Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaRettili · 1 decennio fa

Tartaruga URGENTE!!!?

Salve a tutti ho una tartaruga trachemis scripta scripta è di circa 25 cm ed ha il carapace deformato mangia il mangime sera raffy vital e sera raffy P ma non si cura resta sempre deformato. Cosa posso fare? C'è qualche cura?

dal veterinario ci sono andato e mi ha detto che non si occupa di tartarughe.

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    se non hai integrato con calcio e vitamine,e indispensabile LAMPADA UVB(,costa 5 euro quella con attacco da abatjour) e normale che si sia deformata!!gli dai pescetti vivi?grilli?carne bianca?verdure?vari la dieta?una tartaruga nutrita a barattolini di ganberi essiccati e mondezze del genere vive,si ma morendo lentamente!xke non ti sei informato prima di acquistare la tarta sui suoi bisogni??

    ABC TARTA D'ACQUA

    1- Hai appena comprato o ti è stata regalata una tartarughina d’acqua e non hai idea di come tenerla? Questo vademecum è per te. Ti darà una serie di regole base per far crescere il piccolo rettile in modo corretto, e va integrata con una buona consultazione di testi specifici e siti internet. Più cose saprai sulla tua tartarughina, meglio sarai in grado di tenerla. Cominciamo.

    2- Con tutta probabilità la tua tartarughina appartiene al Genere Trachemys. Un gruppo di tartarughe d’acqua dolce di provenienza americana. Fatte nascere in grandi allevamenti in America e poi esportate in tutto il mondo. La specie più commercializzata è Trachemys scripta scripta. Ma le informazioni che trovi qui vanno bene anche per le altre specie affini.

    3- Il tuo animale è un neonato. Da adulto sarà MOLTO grossa. Attorno ai 30/40cm. Crescerà in fretta e raggiungerà queste dimensioni in circa 5 anni. Non rimarrà piccola se nutrita poco. Semplicemente morirà di stenti. Preparati a allestire una vasca di dimensioni adeguate per lei. Il sesso dei neonati è impossibile da determinare. I maschi adulti hanno una coda più lunga e spessa e artigli più lunghi delle femmine.

    4- Queste tartarughe vivono in laghi, stagni, lanche allagate. Passano la giornata nuotando e cercando cibo in acqua e scaldandosi al sole su tronchi e oggetti galleggianti. Il sole e le radiazioni UVB sono indispensabili per farle crescere bene e consentire loro di digerire il cibo. In natura si nutrono di pesci e anfibi, invertebrati acquatici, carcasse di animali finiti in acqua e di vegetazione acquatica. I neonati sono più carnivori, crescendo invece diventano prevalentemente vegetariane.

    5- La vasca. Queste tartarughine hanno bisogno di TRE cose. 1) Acqua pulita in cui nuotare, che sia alla temperatura giusta. 2) Una zona asciutta su cui salire per scaldarsi e digerire il cibo. 3) Una fonte di raggi UVB. Finchè sono piccole si può usare una qualsiasi vasca di plastica di volume non inferiore ai 30l. La profondità dell’acqua dev’essere ALMENO due volte quella del guscio dell’animale. L’acqua deve essere mantenuta sempre tra i 25 e i 28C°. E’ sufficiente usare un piccolo termoriscaldatore per acquari, immerso nell’acqua. La parte acquatica può essere dotata di filtro oppure si può tenerla pulita con cambi dell’acqua. La zona asciutta può essere realizzata con pietre, mattoni, lastre di plexiglass. L’accesso dev’essere agevole e la tartaruga deve potersi asciugare completamente. Sopra la zona asciutta va posizionato un normale faretto da lettura, con una lampadina di 40/60W che porti la temperatura dell’area a 30C° (misurata con un termometro!). Sopra la vasca va installata una lampada emettente raggi UVB che può essere sia un tubo al neon specifico per tartarughe (NON vanno bene i neon per acquari) che una lampada compatta specifica per rettili (entrambi reperibili nei negozi per rettili) La percentuale di emissione di UVB dev’essere 8%. Di notte le luci vanno spente. Attenzione! Faretto riscaldante e lampada UVB non sono alternativi l’uno all’altro, servono ENTRAMBI per una crescita corretta della tartarughina nei mesi invernali! Se hanno freddo non mangiano e muoiono lentamente! Se passano molto tempo all’asciutto sono malate! In fondo alla pagina trovate un semplice schema che vi illustra come allestire la vasca e alcune foto di una vasca allestita per Trachemys adulte!

    6- In primavera ed estate le tartarughine dovrebbero stare all’aperto in modo da avere accesso al sole naturale. Bisogna fare attenzione a non cuocerle, ovviamente! Se avete un laghetto in giardino, che corrisponda alle necessità di queste tartarughe, è possibile e addirittura consigliabile mantenerle per tutto l'anno all'aperto, ua volta che abbiano raggiunto i 2 anni di età.

