Il Comune di Milano (e non solo) può essere portato in tribunale per omicidio colposo?

E' quello che chiederò ai miei avvocati. 140 milanesi muoiono ogni anno a causa delle polveri sottili. Migliaia vengono ricoverati al pronto soccorso per malattie all'apparato respiratorio. Il tutto con l'assenza e l'omertà del Comune.

Nel 2008 il Comune commissiona uno studio sull'inquinamento alla "Fondazione Lombarda per l'Ambiente" dopo l'introduzione dell'Ecopass (per chi non lo sapesse, l'Ecopass non ha nulla a vedere con il prefisso "Eco", con l'ecologia. Non proibisce alle macchine inquinanti l'ingresso in città, ma lo consente a pagamento. Chi paga, quindi, ha il diritto di inquinare. E' uno Smogpass.). Lo studio inizia il 18 febbraio 2008 a seguito dell'installazione di 50 centraline di rilevazione. I risultati, contenuti in una relazione di 114 pagine, sono consegnati al Comune nel giugno 2009. Le conclusioni sono tremende. Il Pm10 contenuto nell'aria arriva a superare quattro volte la soglia massima di 50 microgrammi in alcune zone della città. All'ospedale San Paolo sono raggiunti i 173 mc. La relazione riporta: "L'esposizione della popolazione residente che lavora a Milano, i residenti non occupati e le persone presso strutture ospedaliere presentano un grado di esposizione di tipo cronico" ("cronica: malattia a lungo decorso senza possibilità di guarigione o pericolo di morte a breve scadenza" - Devoto Oli). In sostanza mamme, bambini, anziani. i "residenti non occupati", e i malati, "persone presso strutture ospedaliere", diventano malati cronici per l'assorbimento quotidiano di Pm10, benzene, biossidi di azoto e particolato prodotto dalle gomme delle auto. Lo studio aggiunge (*): "Le medie giornaliere di concentrazione del Pm10 rilevate sia in estate sia in inverno in tutti i siti di monitoraggio sono spesso superiori ai valori limite fissati dalle normative".

Il Comune una volta entrato in possesso di uno studio che descrive Milano al pari di una camera a gas, invece di renderlo pubblico "lo nasconde, lo archivia, lo secreta (*)". Il Comune dovrebbe essere una casa di vetro, trasparente, documenti come questo essere visibili on line immediatamente. La Moratti e i suoi assessori sono i responsabili. A Milano non ci sono autobus elettrici, piste ciclabili, il centro città è invaso da ogni tipo di veicolo, i marciapiedi sono occupati dalle auto, lo stesso vale per strisce pedonali e scivoli per i portatori di handicap. L'Ecopass è figlio della mente di una moglie di un petroliere che sta seminando parcheggi e traffico in ogni luogo della città, persino sotto la Basilica di Sant'Ambrogio. I parcheggi attirano traffico, ma questo a Mortizia nessuno lo ha ancora spiegato. Il blog, appena ne entrerà in possesso, pubblicherà lo studio integrale sull'aria di Milano. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Fonti : blog di Beppe Grillo

mentre la sinistra parla parla difendendo schifosamente lo psiconano (vedi dichiarazioni Enrico Letta), Grillo si muove e si impegna per i cittadini !!!!

W Grillo

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Da quanti anni il Comune di Milano e tantissimi altri sono privi di mezzi elettrici e tutto il resto? Personalmente ricordo che nella mia città esistevano i Tram elettrici nel lontanissimo 1949/50, dopo nulla di nulla, solo mezzi inquinanti e pulman scassati e luridi! Non cito l'Italsider, attuale ILVA, voluta dai cari amici del Palazzo per dar lavoro alla Popolazione.....esterna e la .......morte a quella locale! Dov'era il Signor Grillo allora, visto che ha quasi la mia età? Io rammento che in Parlamento si schierarono contro la realizzazione dell'impianto solo alcuni gruppi parlamentari che veniva anche considerati "Fuori dall'arco costituzionale", tutti gli altri erano "nell'Arco" e sono proprio questi che oggi gridano e si strappano i capelli! Com'è strana questa nostra coerenza! Se i Milanesi o meglio tutti noi Italiani vogliamo camminare con la propria automobile inquinante, euro 3,4,5, etc, non sarà forse colpa anche dell'altro corso del biglietto degli introvabili pulmann e dell'eccessiva perdita di tempo/denaro che arrecano alla collettività? Provare a fare questo sondaggio e lasciate perdere le solite costosissime centraline, che non hanno certamente contribuito a far migliorare la qualità dell'aria, ne sentiremo delle belle! Allora sarei quasi contento di vedere il viso del Grillo, altrimenti mi limiterò o continuerò a leggere ai miei nipotini le famosissime favole di Collodi!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    In effetti vincenzo m non ha tutti i torti.

