Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 1 decennio fa

A parte il Regio decreto 1775/1933 (è ancora valido?), quali leggi regolamentano la servitù di elettrodotto?

Signori vi chiedo una cortesia perche sto impazzendo tra libri e ricerche su internet...

per quanto riguarda la servitù di elettrodotto e la sua relativa indennitià è ancora valido il Regio decreto 1775 del 11-12-1933, oppure è stato in qualche modo modificato, integrato, o abrograto o sostituito da qualche altra legge, tuttora vigente?

Qual è la legge vigente in tale settore (servitù di eletrodotto)?

se poi qualcuno mi sa dire come si calcola l'indennità per tale servitù, prometto che gli farò una statua :-)

Grazie!

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Valutati gli interessi in conflitto, l’autorità che utilizza un bene immobile per scopi di interesse pubblico, modificato in assenza del valido ed efficace provvedimento di esproprio o dichiarativo della pubblica utilità, può disporre che esso vada acquisito al suo patrimonio indisponibile e che al proprietario vadano risarciti i danni” (comma 1) e che “ai sensi dell’articolo 3 della legge 1° agosto 2002, n. 166, l’autorità espropriante può procedere, disponendo con oneri di esproprio a carico dei soggetti beneficiari, l’eventuale acquisizione del diritto di servitù al patrimonio di soggetti, privati o pubblici, titolari di concessioni, autorizzazioni o licenze o che svolgono, anche in base alla legge, servizi di interesse pubblico nei settori dei trasporti, telecomunicazioni, acqua, energia” (comma 6-bis). Orbene, non può essere contestato che le attrezzature e gli impianti relativi alla rete elettrica costituiscano opere di interesse generale e che le stesse siano funzionali allo svolgimento di un pubblico servizio (v. TAR Puglia, Bari, Sez. I, 10 giugno 2003 n. 2359), sì da risultare irrilevante il numero dei fruitori del singolo impianto, che - per il solo fatto di concorrere all’esercizio del servizio elettrico - reca in sé le caratteristiche dell’opera di pubblico interesse.

    Illegittimo, allora, si presenta il diniego di imposizione di servitù di elettrodotto motivato unicamente con l’inesistenza della finalità pubblica, sulla base della circostanza che l’elettrodotto è posto a servizio di un’unica utenza privata __

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.