Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteVivere verde · 1 decennio fa

Cosa fai per vivere in armonia con la terra?

L'essere umano “pesa” sempre più sulla vita del pianeta, inquinando, emettendo CO2 e producendo rifiuti. Tu che cosa fai per essere un po’ più “leggero”?

Sai che:

- oltre l'80% delle emissioni mondiali di CO2 sono da usi energetici: hai pensato di scegliere energia rinnovabile? Sai come fare?

- riciclando il vetro si risparmia il 30% di CO2, l'alluminio il 85%: sei attento alla raccolta differenziata?

- 1 km: in treno 35 grammi di CO2; in auto 150; in bici 0

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ecco le dieci (piccole) azioni in cui mi sto impegnando:

    1) Ho stipulato un contratto con Enel che mi garantisce che l'energia che utilizzo proviene esclusivamente da fonti rinnovabili.

    2) Sto cambiando l'automobile e mi sto orientando verso quelle che consumano meno e che hanno minori emissioni di CO2. Magari meno alla moda ma certamente più in linea con la nostra epoca. Oggi un auto che fa meno di 15 km al litro con emissioni superiori a 180 grammi CO2 per chilometro è da considerarsi "OUT", SUV e "macchinoni" compresi. Personalmente sono orientato ad un modello con un consumo sul misto di 4,9 litri per 100 Km con emissioni pari a 129 grammi CO2.

    3) Utilizzo prevalentemente detersivi ecologici, alcuni dei quali garantiti completamente biodegradabili. Preferenza per soluzioni naturali (acido citrico e olio31 al posto di brillantanti e profumi sintetici)

    4) Faccio una raccolta differenziata "spinta" su carta, plastica, alluminio e vetro. Sull'organico ho problemi di spazio ma sto cercando di attrezzarmi.

    5) Evito l'utilizzo della vettura per i piccoli spostamenti ed in città preferendo bicicletta (nella bella stagione), autobus e treno sebbene non sempre i servizi pubblici risultino sufficientemente agevoli.

    6) Cerco di diffondere la cultura del rispetto ed attenzione all'ambiente a partire dai piccoli gesti quotidiani: spengere gli apparecchi elettrici, evitare l'uso improprio dell'acqua, spengere le luci (obbligatoriamente a risparmio energetico) se non sono necessarie.

    7) Al momento della sostituzione mi oriento verso elettrodomestici di classe A+ con ridotto consumo di elettricità ed acqua. In particolare utilizziamo cicli di lavaggio a basse temperature.

    8) Quando non sono in ritardo, cerco di viaggiare ad andature a risparmio di carburante.

    9) Abbiamo attivato la raccolta differenziata della plastica anche in ufficio oltre a quella dei tappi a favore di un progetto della Caritas per portare l'acqua in Tanzania.

    10) Mi sto interessando al depuratore per rendere l'acqua del rubinetto di gusto gradevole per poter finalmente ridurre l'utilizzo delle famigerate bottiglie in PET. Ma ancora non ho trovato una soluzione soddisfacente soprattutto in termini di qualità dell'acqua erogata.

    Se il disastro ecologico ci sarà (anche se mi auguro fortissimamente di no confidando nell'intelligenza e nel senso di autoconservazione della specie umana) nel mio piccolo vorrei essere in grado di dire "NOT IN MY NAME"!

  • Matteo
    Lv 6
    1 decennio fa

    La cosa da capire è fondamentalmente semplice.

    La natura è la nostra vita, la Terra ci ospita e ci protegge dal vuoto e dall'infinito universo che ci circonda ma noi, putroppo, non le saremo mai lieti per questo.

    Noi nasciamo vedendo la natura come una cosa "MORTA" che ci circonda per bellezza, ma non lo è affatto E' VIVA FINO ALL' ULTIMO SOFFIO DI VENTO ma agisce su di noi in maniera mistica e quasi divina.

    Morte certa a chi si permette a sfidare la natura, di sfidare la VITA che ti ospita!

