raga x favore mi serve una mano!!! devo afre un tema è x dmn !!?

in questo testo mi devo mettere nei panni di un cane (o gatto o criceto o...) che scrive al suo padrone per lamentarsi o per compiacersi dal trattamento che riceve!! x favore aiutatemi

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Forse questo ti può aiutare.

    DIARIO DI UN CANE

    Settimana 1:

    Oggi, è una settimana che sono nato; che gioia essere arrivato in questo mondo!

    Mese 01:

    Mia mamma mi accudisce molto bene. E' una mamma esemplare.

    Mese 02:

    Oggi, sono stato separato dalla mamma. Era molto inquieta e mi ha detto addio con lo sguardo. Speriamo che la mia nuova "famiglia umana" si occupi così bene di me, come l'ha fatto lei.

    Mese 04:

    Sono cresciuto in fretta, tutto mi attrae e m'interessa. Ci sono parecchi bambini in casa; sono per me, dei "fratellini". Siamo dei monelli, mi tirano la coda e li mordo per giocare.

    Mese 05:

    Oggi, mi hanno sgridato. La mia padrona mi ha ripreso perchè ho fatto "pipi" dentro in casa, ma non mi avevano mai detto dove dovevo farla. Inoltre, dormo nella "riserva" ........e non protestavo.!

    Mese 12:

    Oggi ho compiuto un anno. Sono un cane quasi adulto. I miei padroni dicono che sono cresciuto più di quello che immaginavano. Ah, come devono essere orgogliosi di me!

    Mese 13:

    Oggi mi sono sentito molto male. Il mio "fratellino" mi ha preso la mia palla. Io non prendo mai i suoi giocattoli. Allora, me la volevo riprendere. Ma le mie mascelle sono diventate troppo forti e l'ho ferito senza volerlo. Dopo la paura, mi hanno incatenato; non posso quasi più vedere il sole. Dicono che mi tengono d'occhio, che sono un ingrato. Non capisco niente di quello che sta succedendo.

    Mese 15:

    Tutto è diverso........vivo sul balcone. Mi sento molto solo, la mia famiglia non mi ama più. A volte dimenticano che ho fame e sete. Quando piove, non ho un tetto dove ripararmi.

    Mese 16:

    Oggi mi hanno fatto scendere dal balcone. Ero certo che la mia famiglia mi avesse perdonato; ero così contento che saltavo dalla gioia. La mia coda si muoveva in tutti i sensi. Oltretutto mi hanno portato con loro per una passeggiata. Abbiamo preso la direzione dell'autostrada e di colpo, si sono fermati. Hanno aperto la portiera dell'auto e sono sceso tutto contento, credendo che stavamo per trascorrere la giornata in campagna. Non ho capito perchè hanno richiuso la portiera e sono partiti. " Ehi, aspettate! mi state dimenticando!.........mi sono messo a correre dietro l'auto con tutte le mie forze. La mia angoscia aumentava quando

    mi accorgevo che stavo per svenire e.....non si fermavano: mi avevano dimenticato.

    Mese 17:

    Ho tentato invano di ritrovare la strada per casa "mia". Mi sento e mi sono perso. Sul mio cammino, trovo persone di buon cuore che mi guardano con tristezza e mi danno un pò da mangiare. Li ringrazio con lo sguardo e dal profondo del mio cuore. Mi piacerebbe che mi adottassero; sarei leale e fedele come nessuno al mondo. Ma dicono solo "povero, piccolo cagnolino", si sarà perso!!!!!!!!!

    Mese 18:

    Qualche giorno fà, sono passato davanti a una scuola e ho visto tanti bambini e giovani come i miei "fratellini". Mi sono avvicinato e un gruppetto, ridendo, mi ha lanciato una pioggia di sassi per "vedere chi aveva la mira migliore". Una della pietre mi ha rovinato un occhio e da quel giorno non ci vedo più, da quella parte.

    Mese 19:

    non ci crederete, ma la gente aveva maggiore pietà per me quando ero più bello. Adesso sono molto magro, il mio aspetto è cambiato. Ho perso un occhio e la gente mi fa scappare a colpi di scopa quando provo a trovare un piccolo riparo all'ombra.

    Mese 20:

    Non mi muovo quasi più. Oggi, tentando di attraversare la strada dove circolano le auto, mi hanno preso sotto. Pensavo di essere al sicuro in quel luogo chiamato fosso, ma non dimenticherò mai lo sguardo soddisfatto dell'autista che si è addirittura buttato di lato per schiacciarmi. Almeno mi avesse ucciso. Ma mi ha solamente rotto l'anca. Il dolore è terribile, le mie zampe dietro non reagiscono più e mi sono issato con molta difficoltà, verso un pò d'erba ai lati della strada.

