Angie ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Illuminazione chimica...?

ragazzi è importante...

Ho bisogno che mi diate le definizioni di:

1) Ione

2) Formula grezza o bruta

3) Neutrone

4) Numero costante di Avogadro

5) Isotopo

Mi serve urgentemente ragazzi illuminatemi vi prego!

Aggiornamento:

grazie ragazzi mi state salvando!!

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    1- Lo ione è una molecola o un atomo elettricamente carichi poiché hanno perso o guadagnato uno o più elettroni rispetto all'atomo neutro. (il processo di perdita/acquisizione viene detto ionizzazione)

    2- La formula bruta o grezza di una sostanza chimica è costituita da un insieme di simboli che ne indicano la composizione.

    È detta bruta poiché non fornisce le informazioni spaziali necessarie a visualizzare come i vari atomi siano legati tra loro. Le formule di struttura, invece, permettono la differenziazione di molecole diverse, ma che possiedono identica formula bruta (tali particolari molecole vengono dette isomeri).

    3- Il neutrone è una particella subatomica senza carica elettrica.

    4- Il numero costante di Avogadro, chiamato così in onore di Amedeo Avogadro, è il numero di particelle (solitamente atomi, molecole o ioni) contenute in una mole. Viene formalmente definito come il numero di atomi di carbonio-12 presenti in 0,012 kg di tale sostanza.

    5- Un isotopo (letteralmente nello stesso luogo) è un atomo di uno stesso elemento chimico, e quindi con lo stesso numero atomico Z, ma con differente numero di massa A, e quindi differente massa atomica M. La differenza dei numeri di massa è dovuta ad un diverso numero di neutroni presenti nel nucleo dell'atomo a parità di numero atomico.

    Illuminata spero ;)

  • 1 decennio fa

    1) IONE= è una molecola o un atomo elettricamente carichi

    2)FORMULA BRUTA= è costituita da un insieme di simboli che ne indicano la composizione. è detta bruta poiche non fornisce le informazioni spaziali per visualizzare gli atomi

    3)NEUTRONE=è una particella subatomica senza carica elettrica

    4)NUMERO DI AVOGRADO=chiamato cosi in onore di Amedeo Avogadro è il numero di particelle contenenti in un mole

    5)ISOTOPO=è un atomo di uno stesso elemento chimico ma con differenta massa A

    Fonte/i: IO
  • 1 decennio fa

    Ok provo a darti la definizione in parole molto semplici(le miexD)

    Ione->atomo che ha acquistato o perso uno o più elettroni di valenza(quelli nell'ultimo orbitale).Gli ioni rispetto all'atomo neutro possono essere caricati postivamente e sono detti cationi o negativamente e sono detti anioni.

    Formula grezza o bruta->di un elemento è l'insieme di simboli che ne indicano il componimento.

    ad esempio->formula grezza dell'acqua è H2O.

    Neutrone->è una particella subatomica che non presenta alcuna carica elettrica e con massa a leggermente superiore a quella del protone.è situato nel nucleo dell'atomo.

    Numero costante di Avocado->è il numero di particelle che possono far parte di un atomo/molecola/ione contenute in una mole.

    Isotopo->è un atomo che rispetto all'atomo neutro ha un diverso numero di neutroni.il numero di massa e quello atomico è cambiano rispetto all'atomo neutro.

    bye=)

    -----------

    Opps ti hanno già risposto! -.-

    vabbè lascio cmq la mia risposta ^-^

  • 1 decennio fa

    1)In chimica, una molecola o un atomo elettricamente carichi vengono detti ioni. Poiché hanno perso o guadagnato uno o più elettroni rispetto all'atomo neutro, il processo di perdita/acquisizione viene detto ionizzazione. In fisica, nuclei atomici completamente ionizzati, come quelli delle particelle alfa, vengono comunemente detti particelle cariche. La ionizzazione viene eseguita solitamente tramite applicazione di alta energia agli atomi, in forma di potenziale elettrico o radiazione. Un gas ionizzato viene detto plasma. Gli ioni caricati negativamente sono conosciuti come anioni (che sono attratti dagli anodi) e quelli caricati positivamente sono chiamati cationi (e sono attratti dai catodi). Gli ioni possono essere monovalenti (indicati con una + o -), bivalenti (con due + o -) e trivalenti (con tre +). Poi gli ioni si dividono in monoatomici e poliatomici.

    2)La formula bruta o grezza di una sostanza chimica è costituita da un insieme di simboli che ne indicano la composizione. È detta bruta poiché non fornisce le informazioni spaziali necessarie a visualizzare come i vari atomi siano legati tra loro. Le formule di struttura, invece, permettono la differenziazione di molecole diverse, ma che possiedono identica formula bruta (tali particolari molecole vengono dette isomeri).

    3)In fisica, il neutrone è una particella subatomica senza carica elettrica e con massa a riposo di 939,57 MeV (leggermente superiore a quella del protone, pari a 938,27 MeV). I nuclei atomici degli elementi (ad eccezione del più comune isotopo dell'idrogeno, che consiste di un singolo protone) sono composti da protoni e neutroni.

    4)Il numero di Avogadro, chiamato così in onore di Amedeo Avogadro e denotato dal simbolo o , è il numero di particelle (solitamente atomi, molecole o ioni) contenute in una mole. Tale numero di particelle è pari a circa 6,022·1023. Viene formalmente definito come il numero di atomi di carbonio-12 presenti in 0,012 kg di tale sostanza.

    5)Un isotopo (letteralmente nello stesso luogo) è un atomo di uno stesso elemento chimico, e quindi con lo stesso numero atomico Z, ma con differente numero di massa A, e quindi differente massa atomica M. La differenza dei numeri di massa è dovuta ad un diverso numero di neutroni presenti nel nucleo dell'atomo a parità di numero atomico.Se due nuclei contengono lo stesso numero di protoni, ma un numero differente di neutroni, i due nuclei avranno lo stesso comportamento chimico (con delle minime differenze nei tempi di reazione e nell'energia di legame, denominate collettivamente effetti isotopici), ma avranno comportamenti fisici differenti, essendo uno più pesante dell'altro.Gli isotopi sono suddivisi in isotopi stabili (circa 340) e non stabili o isotopi radioattivi (circa 3000 conosciuti ed altri 6000 ipotizzati da calcoli teorici). Il concetto di stabilità non è netto, infatti esistono isotopi "quasi stabili". La loro stabilità è dovuta al fatto che, pur essendo radioattivi, hanno un tempo di dimezzamento estremamente lungo anche se confrontato con l'età della Terra di 4.5 Ga. Secondo teorie cosmologiche recenti nessun isotopo è da ritenersi propriamente stabile. Ci sono 21 elementi (ad esempio berillio-9, fluoro-19, sodio-23, scandio-45, rodio-103, iodio-127, oro-197 o torio-232, quasi-stabile) che possiedono in natura un solo isotopo stabile anche se nella maggior parte dei casi gli elementi chimici sono costituiti da più di un isotopo con una miscela isotopica naturale, che in molti casi è variabile in conseguenza di fenomeni idro-geologici (es: idrogeno ed ossigeno), decadimenti radioattivi (es: piombo) e manipolazioni dovute all'uomo (es: idrogeno/deuterio/trizio e isotopi dell'uranio).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.