Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportAttività all'apertoCaccia · 1 decennio fa

Pulizia bossoli cal 308.?

Se ne sentono di tutti i colori, dal petrolio bianco al detersivo per pavimenti fino alle macchine che vibrano. Vorrei un parere serio (ho chiesto al mio armiere, ma occupandosi della vendita le suddette macchinette vibranti potrebbe essere stato di parte) , dicevo, vorrei un parere serio sui seguenti punti:

. Ogni quanti spari pulire i bossoli.

. Con cosa pulirli. (Preferibilmente metodi manuali)

Grazie a quanti vorranno rispondere,

Alessandro

4 risposte

Classificazione
  • abuelo
    Lv 7
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    diciamo prima una cosa importante. non è obbligatorio pulire i bossoli, almeno per quanto riguarda le loro qualità balistiche. A volte sporcano un po' le dita ma per la nostra arma un bossolo "non" pulito funzionerà lo stesso. I residui all'interno non saranno mai tali da condizionare la combustione della polvere. (sta scritto anche sui manuali di ricarica)

    la pulizia dei bossoli è "raccomandata" in due casi, consigliata in tutti gli altri.

    1) è necessario pulire la sede innesco: questo sì, per garantire la corretta crimpatura in sede dell'innesco e soprattutto l'uniformità di innescamento tra un bossolo e l'altro. Per fare questo, ci sono degli appositi attrezzini, calibrati per il tipo small e per il tipo large. [poi, è necessario anzi consigliabile anche uniformare i fori vampa, con l'apposito attrezzino flash hole uniformer; ma questa è un'altra storia...]

    2) è necessario ripulire i bossoli dal grasso utilizzato per la ricalibratura totale; come dovrebbe essere noto, i bossoli bottleneck da carabina che vanno passati nell full lenght vanno ingrassati con gli appositi lubrificanti, che sono a base acqua e non sporcano. Però vanno accuratamente rimossi dopo la ricalibratura, e bisogna evitare che arrivino a trovarsi in camera di cartuccia durante lo sparo; potrebbero causare l'incollamento del bossolo ma soprattutto alte pressioni. Diciamo che una volta ricalibrati con il full, mentre li mettiamo sul tornietto (o sul trapano-avvitatore) per trimmarli e cianfrinarli possiamo passarli anche con una pezza di stoffa per eliminare il grasso, resteranno lucidi e puliti.

    ovviamente questo vale per i semiautomatici, se abbiamo un bolt action possiamo usare solo il neck sizer e non avremo bisogno del grasso. Oppure vale quando dobbiamo ricalibrare bossoli sparati da un'altra arma per usarli nella nostra.

    Detto questo, è vero che spesso sono sporchi di residui carboniosi, piombo e altri metalli (che sono anche velenosi); per cui, in tutti i casi in cui vogliamo, possiamo pulirli completamente.

    Soprattutto quelli da arma corta raccolti sul battuto di cemento del poligono di tiro (ho sempre dei fazzolettini usa e getta tipo officina nel borsone per pulire le armi e le mani dopo la sessione)

    un primo metodo sicuro è il tumbler con la graniglia, metodo meccanico. Ha il vantaggio che lo accendi e te ne vai, e torni solo per estrarli puliti. Difetti? Tre. Bisogna fare "molta" attenzione a non respirargli vicino, e mettersi una mascherina quando lo si apre dopo la pulizia: le polveri sottili che emana sono ricche di piombo, e aumenta la piombemia nel sangue. E' accaduto a me medesimo: con la piombemia a 40 (valore max 25), parecchi anni fa, ho preso queste precauzioni, ed inoltre da allora eseguo le ricariche solo con guanti di lattice (senza maneggiare le palle di piombo a dita nude: la nostra pelle è un organo e non una pellicola, assorbe tutto), e la piombemia è sparita. Oppuressia utilizzare una crema barriera, ma non l'ho mai provata specificamente.

    Ugualmente dovremo fare attenzione a smaltire il polverino di pulizia, cioé trattarlo come materiale perlomeno tossico.

    Terzo problema, oltre a separare i bossoli dalla graniglia con un setaccio, dovremo essere sicuri che neppure un granellino di quell'inerte sia rimasto dentro: ad esempio proprio i bossoli del .308, bottlenecked, dovranno essere capovolti e battuti uno per uno per non lasciare dentro nemmeno un pezzettino di plastica. Il problema naturalmente si complica quando abbiamo ad esempio dei .223, hanno la bocca piccolina e per provarli tutti...