    Mese 21:

    Sono 10 giorni che sto sotto il sole, la pioggia, senza mangiare. Non mi posso muovere. Il dolore è insopportabile. Mi sento molto male; è un luogo umido e direi che il mio pelo sta cadendo. La gente passa, nemmeno mi vedono, altri dicono "non ti avvicinare". Sono quasi incosciente, ma una forza strana mi fa aprire gli occhi......la dolcezza della sua voce mi ha fatto reagire. Lei diceva" povero piccolo cane, in che stato ti hanno ridotto"......con lei c'era un signore con una veste bianca, mi ha toccato e ha detto "mi dispiace, cara signora, ma questo cane è incurabile, è meglio mettere fine alle sue sofferenze". La signora gentile si è messa a piangere ma ha approvato. Non so come, ma ho mosso la coda e l'ho guardato, ringraziandolo per aiutarmi a trovare finalmente riposo. Ho sentito solo la puntura della siringa e mi sono addormentato per sempre chiedendomi perchè fossi nato se nessuno mi voleva.

  • 4 anni fa

    E' possibile curare l'iperidrosi grazie a questo sistema http://miracoloperiperidrosi.latis.info/?A7IY

    Il termine iperidrosi viene normalmente usato in ambito medico per indicare la sudorazione eccessiva. Sebbene la sudorazione sia un processo naturale e sudare rappresenti una delle modalità più importanti per smaltire l'eccesso di calore del corpo, alcuni individui tendono a sudare molto di più di quanto sarebbe necessario, per garantire la normale termoregolazione corporea.

  • Anonimo
    4 anni fa

    Dei blu mi piacciono molto Cassandra e Francesco, quindi spero che arrivino in finale. Purtroppo non concordo con te sul talento del a million in classifica. Comunque che vinca il migliore!

  • 1 decennio fa

    devi scrivere io sono un cane pieno di zecche e pulci,il mio padrone è peggio di me,faccio la cacca nel suo letto,mentre lo vedo che si fa le se**e vicino al computer

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    spero ti piaccia....

    LA MIA VITA DURA 10-15 ANNI

    SE MI ODI MI FAI SOFFRIR, PENSACI BENE PRIMA DI PRENDERMI CON TE.

    CERCA DI VOLERMI BENE COSI COME SONO PERCHE’ NON SONO STATO IO A

    SCEGLIERMI

    NE’ HO POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE AMICI E PADRONI

    LASCIAMI IL TEMPO DI CAPIRE QUEL CHE DESIDERI DA ME.

    PRIMA DI SGRIDARMI, PER EDUCARMI, SE FORSE NON SEI TU CHE

    SBAGLI OPPURE SONO IO CHE NON CAPISCO COSA DESIDERI DA ME.

    AMAMI, PERCHè IO VIVO PER QUESTO.

    NON ARRABBIARTI CON ME E NON CASTIGARMI.

    TU HAI IL LAVORO, I TUOI AMICI, I TUOI DIVERTIMANTI; IO HO SOLO TE.

    PARLAMI OGNI TANTO!

    SE TI SEMBRA CHE NON CAPISCA, SAPPI CHE IO SO QUELLO CHE PENSI E CHE SENTI.

    RICORDATI CHE NON DIMENTICO MAI COME TI COMPORTI CON ME.

    PRIMA DI PICCHIARMI, PENSACI BENE.

    POTREI MORDERTI PERO’ NON LO FARO’ MAI.

    QUANDO SONO PICCOLO NON CONSIDERARMI COME UN GIOCATTOLO CHE BUTTI

    SE NON TI SERVE PIU’.

    PERCHE’ IL MIO AMORE PER TE DURA PER SEMPRE.

    PRENDITI CURA DI ME QUANDO INVECCHIERO’, RIMARRO’ SENZA DENTI,

    DIVENTERO’ SORDO E NON POTRO’ PIU’ CAMMINARE.

    QUALCUNO SI PRENDERA’CURA ANCHE DI TE PERCHE’ LA VECCHIAIA E’

    UGUALE PER TUTTI.

    ACCOMPAGNAMI NEL MIO ULTIMO VIAGGIO.

    NON DIRE MAI “NON POSSO GUARDARE” OPPURE “FATE CHE SUCCEDA IN MIA ASSENZA”

    CON TE E’ TUTTO PIU’ FACILE.

