Francy ha chiesto in Elettronica di consumoTV · 1 decennio fa

Come calcolare i dB per un partitore o derivatore per un impianto tv?

Dovrei aggiungere un partitore o derivatore al mio attuale impianto tv, Sapendo che l' amplificatore da palo da in uscita 104dB il cavo utilizzato, di marca sconosciuta, è composto da guaina esterna, garza metallica, guaina interna, filo di rame. Quanta attenuazione ha questo cavo?

Le prese in tutto sono 10 e le ho divise in due parti quelle lontane e quelle più vicine alla scatola di derivazione dove confluiscono tutti i cavi delle prese che sono della vimar di tipo semplice.

Avete qualche guida abbastanza semplice per un neofita?

Grazie

Aggiornamento:

Si ok Matteo quello lo avevo trovato, e che li c'è scritto che secondo la CEI il livello di un'attenuazione del cavo non deve superare12dB PER 100m, mentre girando su internet sui cavi che vendono si trovano attenuazioni maggiori. C'è qualcosa che non quadra

Aggiornamento 2:

Ok Ugo gia qualcosa mi è più chiara. Nella scatola di derivazione, che è unica, mi hanno fatto montare due derivatori DE6-16 della FR, solo che si vede una leggera nebbiolina, mentre se il cavo lo monto all'uscita del derivatore la Tv si vede bene (come prima che erano legati tutti insieme con il nastro isolante). Quindi dovrei dedurre che i derivatori attenuino troppo giusto?

Tenedo conto che la presa più lontana dalla cassetta si trova a 20m di cavo e che il cavo che arriva dall'amplificatore è lungo circa 15m.

Quale pubblicazione mi consigli di acquistare?

Grazie

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La perdita dei cavi aumenta sensibilmente con l'aumentare della frequenzaSolo cavi molto grossi e costosi(si usano solo per particolari situazioni) hanno 12 db di perdita in banda 5°. Allora : generalmente un cavo di buona qualità attenua 5 db in VHF, 18 db sul ch 69 UHF, 25db sulla banda Sat alta per 100 mt.Se le calate non sono lunghe più di 30/40 mt. il cavo non ti dovrebbe dar problemi.A meno che non abbia più di dieci anni o sia visibilmente in cattive condizioni.Nel dubbio puoi cambiare almeno i montanti con cavo Cavel dg 100, ottimo compromesso fra diametro e prestazioni.Se devi distribuire il segnale sat tutti i cavi devono singolarmente arrivare in centralina sat.Se devi distribuire solo il terrestre ti suggerisco di fare così: a valle dell'alimentatore d'antenna inserisci un partitore induttivo tipo Fracarro PP12 (o equivalente) a 2 uscite con perdita di 4 db. e con i due montanti vai alle due scatole di derivazione.Qui se le prese sono 5 ciascuna le puoi servire con i partitori terminali della RKB T5/14(1 in,5 out) con 14 db di ulteriore perdita ( o altro partitore similare). In questa maniera alla presa peggiore avresti una attenuazione di 4+14+6(35 m. di cavo,supponiamo) sul canale 69.E quindi basta che tu all'uscita della centralina abbia sulla banda 5° segnali > di 85 db.

    Ma non superiori ai 95 circa perchè sennò la centralina intermodula. 104 db di uscita mi sembrano pochini,non sarebbe il caso di cambiare ampli? Tipo un 2460 RKB (3 in 1 out),28 db di gain e 112 db di uscita.Occhio perchè a seconda delle tue esigenze le sigle cambiano.Comunque l'importante è che l'ampli abbia le entrate che ti servono(a seconda delle antenne che hai e delle frequenze ricevute),28 db circa di guadagno e un uscita non inferiore a 110 db.Le prese vanno benissimo.Sono stato chiaro? Ah,dimenticavo:ci sono delle buone pubblicazioni che insegnano il mestiere,si trovano nelle librerie.Ma la cosa che più serve è l'esperienza sul campo:io dopo 35 anni sto ancora imparando...

    Fonte/i: Antennista
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.