tema sulla tecnica del mosaico... urgentissimo grazie?

anche con qualche riferimento a chiese... grazie

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Tecnica del mosaico

    Materiali necessari: tessere di terracotta, colla vinilica, rete di fissaggio, stucco.

    Strumenti: tenaglie per il taglio, carta vetrata, pennello per stendere la colla, una spatola per stendere lo stucco, una spugna

    PREPARAZIONE DEL LAVORO

    1) Prima di cominciare il lavoro realizzare uno schema dettagliato del mosaico che si intende eseguire. Risulta utile utilizzare carta con quadretti di 1 cm. della stessa misura delle tessere.

    2) Creare un telaio utilizzando delle bacchette di legno o delle squadrette e fissarle ad almeno due lati dello schema.

    POSA DELLE TESSERE

    3) Prima di posare le tessere regolarizzare le eventuali sbavature delle tessere strofinandole su carta vetrata.

    4) Cominciare la posa dall’angolo in alto a sinistra e proseguire in orizzontale.

    5) Continuare la posa sulla seconda riga.

    6) Per seguire lo schema può essere necessario modificare alcune tessere che la struttura del disegno non richiede intere.

    Tagliare le tessere con una normale tenaglia e regolarizzare su carta vetro.

    7) Proseguire a posare le tessere fino al termine dello schema.

    FISSAGGIO DELLA RETE

    8) Una volta terminata la posa delle tessere appoggiare delicatamente la rete di fissaggio sopra la realizzazione facendo molta attenzione a non spostare la composizione appena terminata.

    9) Con un pennello passare uno strato uniforme di colla vinilica sopra la rete che aderendo alle tessere fermerà il lavoro.

    10) Lasciare asciugare e togliere il telaio. Quando la colla sarà completamente asciutta è possibile girare il lavoro e ritagliare la rete di fissaggio in eccedenza.

    STUCCATURA

    12) Questa operazione andrà eseguita dopo aver fissato il mosaico al supporto al quale sarà destinato (scatola, orologio, tavolino, parete, pavimento).

    Preparare lo stucco aggiungendo alla polvere un po’ d’acqua in maniera da ottenere un impasto non troppo liquido.

    Versare il composto sopra il vostro lavoro e con una spatola stenderlo bene facendolo penetrare a riempire le fughe tra una tessera e l’altra.

    13) Lasciare asciugare un po’ per permettere allo stucco di rapprendersi ma non troppo altrimenti diventerà difficile la sua asportazione.

    14) Rimuovere completamente lo stucco in eccesso utilizzando una spugna bagnata e ben strizzata.

    15) Lasciare asciugare completamente ed…ecco pronto il vostro mosaico.

    Potete incollare il mosaico sul supporto che desiderate e quindi utilizzare la piccola piastrella realizzata seguendo quanto vi suggerisce la vostra fantasia.

    Potrebbe essere una bella idea per decorare una bella scatola, inserita in una cornice diventare un quadretto da appendere o un sottobicchiere, insieme ad altre piastrelle potrebbe venire utilizzata come base di un vassoio, nel piano di un tavolo, come cornice ad uno specchio o addirittura … potrebbe diventare un decoro da inserire nel rivestimento a parete della cucina o del bagno, o della pavimentazione interna o esterna personalizzando così ogni ambiente della vostra casa.

    Buon lavoro!

  • 1 decennio fa

    ci sono vari tipi di mosaico ^^ ti parlo di quelli deel mio lavoro, c'è il clasico con vari quadratini di vetro che vanno tagliati tutti nelle stessa forma e incollati per formare un disegno oppure ci sono le vetrate a piombo che sonovetri da 4 mm che vengono invilati in nel piombo che ( entra appena un millimetro e mezzo dentro ) dove c'è bisogno di molta precisione e il piombo viene aldato con lo stano, oppure c'è il mosaico tipo tiffany, che vine usato sopratutto per lampade, se t'interessano queste tipo di lavorazione posso approfondire =)

    prova a dare un occhiata sul sito della vetreria che mi ha formato per vedere se t'interessa qualcuna di queste lavorazioni http://www.vetrate.it/galleria.html

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.