bonsai olmo cinese potatura e terriccio?

ho comprato da poco un bonsai di olmo cinese ed è il mio primo bonsai. Da un po' di tempo mi informo su come curarlo eccetera eccetera ma le mie perplessità si concentrano su due punti fondamentali...il primo è come preparare il nuovo terriccio per il rinvaso (che farò probabilmente a primavera) ho letto in giro akadama sabbia di fiume ecc ma non capisco molto bene...il secondo è la potatura...il mio bonsai come forma è molto simile a questo: http://www.bonsaipiccin.it/Azienda/vendita02olmo_c... però i rami che crescono dal tronco non mi piacciono e volevo sapere se tagliarli avrebbe provocato danni pesanti. grazie.

Aggiornamento:

ok si ho preso questa pianta sapendo che comunque è più resistente rispetto ad altre...ma il terriccio con l'akadama lo devo mischiare in modo omogeneo oppure c'è un modo particolare di posizionare i 2 diversi terricci?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prima regola coi bonsai non bisogna avere fretta, ho osservato la tua foto indicata e.... ....non è il massimo...

    E un bonsai che distribuiscono le associazioni per qualche campagna di raccolta fondi. Con una grossa riserva......la maggior parte di queste piantine farà una brutta fine! Chiedo gentilmente scusa per queste esternazioni, ma mi girano parecchio i bottoni pensando a chi strumentalizza le piante, (come i bimbi e gli animali) crea nelle persone un senso di circonvenzione , tenerezza un qualcosa che ti tocca dentro, da cui non puoi sottrarti, questa operazione la considero un modo scoretto di raccolta soldi. Mi mi sta bene le finalità non mi stanno bene l'utilizzo di piante (bonsai) (faccio parte di 5 associazioni quando vendono piante di bonsai mi rifiuto di collaborare....)

    Rtorno alla domanda...

    Il rinvaso giustamente va fatto in primavera, l'accadama che trovi in molti vivai è un componente principale del terriccio di questa pianta,70 % poi unici dell'ottimo terriccio professionale.

    I tagli devono essere effettuati con degli attrezzi particolari che non lasciano evidenti tracce delle ferite e questi attrezzi vanno sempre disinfettati con candeggina.

    I rami grossi vanno potati in questo periodo aspetta ancora qualche settimana. Mentre nei rami piccoli si possono effettuare in primavera. (usa sempre come cicatrizzante pasta da innesti.

    L'olmo è una pianta rustica, accetta e sopporta grossolani errori, meglio comunque evitarli.

    Suggerimento:

    In rete trovi molti esempi ed anche dei filmati, devi osservare ricercare leggere sotto hai un esempio:

    http://www.bonsai-italia.it/olmo.htm

    Con una raccomandazione fai delle comparazioni, a volte in certi siti vi sono errori da non poco conto.

    Solitamente i link come quello sotto dove è gestito da associazioni raramente trovi delle incongruenze, (napoli bonsai club è un ottimo sito...mentre in quelli di giardinaggio trovi riassunti e informazioni non proprio professionali.....

    http://www.napolibonsaiclub.it/index-file/Destra-f...

    Solo per tua informazione per avere un zelcova come quello raffigurato nel link ne devono passare di anni ciao

    http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.p...

    Aggiornamento:

    Poni il terriccio e l'akadama in un contenitore (una scatola vassoio etc) poi con le mani li misceli. stop.

    Sul fondo nei buchi di scolo del vaso devi porre delle retine vanno bene quelle tipo delle zanzariere) oltre a quelle ho posto anche del telo non telo (al terriccio avevo messo anche una manciata di sabbia di fiume molto fine.

    ciao

  • 1 decennio fa

    OLMO CINESE (ZELKOVA NIRE)

    CIAUU!!!!!! ECCOTI LE INFORMAZIONI BASILARI RIGUARDO L'OLMO CINESE:

    Il bonsai:

    Che l’Olmo non presenti problemi come bonsai, è dimostrato dalla sua lunga storia di coltivazione in vaso. Si tratta sicuramente della specie impiegata a bonsai più resistente ed adattabile ad ogni tipo di clima. La Zelkova nire proveniente dalla Cina, essendo una pianta originaria di zone a clima tropicale e sub-tropicale, va protetta dai nostri climi freddi durante l’inverno, per cui è consigliabile una collocazione all’interno. Può essere lavorata in tutti gli stili.

    Esposizione:

    Per mantenerla sana e compatta, è bene che viva in pieno sole, proteggendola dall'irraggiamento solare diretto solo nei mesi più caldi. In inverno, quando riparata all'interno deve essere posta a meno di 1 metro da una finestra molto luminosa, possibilmente orientata verso sud.

    Annaffiatura:

    Quando posta all'esterno in pieno sole, sono necessarie anche due annaffiature al giorno durante l’estate; in inverno momento in cui viene posizionata all'interno, si innaffia abbondantemente soltanto quando la superficie del substrato risulta asciutta al tatto.

    Terreno:

    Come composto, richiede terra porosa, fresca e ricca di sostanze nutritive. Una miscela adeguata è costituita da: 60% akadama, 20% terra pronta e 20% sabbia di fiume.

    Rinvaso:

    L’epoca migliore è la primavera inoltrata. La frequenza dipende dall’età dell’albero: per alberi giovani ogni uno o due anni; per quelli già formati, ogni due o tre anni al massimo. È consigliabile eliminare le forti radici fittonanti dalla base.

    Potatura:

    In linea di principio la potatura dell’Olmo non è difficile. Si interviene sui rami di grosso diametro in inverno, coprendo le ferite con pasta cicatrizzante. Per sfoltire i rami, si potano quelli che crescono direttamente verso l’alto o il basso o che si incrociano. Seguendo un buon schema, sulla base della direzione del ramo principale, i rami secondari e terziari non devono incrociarsi, ma formare una densa e completa rete orizzontale.

    Pinzatura:

    Per la pinzatura della Zelkova nire si lasciano crescere i germogli fino a 8/10 foglie, tagliando poi a 2/4 foglie, secondo la zona dell'albero in cui si trovano. Per mantenere la silhouette, si pinza continuamente con le dita, strappando le ultime due foglioline incipienti di ciascun germoglio quando questo presenta già due foglie.

    Avvolgimento:

    Deve essere effettuato nelle prime fasi di formazione. Vista la rapidità di crescita, ed escludendo il metodo dei tensori, è difficilissimo piegare un tronco con più di 2 cm di spessore. L’epoca migliore è l’inverno oppure in giugno.

    Concimazione:

    Alla ripresa vegetativa (marzo-aprile) concimare ogni 8-10 giorni abbinando il Concime Bonsan ad Azione Stimolante al Concime Liquido Organico Bonsan. Da aprile a settembre concimare ogni 8-10 giorni con Concime Liquido Organico Bonsan oppure ogni 15-20 giorni con Bonsan Concime Solido Organico Aburukasu, evitando i mesi di luglio e agosto. Da settembre a febbraio utilizzare ogni 15-20 giorni il Concime Liquido Organico Bonsan. Per stimolare la radicazione, utilizzare Concime Fluido Organico Minerale con vitamine B Bonsan al posto del Concime Liquido Organico Bonsan.

    CIAUU Saluti da yo............................. (-;

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il terriccio lo puoi comprare anche dai vivai.. nn ti so dire che tipo di terriccio è cmq loro lo sanno.. per la potatura stai tranquillo puoi tagliare i rami che nn ti piacciono anzi se ne tagli qualcuno in piu' durante l'autunno ( ora ) l'albero sta solo meglio perche' cosi dopo a primavera rimettera tutto nuovo ciaoooo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.