    7- Il cibo. Sono rettili onnivori. Ricordate che il miglior cibo è quello che imita quel che mangerebbero in natura. Quindi ogni volta che state per dar loro qualcosa, pensate se qualcosa di analogo potrebbe esser trovato da una tartaruga selvatica. La base dell’alimentazione dei neonati è il pesce. Meglio pesci d’acqua dolce, crudi e interi, in modo che gli animali possano mangiare anche lische e interiora, oltre che il muscolo. Tutti i pesciolini di piccola taglia sono adatti. Molto usate le acquadelle o sperlani, trota, persico, perca del Nilo. Il pesce di mare e i molluschi marini vanno somministrati in modo discontinuo: sono tartarughe d’acqua dolce e non si nutrono di pesce marino in natura! Oltre al pesce si possono dare gamberi crudi, tarme della farina, lombrichi e vegetali come radicchio, scaro

    Fonte/i: http://www.sanguefreddo.net/tartarughe/32173-abc-d... 3 APALONE SPINIFERA DI 5 ANNI SANE
  • 1 decennio fa

    Devi andare da un veterinario esotico.

    La malattia della tua tartaruga si chiama MOM ed è causata da mal nutrizione in particolare da carenza di calcio ed eccesso di fosforo nella dieta, carenza di vitamina D3 dovuta a un'alimentazione errata o a un esposizione carente al sole diretto o a una fonte emettente raggi ultravioletti, a una dieta ricca di ossalati contenuti nei cavoli e negli spinaci per es. e infine causata da malattie della tiroide, paratiroidi e di altri organi interni.

    Si interviene correggendo le condizioni di allevamento della tartaruga e poi il veterinario deciderà se aggiungere una terapia farmacologica.

    Quindi miraccomando varia molto l'alimentazione della tua tartaruga e tienila il più possibile esposta al sole o a una lampada a raggi ultravioletti.

    Ah ti consiglio questo sito soprattutto per l'alimentazione:

    www.tuttotartarughe.altervista.org

    Fonte/i: 2 tartarughe scripta scripta e il mio libro sulle tartarughe
  • Fluo!
    Lv 6
    1 decennio fa

    Trova un'altro veterinario.

    Ormai dubito che il carapace possa tornare normale, è adulta.

    http://www.serpenti.it/veterinari.htm

    Prova a cambiare alimentazione, dandole cibi freschi e non il mangime.

    Per l'alimentazione guarda qui:

    PESCE: (fresco o decongelato)

    · SEMPRE: latterini (o acquadelle), alborelle, triotti, alici, sardine, cefaletti, pesce ghiaccio, gambusie, pesce vivo (come gambusie e guppy)

    · A VOLTE: trota, salmone, naselli, pesce persico, merluzzo, platessa, e in generale tutto il pesce d’acqua dolce

    CROSTACEI E MOLLUSCHI: gamberetti d’acqua dolce, chiocciole e lumache

    VEGETALI:

    · SEMPRE: radicchio, indivia, tarassaco (dente di leone), trifoglio, cicorie, piante acquatiche (lemna minor, crescione, lattuga d’acqua, giacinto d’acqua)

    · A VOLTE: lattuga romana, zucchine, carota, spinaci, rucola, sedano, finocchi, soia (o germogli di soia)

    INSETTI: camole della farina, lombrichi, grilli, larve di zanzara

    CARNE: Bianca (pollo, tacchino) o fegatini, con molta parsimonia (1-2 volte al mese)

    PELLET: Di ottima marca (2-3 volte a settimana le baby, 1 volta le adulte)

    OSSO DI SEPPIA: da lasciare nella vasca sempre a disposizione (importante per l’apporto di calcio)

    DA EVITARE: insaccati, farinacei e latticini

    - Le baby vanno alimentate tutti i giorni, mentre una volta raggiunte le dimensioni da adulte (10/13cm) si può iniziare il giorno di digiuno, per poi passare ad alimentare la tarta a giorni alterni (o ogni 2 giorni), preferibilmente al mattino

    - La quantità di cibo da somministrare è all’incirca uguale al volume della testa della tarta (quella è + o – la dimensione del loro stomaco)

    - Le Trachemys sono prettamente carnivore da piccole (ma è buona norma abituarle a mangiare anche vegetali da subito) e diventano onnivore in età adulta (quindi una volta adulte bisogna aumentare la

    quantità di vegetali).

    Ti consiglio il forum di Tartaportal.

  • 1 decennio fa

    ciao...il carapace si deforma a causa di alimentazione scorretta o mancanza di luce adatta...non vorrei allarmarti ma se la tartaruga è già di 25cm non credo si possa fare qualcosa...tu prova cmq e il più presto possibile a cercare un veterinario.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    deformato come?e dove la tieni?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao.. mi spiace x la tua tartaruga... ma x questi tipi di problwmi, così apparentemente gravi, l'unica cosa da fare è cercare su internet un veterinario che si occupa anche di tartarughe. io una volta ne ho avuto bisogno e ne ho cercato uno specializzato in rettili! in bocca al lupo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.