? ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

ciao a tutti ragazzi/a sto provando a scrivere un libro ditemi che ne pensate ?

ciao ragazzi/a st provando a scrivere un libro vorrei sapere la vostra opinione

ps IL testo e totalmente pieno di errori di grammatica , che poi prossimamente correggerò!

Aggiornamento:

ROBERT LENIC era seduto nella sua cucina,davanti a lui c’era un bicchiere mezzo vuoto, poggiato sul tavolo, era stanco e depresso per la malattia che lo stava affliggendo da non so quanti anni.

.

Aggiornamento 2:

Era il 6 luglio del 2005, Robert Sollevò lo sguardo verso l’orologio a muro erano le 20:30, e già fuori era calata la sera, il suo unico pensiero era quello di stare a casa a passare la serata, davanti al vecchio camino che di tanto in tanto accendeva . In mano teneva un bicchiere di scotch che dopo la seconda bottiglia sorseggiava. La casa di Robert era semplice d'altronde cosa si ci poteva aspettare da un contadino, una casa piccola con una cucina sporca e trasandata perchè la moglie lo aveva lasciato dopo che avevano scoperto insieme, che Robert aveva il fegato che stava cedendo, i medici dicevano che avrebbe resistito per altri due anni , tutta colpa dell’ alcool. Lei si chiamava Patrice Monnier era parigina dopo sei anni di matrimonio avevano avuto una figlia Ginny Lenic la più piccola di sei anni e i maschio Michael Lenic nato prima che Robert e Patrice si sposassero. Ginny dopo che la madre si lasciò con Robert andò a vivere con essa. Lui invece aveva diciassette anni

Aggiornamento 3:

e passava tutte le serate fuori con gli amici a bere ed a divertirsi. La casa di Robert si trovava in Texas precisamente a Hill country (o detto paese delle colline) era una casa costruita alle radici di un campo granturco attorniata solo da esso e dalle lunghe sterpate che si perdevano a vista d’occhio nella notte. La casa aveva un colore grigio scuro quasi malinconico l’ avevano comprata lui e Patrice quando Michael era molto piccolo, alle 23:55 Michael tornò da una serata passata con gli amici, e con la sua ragazza Giuly accostò la sua auto vicino al vialetto di casa. Era una vecchia auto con due fari molto grossi ai lati e con una vernice blu molto sgargiante , anche se qualche parte vicino al cofano si intravedevano dei graffi dovuti dal lungo utilizzo per il lavoro del padre, su questo punto di vista Michael era molto più attento a non graffiare la macchina quando usciva per le sue serate, mentre a Robert sembrava non importasse molto .

Aggiornamento 4:

Nel frattempo Robert il padre di Michael disteso nella sua comoda poltrona con il tepore del fuoco non si accorse che già suo figlio mancava da diversi minuti dall’ orario massimo che il padre aveva stabilito<< non più di mezzanotte !!>>gli disse. Ma non poteva immaginare che quella notte avrebbe cambiato per sempre la sua vita e quella di suo figlio .

Aggiornamento 5:

Lui era un ragazzo molto alto e robusto per la sua età biondo e occhi verdi totalmente il contrario del padre che era scuro e occhi castani di cui diceva sempre <<avrà preso dalla madre!>>.Arrivato alla porta di casa mentre intrufolava la chiave della toppa della porta scrostata, sentii uno strano rumore provenire dal campo. Per un attimo il cuore era come se si fosse fermato. In diciassette anni non aveva mai sentito una cosa del genere, era come se fosse un rumore di foglie smosse dal vento ma non poteva essere perche quella serata non c’e n’era un alito, o nessuna cosa che provocasse quel movimento scombinato delle piante. L’aria era ferma!! <<come fanno a muoversi ? >> pensò.

Aggiornamento 6:

. In quel preciso istante davanti alla porta di casa sua capii che doveva fare qualcosa . Scese di corsa i gradini della porta e giro dalla parte opposta da quello che stava succedendo dirigendosi subito nella direzione della stalla poco più distante dal resto della casa dove di solito suo padre vicino ad essa nel in un piccolo capannone di rossastro teneva gli attrezzi da lavoro, camminare era difficile perche era buio e Michael lo odiava non era uscito mai di sera quando era piccolo.

