Gli artisti che hanno dato vita a un genere musicale?

Come Elvis ha iniziato il rock'n'roll, i kraftwerk la musica elettronica. E per gli altri generi musicali chi è stato il fondatore?

Ah dimenticavo Bob Marley il reggae ma non sono sicuro.

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    No, non è assolutamente così. Secondo molti il rock'n'roll lo ha inventato Chuck Berry. Nonostante ciò, un conto è parlare di rock, che comprende tantissimi generi, e un altro è parlare di rock'n'roll.

    I Kraftwerk non hanno inventato assolutamente la musica elettronica... l'elettronica parte negli anni '50 con una serie di compositori d'avanguardia che sperimentavano con nastri, tastiere e strumentazioni varie. Dagli anni Sessanta queste strumentazioni trovano un impiego diverso, sicuramente meno sperimentale e musicalmente più tradizionale con una serie di formazioni rock (Kraut/Progressive Electronic). Tra questi ci sono i Kraftwerk che hanno 'ispirato' l'electro-pop ballabile degli anni successivi (come Moroder). Il Reggae non è nato con Bob Marley, lui ha avuto il merito di diffonderlo nel mondo (un po' come Harry Belafonte col calypso). Non esistono veri e propri fondatori, esistono critici che attribuiscono ad un album o ad una canzone l'inizio di un genere. La denominazione stessa dei generi è un'invenzione della critica.

    Non tutte le cose possono essere spiegate in questo modo, soprattutto l'arte e quindi la musica. Se fosse così, e cioè se esistesse un momento in cui un genere musicale inizia ad esistere, dovrebbe esserci anche un punto in cui finisce, ma è chiaro che non è così. Le cose semplicemente si evolvono in un continuo gioco di citazioni, rimandi, scoperte casuali unitamente alle innovazioni tecnologiche che in qualche modo determinano la forma del prodotto. Ad esempio la prima musica elettronica (cioè quella del secondo dopoguerra) inizialmente era collegata ad un concetto di musica molto diverso da quello tradizionale, può essere descritta più che altro come una serie 'rumori'. Un concetto di musica che si ricollegava a quello delle avanguardie dei primi del Novecento che intendevano sovvertirne il linguaggio (la musica a-tonale o quella microtonale di Partch ad esempio). Più tardi l'elettronica ha ripreso i contatti con la sintassi musicale più tradizionale ricollegandosi addirittura ai grandi compositori dei secoli precedenti. Più tardi ancora le strumentazioni elettroniche entrano con prepotenza nel rock e nel pop. Questa è una versione molto parziale, e forse un po' imprecisa, dell'a storia dell'elettronica. Ti ho voluto dimostrare che non è possibile costruire un discorso lineare su un qualcosa che (come la storia della musica) è tutto fuorché lineare ed in cui un principio ed una fine non possono proprio essere fissati. Alcuni luoghi, date, artisti e brani vengono convenzionalmente identificati come punti di partenza, ma non è detto che lo siano. Sento molte persone parlare del genere Proto-Punk... Quegli artisti, negli anni '60 e '70, non sapevano di incidere pezzi proto-punk, anzi ignoravano totalmente il fenomeno punk dato che non era ancora nato...

    Questo termine è stato inventato successivamente dalla critica per definire tutto quell'insieme di formazioni che hanno ispirato o anticipato il genere punk. Quasi nessuno parte con l'intenzione di inventare un nuovo genere (quelli che partono con questa idea e traducono in realtà la propria aspirazione sono pochissimi!), l'artista esprime semplicemente se stesso e può liberamente scegliere di agganciarsi ad un filone o distaccarsene, metterci del proprio contaminandolo...

    Ti invito perciò a diffidare di chi sostiene che 'quel personaggio è venuto prima' o 'quell'altro ha copiato da lui', se fosse questo il principio al quale affidarsi dovremmo cestinare il 99% delle uscite discografiche degli ultimi 10 anni!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.