    L'ira della natura è fatale per chiunque la percepisca, sfidare la natura è fatale per tutti i concorrenti anche per tutta la specie umana messa insieme.

    Nel nostro piccolo non ce ne accorgiamo, ma la natura soffre a causa nostra, soffre a causa degli ospiti che lei stessa ha voluto ospitare.

    e se voi soffriste a causa di una persona che è entrata nella vostra dimora cosa fareste?! permettereste che avesse ancora vita lunga e facile o rendereste anche la sua un inferno essendo voi i CAPI DELLA VOSTRA DIMORA?!

    La natura contrattacca, si dice "ride bene chi ride ultimo" ma in questo caso a ridere ultimo ci pensa la natura stessa!

    Quando la situazione diventerà irrefernabile, la natura scatenerà il colpo più fatale, un apocalisse.

    Non credo alle leggende e ai miti, credo nella realtà! non è possibile stabili l'ora esatta dell'avvenimento fatale ma che sia ora o che sia fra altri milioni di anni, esso avverrà e non risparmierà nessuno, nemmeno gli innocenti.

    Distruggere la natura è un suicidio!

  • 1 decennio fa

    Be' io sono in pensione e grazie al passaggio all'euro sono diventato molto rispettoso dell'ambiente, Infatti a metà del mese i quattrini cominciano a scarseggiare, dopo aver pagato le bollette con sopra le tasse sulle tasse, e sono bravissimo a ridurre i consumi al minimo vitale e non produco quasi niente rifiuti da smaltire.

  • 1 decennio fa

    1) raccolta differenziata

    2)risparmio energetico (lampadine a basso consumo energetico,spengo luce quando non serve)

    3)mi copro, non uso il riscaldamento.

    4)non compro l'acqua imbottigliata,bevo quella del rubinetto.

    5)Vado in bici, apiedi,uso il treno e gli autobus.

    6)ho piantato 2 alberi.

    7) cerco di consumare prodotti localie con minor incarto possibile.

    8) utilizzo le buste del mercato più volte e infine le uso per la raccolta della plastica.

    9) 1 fine settimana al mese lo dedico alla pulizia di un parco naturale.

    10)denuncio discariche abusive.

    Purtroppo vedo che la sensibilità per l'ambiente è ancora poca.

    Tipo mi da fastidio vedere gente che al semaforo fa salire i giri del motore della moto o della macchina per fare sentire il rombo o per il gusto sadico di inquinare, o semplicemente per fare i fighi!

    Non sopporto l'indifferenza nei confronti della nostra Terra!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sto facendo tutto il possibile per limitare il mio impatto sulla vita della Terra ma non è abbastanza,

    Alle volte mi guardo intorno e vedo che la cosa non interessa a nessuno.

    A volte si trova anche chi rema contro.

    Che fare?

    Ti linko un sito che forse conoscerai già, sgomenta ma dà anche speranza.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    beh,io uso il treno o la bici,la raccolta differenziata la faccio,e anche il compost,mentre per il riscaldamento prima andavo a legna,ora a pellett...

    però questa non è armonia con la terra,è solo riciclaggio! l'armonia con la terra,è: in primo luogo il conoscere la natura che ti circonda,dopodiche devi comprendere i suoi ritmi e le sue leggi,poi devi seguirli,ed infine devi entrare in armonia ed in simbiosi con essa sentendotelo dentro.sò che non sempre è facile ma a volte viene naturale.

  • 1 decennio fa

    Ho qualche dubbio.

    Comunque nei limiti del possibile vado in bicicletta se non ho bisogno dell'auto obbligatoriamente, cerco di fare raccolta differenziata (senza essere paranoico) e non posso modificare l'impianto di riscaldamento che comunque ho a metano.

    Ti linko però due articoli interessanti:

    http://www.meteoclima.net/it15/index.php?option=co...

    http://www.meteoclima.net/it15/index.php?option=co...

    Credo che dopo averli letti, qualche dubbio verrà anche a te.

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.