Aggiornamento 7:

Lo odiava a tal punto il che all’ età di quattordici anni appena finita la cena lui andava a chiudersi nella sua stanza per timore di qualcosa o di qualcuno che potesse fargli del male. Solo da qualche anno aveva superato questa fobia ma quello che stava accadendo quella sera faceva riaffiorare queste paure che con tanta fatica aveva cercato di soffocare. Per arrivare al capanno degli attrezzi Michael dovette prima passare attraverso la stalla, arrivato alle porte di essa le aprendole sentii i cavalli impauriti che nitrivano e scalciavano sulle travi di legno come se qualcosa li terrorizzasse a morte, sempre più spaventato cerco di calmarli ma erano terrorizzati a tal punto che Michael si dovette spostare perché uno di essi ruppe una trave di legno e con gli zoccoli rischiava di colpirlo violentemente al ginocchio destro.

Aggiornamento 8:

a chiunque legga questo testo sappiate che è PIENO ZEPPO DI ERRORI DI GRAMMATICA MA NN VI SOFERMATE SU QUESTO PERCHE POI LI CORREGGO, VORREI SAPERE SOLO SE COME STORIA POTREBBE ANDARE ! THANK YOU!

13 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Lo so che hai detto di non guardare la grammatica, ma questo pezzetto è molto impreciso. La storia per quanto riguarda il contenuto potrebbe essere anche carina, ma le frasi le trovo poco fluide, passi da un argomento all' altro e soprattutto ho trovato diversi errori di punteggiatura. Non ti voglio tirare giù di morale, con un po' di lavoro, potresti migliorare davvero. Un consiglio grande..leggi libri. Tantissimi libri, il tuo lessico migliorerà sicuramente. Soprattutto se leggi solo fantasy, ogni tanto cambia genere.

  • 1 decennio fa

    Interessante, soprattutto la parte in cui dici che il testo è totalmente pieno di errori.

    Aòòò, svegliate!

  • 1 decennio fa

    Il testo è fantastico...............se solo potessi leggerlo!

  • 1 decennio fa

    Fai gli errori di grammatica e vuoi scrivere un libro?!

    Ma che tristezza...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    si beh è il testo dov'è ?

  • 1 decennio fa

    Beh, questo non è un libro, si chiama breve componimento letterario, oltretutto con una trama alquanto superficiale (nel senso che non vedo un grosso spessore). Tradotto in carta stampata dovrebbero venire fuori si e no cinque pagine (un opuscolino). Tieni presente che per pubblicare un libro questa è la prassi.

    1) Una volta che hai molto materiale, scritto bene (senza errori di grammatica o di battitura) lo devi depositare in SIAE (Società Italiana Autori Editori), (Sezione Olan) per il copyright, altrimenti corri il rischio che Te lo rubino (nel senso che qualcun altro lo può mettere a nome suo e se non c'è il deposito Siae non puoi dimostrare, legalmente che se sei Tu l' autore.

    2) Una volta depositato in Siae devi trovare un editore possibilmente che Ti faccia propaganda nelle librerie. Ti conviene dare il materiale a più editori, con il primo che risponde, o comunque il primo che reputi convenienti le offerte editoriali, puoi stipulare un contratto di pubblicazione. Ti conviene, come ho detto prima, più editori anche perché al 95% dei casi passa molto tempo, anche mesi, prima che ricevi una risposta positiva.

    3) La maggior parte degli editori (soprattutto le case editoriali piccole) Ti chiedono di partecipare alle spese di pubblicazione comprando un certo numero di copie.

    Ciaooo!!

  • 1 decennio fa

    Illeggibile per la grammatica, mi spiace. Impossibile soffermarsi su altro perchè la grammatica stesa lo impedisce.

    Dal poco che ho capito però:

    -soffri di inforigurgito

    -sei armato di una mitraglietta caricata a flashback

    La trama non l'ho capita.

  • Enzo
    Lv 4
    1 decennio fa

    Mamma mia Troppo lungo e prolisso! Una profusione di parole stremante e stressante per non parlare dello stile vivido e graffiante! è davvero troppo troppo e troppo!

  • 1 decennio fa

    quale testo ???

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io se fossi in te non lo pubblicherei, chissà che qualcuno legge la tua storia e prende al volo l'occasione per rubarti l'idea;)...sono cose che succedono, ad un mio amico in questo modo hanno rubato l'idea per un fumetto!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.