    QUESTO DEVE ESSERE IL TUO PRECISO IMPEGNO IN CAMBIO

    DELLA FEDELTA’ E

    DELLA DEDIZIONE

    CHE TI HO SEMPRE MOSTRATO.

    QUANDO NON CI SARO’ PIU’ NON ESSERE TRISTE,

    PIUTTOSTO CERCA DI FAR FELICE QUALCHE ALTRO CANE E

    AMALO COME HAI AMATO ME

    è molto commovente....qst pero fa capire che molto volte l'uomo sbaglia cn i nostri migliori amici...

  • 1 decennio fa

    Tra un poco verrò scoperto e questa casa diventerà la mia tomba, se mi va bene. Altrimenti verrò catturato e torturato e poi portato all'aperto e lasciato ad agonizzare nel cortile sotto il sole.

    Sento che mi cerca, percepisco i suoi passi felpati e immagino il suo sguardo assassino. Fino a ora sono riuscito ad anticipare le sue mosse e a evitare la cattura cambiando continuamente nascondiglio, evitando di incontrarlo nella speranza che dubiti della mia presenza.

    Ma come in una partita a scacchi mi sento braccato dalla sicurezza del mio avversario che mi sta accerchiando e chiudendo in trappola senza alternative di fuga. Con mosse obbligate retrocedo senza speranza.

    Avevo osservato la casa per giorni e sembrava un lavoretto facile facile. Passare il fossato, sotto la recinzione, evitare di far rumori per non svegliare il guardiano che dorme tutto il giorno sul dondolo mentre attraverso lo scoperto del piccolo giardino e, attraverso la finestrella della cantina lasciata sempre aperta, sono dentro casa senza problemi.

    Avevo lasciato il mio vecchio quartiere perché era diventato troppo affollato e pieno di pericoli e mi ero venuto a sistemare da queste parti dove le case sono più ordinate e pulite e dove la gente non avrebbe mai sospettato la mia presenza. Se solo fossi stato più attento.

    Durante le mie prime incursioni non avevo trovato problemi, ma poi devo essermi rilassato troppo e devo aver commesso qualche errore, lasciato qualche traccia e adesso sento che non ho più scampo.

    Mi ha visto, Mi ha visto! Con un balzo mi è addosso, cerco di dibattermi più che posso ma la lotta è impari: sento i suoi artigli entrarmi nel corpo. É la fine: muoio.

    Mi sveglio con un grido animalesco in un bagno di sudore gelato. Questo incubo ricorrente mi tormenta da tempo. Sognare di essere un topo in trappola è veramente il colmo per me. Sono sempre stato un tipo razionale e poco propenso a complicazioni psicologiche. Mangiare dormire e *******; vivere intensamente e morire giovane: questa è la mia filosofia.

    Forse è colpa della vita agiata e molle che ho cominciato a fare da quando sono venuto a stare qui. Anche gli amici mi trovano cambiato, rammollito, forse persino meno virile. Ma io ribatto che è tutta invidia per quello che adesso ho: una casa calda e accogliente, pasti regolari e una vita agiata non randagia e precaria come prima.

    Forse tutto quel cibo industriale con cui mi ingozzo adesso non mi fa troppo bene, sono anche ingrassato a dismisura e i miei riflessi ne hanno risentito. Sono stato anche portato dal medico e, dopo certi discorsi che non riuscivo a ben capire circa un piccolo intervento senza pericoli né conseguenze che mi avrebbero reso meno aggressivo e nervoso, sono stato addormentato con una puntura e mi sono risvegliato dopo ore, disteso sul divano di casa, con un piccolo bruciore al basso ventre. Nulla di grave, credo. Anche quando mi curo della mia igiene personale mi sembra tutto a posto e la piccola cicatrice che c'è ora al posto dei ********* sembra non notarsi fra il lungo pelo.

    Questo anno non ho sentito la forte attrazione sessuale che provo ogni primavera per le femmine e gli amici mi hanno preso in giro, ma io non mi preoccupo: sarà solo un po' di stanchezza.

    Rimango sempre il gatto più bello e virile del quartiere.

    Miao.

    e' un racconto non mio ma che non è pubblicato che mi è piaciuto e io ti ho copiato

  • 1 decennio fa

    ecco il testo è corto ma bello! allora: _ciao.. sono un topino piccino piccino, mi dai da mangiare per favore???? daiii . _ok gli disse il padrone e lo butto nel cesso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.