    Metodi chimici? ne ho sperimentato uno solo, lasciando i bossoli in una soluzione blanda di acido citrico (ad esempio lo trovi in alcuni prodotti per la casa); in un catino, in un posto non troppo freddo, agitandoli con le mani guantate di quando in quando. La % del soluto è a piacere, vedi i risultati mano a mano, ovviamente se la soluzione è più debole bas

    Fonte/i: basta aumentare il tempo di esposizione. Puoi lasciarli anche due o tre giorni, poi li risciacqui e li fai asciugare sopra un termosifone.. escono belli puliti e lucidi. E' un metodo da usare soprattutto quando ne hai veramente tanti, e dovresti fare più passaggi nel tumbler: pensa a 2 o 3mila bossoli calibro 9.. tengono lo spazio di un catino da 20 lt, ma nel tumbler è un'altra cosa, a meno di averne uno formato "lavatrice". Comunque, mi ripeto, spesso non li pulisco affatto, a meno dei due casi esposti sopra. Di solito già nei vari passaggi, ricalibratura (i dies al carburo non patiscono lo sporco..), svasatura, inserimento e crimpaggio, i bossoli si puliscono e se non mi sporco le mani sono soddisfatto. Non tanto per pigrizia, ma perché penso che tutte le cose che non sono utili, spesso sono disutili.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Tene puoi fregare a patto che non vi siano grani di polvere o terra all' esterno del bossolo o all' interno del colletto (si rigano i dies). Se sono ossidati non conta nulla. Certo fa più figo vederli lustri. Il petrolio bianco va bene, se invece hai soldi compra la macchinetta vibrante (non quella del sexy shop) e usa il riso per cani spezzato che costa meno della graniglia. Io non li lustro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io di colpi ne ho sparati almeno 18mila, di arma lunga e corta, ed ho trovato utilissime le sabbiatrici, le "macchine che vibrano" come le definisci. Possono usare anche la sabbia ma di solito si usa una miscela di skegge di gusci di nocciole e noccioli di altri frutti debitamente desiccati e trattati e ridotti ad un ghiaietto ottimo per la sabbiatura di bossolame ed altri oggetti anche non "militari" (pensa ad una vekkia fibbia arrigginita, ad una manopola intarsiata di un vekkio mobile). Si usa questa miscela in quanto non abrasiva come la sabbia, ma volendo puoi usare anke questa.

    Prodotti liquidi possono essere usati per la pulizia manuale, ma a questo punto dovresti anche avere uno scovolo per nettare l'interno del bossolo: la sabbietta lo fa automaticamente.

    Se usi anche altre armi, raccolto un certo n° di bossoli sparati li metti nel cestello dalla macchinetta con la sabbietta ed in un tempo variabile fra 1 e 2 ore ottieni i bossoli come nuovi.

    Io li pulisco ad ogni uso.

    Manualmente, non ho mai pulito bossoli a bottiglia per fucile, ma sempre quelli cilindrici da pistola, e mai all'interno, il che favoriva il formarsi di morkie. Se spari pochi colpi la settimana, allora usa uno straccio, magari imbevuto di petrolio, ricordati di pulire bene la cava dell'estrattore, e dentro usa uno scovolo di una misura maggiorata per avere accesso alle pareti. Pikkia il bossolo rovesciato a bocca in giù per vuotarlo dai residui. Ma ti consiglio cmq la makkinetta: magari procacciati molti bossoli, quando ne hai una quantità sparati li pulisci meccanicamente e vedrai che risultato.

  • 3 anni fa

    Ciao, io uso Vihtavuori n140 con palle da one hundred fifty grani, con peso della carica da forty-one a forty 5 grani. Come palle ho provato le Sierra Matchking e sono eccezionali ma costano molto. l. a. lunghezza della cartuccia è 71mm. Ma se vuoi regolare il freebore devi fare prepare su prepare con l. a. tua arma. Dal tipo di domande che continui a postare penso sia un bolt motion....In pratica dovresti ottenere una cartuccia (partendo dai 71mm canonici) che quando l. a. cameri va advert appoggiarsi sull' inizio della rigatura ma non troppo oltre perchè così non va e se l. a. estrai l. a. palla rimane incastrata nella rigatura e dissemini tutta l. a. polvere nella meccanica dell' arma (a me non è mai capitato ma penso che mi esibirei in uno dei miei famosissimi sfoggi di bestemmie). Va detto che uso questi pesi di palla, dosi e progressività di polvere nel tentativo di eguagliare l. a. cartuccia accepted NATO 7,62X51, perchè il mio Garand deve usare palle non pesanti e polveri %. cutting-edge, questo perchè con palle pesanti e polveri cutting-edge (cosa che va benissimo nei bolt motion) si corre il rischio di danneggiare l' asta di armamento. spero di essere stato esauriente e che l. a. mia domanda non sia cancellata perchè appena posto qualcosa sul 308 melo cancellano segnalando violazioni....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.