Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

esercizi urgente x favoreeeee 10 punti assikurati apriteeeeeeeeeeeeee?

vi scrivo il brano x poi risp.alle domande

aveva smesso di piovere e il cielo cominciava ad aprirsi se ne era andato un altro giorno, ma la sua giornata nn era finita.rikiuse il cancello dello stabbio entrò nella sua capanna buia e affumicata infilò nel tascapane un pezzo di pane e un po di formaggio riempì d'acqua una vekkia borraccia militare e uscì si avviò x i tratturi mentre scendevano le prime ombre della sera.procedeva veloce e sikuro presto fu alla fonte del sacramento un piccolo rivolo di acqua sgorgava,gorgogliano,dalla roccia su cui era scolpita l'immagine del sacramento.carmelo si avvicinò alla fonte,bagnò la mano destra e si segnò cn la corce.poi,lesto girò intorno a un roveto si mise carponi e si infilò strisciando,in uno stretto budello percorse cosi alcuni metri,poi si rimise in piedi e accese una candela.al suo naso arrivò l'odore pungente e consueto dello sterco quella grotta una volta veniva usata dai ladri di bestiamo x nascondere i capi rubati.una volta si kiedeva il riscatto x le bestie rubate pensò carmelo ora si kiede il riasatto x i cristiani si girò intorno e nn vide nnt si fermò,sentì un gemito debole e sordo si spinse fino al fondo della caverna,girò sikuro a sinistra ed entrò in un antro piu piccolo.la conosceva bene quella grotta,fin da bambino.alzò la candela e vide cio che si aspettava di vedere in un angolo con una catena al collo c'era qualkuno.misericordia pensò carmelo con un moto di compassione.l'hanno legato come un cane povero cristo!.appoggiò la candela sul rialzo formato da una stalagmite e si avvicinò al disgraziato.vi ho portato da mangiare e fa bere aiutatemi! liberatemi! supplicò il malcapitato non posso.io so solo che dovete mangiare dove sono? xche sono qui? domandò con voce fievole il prigioniero,io non saccio niente.niente mangiate! si girò prede la sua cendela e si allontanò mentre l'altro continuava ad implorarlo attraversò veloce l'androne riattraversò carponi lo stretto budello e uscì all'esterno erano spuntate le prime stelle e c'era un profondo silensio rotto solo dal mormorio sempre uguale all'acqua probalbimente continua a kiamare ancora. ma di qui nn si sente assolutamente nnt riflettè carmelo povero diavolo pero e veramente conciato male la nn lo trova neanke il padreterno tornò a casa tardi la mogie l'aspettava sferruzzando davanti alla tv x lui quelo era uno strumento inutile non lo degnava mai di uno sguardo e senza pensarci finiva x girargli sempre le spalle.con la moglie scambiò meno parole del solito e di parole carmelo nn ne diceva mai molte libera nn ci fece caso continuò a fare la calza e a guardare la tv il presentatore del telegiornale della notte leggeva precipitoso le notizie come se avesse fretta di andare a letto senza esito le ricerke del giovane rapito a milano la forze dell'ordine da alcuni indizi emersi nelle ultime ore, fanno risalire il rapimento alla ndrangheta probalbimente il rapito è nascosto sull'aspromonte gli inquierenti hanno spostato le loro indagini in calabra per la prima volta carmelo su colpito da una notizia data alla televisione si tratta certamente di quel povero diavolo pensò ma la sua faccia nn tradì alcuna emozione restò muto e impenetrabile come sempre la mattina dopo carmelo all'alba salutò la moglie e se ne ritornò sul monte c'era movimento il aspromonte gli elicotteri della polizia e dei carabinieri sorvolavano con insistenza la zona da lontano giungevano i latrati dei cani-poliziotto le battute delle forze dell'ordine durarono x gionri e giorni senza esito poi tornò in silenzio carmelo stava pascolando le bestie quando uno sconosciuto bucò come dal nulla gli mise tra le mani qualkosa e se ne andò senza una parola carmeno infilò la kosa nella tasca senza dire niente neppure lui.piu tardi seduto vicino al camino aprì il piccolo involto erano duecentomila lire le guardò x un attimo soddisfatto si alzò estrasse una pietra sal muro,ripose i soldi nell'incavo,rimise a posto la pietra e tornò a guardare il fuoco pensando ,kosa avrebbe ftt cn quella pikkola rikkezza il roveto fiorì i prati si ricoprirono dell'erba verde e tenera di primavera le bestie figliarono ogni sera carmelo bagnava la sua mano destra alla fonte del sacramento e si segnava le cicale assordano il giorno e i grilli allietarono le notti carmelo continuava a bagnare ogni sera la sua mano destra alla fonte e segnarsi di quell'uomo legato la nel fondo della grotta del sacramento di quell'uomo ke da 8mesi nn vedeva la luce del sole sembravano essersi dimentikati tt carmelo lo manteneva in vita con il suo pellegrinaggio quotidiano quel ''cristiano''nn chiedeva + nnt a carmelo nn era costretto tempo a ripetere la sua itania non saccio niente di tanto in tanto solito sconosciuto contattava carmelo e metteva nelle sue mani un piccolo involto mai una parola tra loro nn era del paese carmelo nn lo aveva mai visto prima e mai lo rivide in circostanze diverse quei soldi erano rimasti l'unico segno ke l'anonima sequestri nn si era dimentikata del prigionie

Aggiornamento:

ekko qui ora vi scrivo gli esercizi

1-x quali ragioni carmelo è divenuto un aiutante dei sequestratori e ha accettato di fare da guardiano al rapito?

2-secondo te,carmelo è un convinto ''strumento''della mafia xche?

3-nella parte finale del testo carmelo compie3 azioni importanti riceve il denaro pattuito ascolta una notizia al telegiornale libera il sequestrato quale rapporto ce tra questi 3 fatti?

4-xche carmelo decide di liberare il sequestrato?sono qsti gli ordini che ha ricevuto?e allora cosa accade?

5-come giudichi il comportamento di carmelo?pensi che l'essere venuto mano ai patti con i sequestratori possa avere x lui consequenze gravi?

6-nella parima parte del testo ce una accurata descrizione dell'ambiente con quale scopo secondo te?

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    1 per paura di essere ucciso e per soldi

    2 è uno strumento inconsapevole di compiere un'azione tanto criminosa

    3 il racconto non è completo quindi noi utenti non sappiamo la parte finale ovvero la liberazione del prigioniero; comunque la risposta credo sia perchè si è reso conto che quei soldi non coprivano il fastidio di mesi e mesi di prendersi cura del prigioniero e se fosse stato scoperto dalla polizia non avrebbe potuto goderseli

    4 non si sa

    5 dipende se riesce a dimostrare di essere incapace di intendere e di volere, di aver subito una minaccia.

    6 rende ben chiara la situazione e soprattutto alcuni punti vengono ripresi anche in seguito.

    ora faccio io le domande:

    1 chi ha scritto il racconto matteo messina denaro, che non voleva farsi scoprire e si è spostato sull'aspromonte?

    2 capisco che hai dovuto scrivere tutto per farci rispondere alle domande, ma non potevi riassumerlo?

    3 devi fare un concorso per diventare giornalista o partecipare ad un corso da agente segreto?

    ciao e in bocca al lupo in ogni caso w il no b day

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.