    I mezzi pubblici nostrani, a differenza di quelli europei, sono molto scarsi.

    Puntualità 0, biglietti costosi, un servizio che ti incentiva solo a pensare "la prossima volta prendo la macchina".

    A questo aggiungi la grandissima idea, adottata da moltissimi comuni, di costruire parcheggi sotterranei in centro città e il gioco è fatto.

    Tutte le più grandi metropoli europee costruiscono enormi parcheggi al di fuori del centro cittadino, collegandoli con esso attraverso mezzi pubblici GRATUITI e VELOCI.

    A Milano invece si costruiscono più di 100 parcheggi sotterranei NEL CENTRO o appena fuori da esso...

    Finchè i vari comuni non investiranno SERIAMENTE sulla mobilità pubblica e fino a quando non ci saranno in Italia servizi pubblici efficenti sul modello di quelli europei, non ci sarà mai un'incentivo vero per le persone ad usare i mezzi pubblici.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    In questa società di corrotti e corruttori (chi non ha un prezzo?) si evidenzia la imperfezione umana per cui sono solito estrapolare quanto di buono viene detto o fatto da quanto di cattivo viene detto e fatto.

    Ergo di Beppe Grillo e alla sua condanna per omicidio colposo a mente fredda lo condanno pur se posso concedergli l'attenuante che nel momento dell'incidente molti avrebbero agito in egual maniera, e non lo paragonerei a quanti scientemente in piena consapevolezza condannano a morte o menomazioni psico-fisica centinaia o milioni di persone (ma è lo stesso se fosse se fosse solo uno).

    Quindi prendo da lui quanto di buono dice anzi denuncia.

    E per venire alla domanda è mia opinione che il Comune di Milano è perfettamente condannabile anche in funzione della reiterazione di un reato che nella fattispecie inerisce alla morte ed alle patologie croniche legate alle polveri inquinanti. Ovvio che in una causa un cittadino qualunque farebbe la parte del Don Chisciotte ma se fossero in tanti e con le prove di tecnici specialisti alla lunga si potrebbe spuntarla.

    Aggiungo che la problematica esposta riguarda quasi tutte le città italiane, io vivo a Napoli dove si pone il divieto di circolazione alle auto che non siano "Euro 4" con avvisi non sufficientemente pubblicizzati mentre i bus sono dei più inquinanti esistenti e non so se abbiano mai superato i test antinquinamento, il famigerato Bollino Blù periodico cui devono essere sottoposti tutti i veicoli per il controllo di emissioni inquinanti.. Idem per i tram e filobus in via di estinzione. Tutto sembra ruotare a favore del Comune per incassare soldi ma non certo per ridurre le emissioni di gas tossici, polveri, metalli pesanti, ecc. Sarà uj caso che la Polizia Urbana è dedita a multare per divieto di sosta o effettuare controlli dei documenti ma mai visto fermare un veicolo che procede come una seppia lasciando doetro di se una fumosa scia nera?

    Estendendo di poco la risposta, è solo per salvare i posti dei lavoratori che si danno fondi alla FIAT piuttosto che alla ricerca per le energie alternative?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ixea
    Lv 4
    1 decennio fa

    Giustamente il comico fa il suo mestiere al meglio e fa quello che altri, dovendolo fare come mestiere , non riescono a fare : butta la pietra nello stagno !

    Se l'amministrazione di un comune deve occuparsi delle condizioni comuni e generali in cui i suoi cittadini devono vivere , è ora che sia finalmente responsabile e che sia chiamata a rendere conto di quel fa , nello stesso modo in cui è chiamata , o dovrebbe esserlo , a rendere conto di come realizza opere pubbliche che crollano e servizi non funzionanti .

