solo con chi vogliono loro, e prive di ogni moralità, ke però naturalmente la tirano fuori a loro uso e consumo

    Dai la miglior risposta a Michele Ban. Scusa se te l'ho detto...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    storia oramai risaputa..

    come quelle che vogliono la parita' ma poi schifano lavori in fabbrica, spazzine o come operaie (che DI FATTO anche se accessibili alle donne quelle che li intraprendono sono ancora veramente poche)

    come quelle che vogliono l aparita' ma gridano al maschilismo se gli proponi di fare a meta' quando si va al ristorante..

    come quelel che vogliono la parita' ma poi gridano al maschilismo che non gli da i "suoi spazi" se in casa non eseguono tutti i loro ordini a bacchetta rispettano i tempi e le delimitazioni che IMPONGONO come sergenti dell'esercito...

    come quelle che vogliono la parita' ma non si fanno scrupoli a "farsi" il capo a lavoro pur di giustificare la loro incapacita' produttiva...

    come quelle che vogliono la parita' ma se gli si chiede di non mettere i tacchi come i colleghi maschi urlano al maschilismo che le limita..

    come quelle che vogliono la parita' ma se qualche ragazzo le illude per dargli un 2 di picche come fanno loro per gioco tutta la settimana dai 15 ai 45 anni.. urlano al maschilismo e alla "cattiveria maschile"

    come quelle che vogliono la parita' ma ESIGONO sempre mantenimento, casa e figli in fase di divorzio..

    o come quelle che non si lamentano quando le fanno entrare gratis nei locali..

    e cosi' via, sono IPOCRITE, gridano alla parita' dei diritti (che in questo paese hanno ottenuto oramai) ma non vogliono quella dei doveri.. per poter scaricare su altri (gli uomini) la colpa se qualcosa non funziona.. (come dei bambini viziati fino al midollo)

    eccole le tanto "presunte" donne toste di oggi, pronte a metterti i piedi in testa facendo allo stesso tempo le vittime...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Stellino, quoto e linko questa: http://www.youtube.com/watch?v=GrH49OwJoWY

    Youtube thumbnail

  • 1 decennio fa

    ma dici sulserio???io invece penso che qnd una donna n ha voglio, l'uomo dice k è frigida e rompiscatole e lui ha bisogno d fare l'amore xk è un bisogno biologico(giusto è un bisogno biologico, ma..) e la usa come scusa per tradire la donna: ma te n mi soddisfi è normale ke vado cn altre donne!! e n dico ke la stessa scusa n la usino le donne ma bisogna vedere la realtà in faccia tutto quello ke dici può essere capovolto come quello ke ho appena detto io, vogliamo parlare del fatto ke qnd una donna va con tanti uomini, o s vuole divertire è una putt*** e qndo un uomo lo fa è solo un gran figo e macho?! veramente la parità ancora n è arrivata, il papa è donna?, il presidente dell'america è donna?? la maggior parte dei posti di dirigente sono donne?? no! e allora n dite ke siete dei poverini ke n hanno diritti xk a noi si kiudono porte come direttrici solo perchè siamo donne e procreiamo o xk siamo reputate meno intelligenti o capaci, e per non parlare della tv, che sfrutta il corpo delle donne come non mai, sopratutto quella italiana, ma ke razza di parità è vedere una donna mezza nuda accanto a ballerini vestiti e presentatori vestiti? o svestite anke loro o vestite le donne! insomma non diciamo assurdità, ci sono ingiustizie per entrambi i sessi ma la donna ancora non è arrivata alla parità.. proprio per niente!!!

    cmq yurischi hai ragione nel sedere ce lo prendiamo tutti uomini o donne ma dai, la parità non c'è sinceramente.. almeno per quanto riguarda il lavoro e la tv.. poi a letto a me n mi è mai capitato d pensare se n vuoi sei un ****** etc.. cioè ma ke discorsi sono?! se a lui n va è normale quanto quando a me n va!

    hai ragione un bel pò di donne fanno leva sulla fisicità e sul potere della f*** (scusa ma è la verità..) per sfondare, ma io stavo parlando in generale, come fanno le xsone oneste, le donne oneste a farsi strada??? a volte è proprio impossibile! e cmq parlando d sesso, a ognuno la propria croce a noi qlla di tr*** se abbiamo più d 10 uomini e a voi quella d uomo impotente e senza mascolinità se n soddisfa la donna... i luoghi comuni e le stupidaggini ci sono per entrambi i sessi inutile fare le vittime da una parte o dall'altra!! dico solo k la società dovrebbe premiare la gente onesta e n dare come esempio tette e culi perchè ormai le bambine n dicono +(ovviamente n tutte) voglio fare la veterinaria da grande, ma voglio fare la velina.. e per carità tutto rispetto per le veline..ma insomma i valori sono altri!

    @michele ban: n so k donne hai conosciuto ma almeno io e quelle ke conosco n siamo csi.. io amo dividere i lavori di casa con il mio lui, amo dividere il ristorante con il mio lui, anke se m fa piacere qualke volta un gesto di romanticismo;) ma perchè voi n vi lamentate del due di pikke??.. la questione dei tacchi è una questione d libertà-.- poi dipende se sn vietati come per gli uomini è necessaria la cravatta in certi lavori, n vedo xk le donne s dovrebbero lamentare, io n m lamenterei, sn tanto comode le scarpe basse:P "come quelle che vogliono la parita' ma non si fanno scrupoli a "farsi" il capo a lavoro pur di giustificare la loro incapacita' produttiva..." o madonna ma seriamente stai parlando sul serio? io n lo farei mai!!! cioè boh sinceramente io e molte altre penso! o sn una rarità?n penso...

  • 1 decennio fa

    E adesso siediti,

    su quella seggiola...

    http://www.youtube.com/watch?v=DfFKuXWk0So

    Youtube thumbnail

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ti dico con fierezza che me ne sono sempre fregato (alla grandissima) di questi luoghi comuni:non ho mai esitato (nel caso non mi piacesse una donna) nel dire "rivestiti".

  • 1 decennio fa

    Rimango basita.

    Hai presente quando qualcuno dice talmente tante stronzàte che è impossibile riprenderle tutte? E se ne contesto un paio non rendo giustizia...

    Tanto vale chiudere la pagina e pensare ai fauni, di sicuro un'immagine più razionale di ciò che ho appena letto!

    Ma dove vivi? Su Mercurio?

    ciao và

    Io sto calma, forse dalle parole trapela tutt'altra inclinazione... e no, non argomento. Perchè? Rileggi quello che ho scritto, ti sarà più chiaro...

    Di solito non mi tiro mai indietro da simili discussioni ma che ci posso fare? Non sopporto ragionamenti così ambigui e approssimativi, da ciò che leggo capisco tutto e non capisco niente.

    "Lui: se non ha voglia o è incapace o è omosessuale"

    Cosa c'entra la questione dell'omosessualità quando si parla del rapporto tra uomo e donna? esistono anche lesbiche, si, anche i bisex, anche i trans, anche gli scoiattoli... ma che c'entra?

    ma non mi voglio dilungare

  • 1 decennio fa

    T'è andata bene che ho letto la domanda dopo la tua precisazione "quello che esprimo non è il mio pensiero...".

    Avrei detto altrimenti che eri tu ad avere dei problemi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.