    E' sicuramente un inizio .

    Sta al seguito che sapranno dare tutti i cittadini di ogni comune il proseguimento su una nuova strada dove , anche solo per timore delle responsabilità , chi deve lavorare in rappresentanza di tutti si convinca che il lavoro va fatto con coscienza e pertinenza di causa , oppure ....a casa!

    E' quel famoso senso dell'impotenza collettiva davanti alla decisione di pochi che va sovvertito sulla base della logica razionale che vuole che , se una cosa fatta bene è fatta in un certo modo , nessuno deve permettersi di imporla fatta in malomodo per tutti.

    bisogna pretendere che chi esercita malamente le funzioni politiche sia responsabile di ciò che ha fatto e se ne vada via per sempre .

    La politica deve ritornare ad essere una espressione delle migliori menti della società , non dei migliori opportunisti ladroni.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' difficile farsi capire e svegliare una moltitudine di cittadini imbambolati ed istupiditi da TV spazzatura e cortigiana.

    $B, da bravo ex piazzista ed imbonitore, stà riducendo l'Italia ad una cloaca e gli italiani a larve.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    proporrei Milano come sede della Fiera delle ipocrisie

    http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/0...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Proprio lui parla di omicidio colposo?!

    Il Grillo assassino

    Beppe Grillo, il 7 dicembre 1981, ha procurato la morte di tre persone, due adulti ed un bambino di 8 anni.

    E’ stato condannato per omicidio colposo.

    Non ha fatto nemmeno un giorno di carcere.

    Sotto ai 24 mesi c'è la condizionale.

    La condanna è stata ad un anno e tre mesi.

    L'omicidio colposo non cumula le pene, quindi fare secco un cristiano o tre o dieci non cambia nulla.

    Per la precisione, per chi fosse troppo giovane per ricordarlo, Grillo aveva lanciato la macchina a tutta velocità su una strada di montagna, e ad un certo momento ha finito per perdere il controllo.

    Nel momento in cui l'auto stava per precipitare nel burrone, invece che fare un ultimo tentativo per recuperarne il controllo, ha aperto la portiera e si è buttato giù.

    Gli altri tre che erano in macchina con lui, lasciati in balìa di sé stessi, sono precipitati con l'auto, e sono morti.

    Ora, analizziamo le cose con calma:

    per aprire una portiera e buttarsi fuori in tempo occorrono alcuni secondi, giusto?

    In alcuni secondi, una macchina sparata fa diversi metri, giusto?

    Diversi metri potrebbero consentire anche di frenare o di sterzare, giusto?

    Ed in effetti Beppe Grillo non è stato condannato per caso, ma per la valutazione di questo.

    Tre persone sulla coscienza.

    Eppure, a Beppe Grillo nessuno urla "assassino", per quanto un triplice omicidio sia un triplice omicidio, intenzionale o colposo che sia.

    Anzi, molti lo osannano, lo incitano a fare "piazza pulita", a "dare una scossa".

    Sbaglio o bisogna essere messi male, per farsi dare lezioni di morale da un Grillo con tre cadaveri nell’armadio?!

    Fonti: Wikipedia: Nel 1988 la Corte suprema di Cassazione lo condannò definitivamente per omicidio colposo a un anno e tre mesi di carcere, poiché giudicato responsabile della morte di due adulti, e del loro bambino di 8 anni, a seguito di un incidente stradale da lui causato il 7 dicembre 1981. Morirono tutti i passeggeri tranne lui. Oggetto di critica è stato il fatto che egli stesso, condannato in via definitiva per omicidio colposo volesse che fossero esclusi dal Parlamento italiano i condannati in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale. Lo stesso comico ha pubblicamente ammesso il suo status giuridico di pregiudicato, nonché precisato in più occasioni che mai si candiderà alle elezioni politiche.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ...e comunque anche i mezzi pubblici sono inquinanti : i bus mandano un'onda nera ogni volta che accellerano, cosa che alle auto capita di rado...solo a quelle decrepite

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.