Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Perché le nostre case sono quadrate e non tonde? Saranno anche pratiche ma non sono contro natura?

Ecco cosa ne pensavano gli indiani d'America, dalle parole di Alce Nero:

“Dopo la cerimonia degli heyoka, io venni a vivere qui, dove sono adesso, tra i torrenti Wounded Knee e Grass. Altri vennero con noi, e costruimmo queste piccole case grigie di tronchi che vedete, ed esse sono quadrate. É un brutto modo di vivere, perché non ci può essere alcun potere in un quadrato. Avete osservato che tutto ciò che un indiano fa in è in un circolo, e questo perché il Potere del Mondo sempre lavora in circoli, e tutto cerca di essere rotondo. Nei tempi andati, quando eravamo un popolo forte e felice, tutto il nostro potere ci veniva dal cerchio sacro della nazione, e finché quel cerchio non fu spezzato, il popolo fiorì. L'albero fiorente era il centro vivente del cerchio, e il circolo dei quattro quadranti lo nutriva. L'est dava pace e luce, il sud dava calore, l'ovest dava la pioggia, e il nord, col suo vento freddo e potente, dava forza e resistenza. Questo sapere ci veniva dal mondo dell'aldilà, con la nostra religione. Tutto ciò che il Potere del Mondo fa, lo fa in un circolo. Il cielo è rotondo, e ho sentito dire che la terra è rotonda come una palla, e che così sono le stelle. Il vento, quando è più potente, gira in turbini. Gli uccelli fanno i loro nidi circolari, perché la loro religione è la stessa nostra. Il sole sorge e tramonta sempre in un circolo. La luna fa lo stesso, e tutti e due sono rotondi. Perfino le stagioni formano un grande circolo, nel loro mutamento, e sempre ritornano al punto di prima. La vita dell'uomo è un circolo, dall'infanzia all'infanzia, e lo stesso accade con ogni cosa dove un potere si muove. Le nostre tende erano rotonde, come i nidi degli uccelli, e inoltre erano sempre disposte in circolo, il cerchio della nazione, un nido di molti nidi, dove il Grande Spirito voleva che noi covassimo i nostri piccoli. Ma i Wasichu ci hanno messi in queste scatole quadrate. Il nostro potere se ne è andato e stiamo morendo, perché il potere non è più in noi. Potete dare uno sguardo ai nostri ragazzi e capire come stanno le cose. Quando noi vivevamo grazie al potere del circolo nella maniera dovuta, i ragazzi diventavano uomini a dodici, tredici anni. Ma adesso ci mettono molto più tempo a maturare. Pazienza, le cose sono come sono. Noi siamo prigionieri di guerra, finché siamo quaggiù ad aspettare. Ma c'è un altro mondo...”.

È sempre la solita lotta tra la spiritualità e il materialismo, tra la natura e la speculazione dell'uomo!

Aggiornamento:

BUCH

Parti dal presupposto che affiancare due case sia un bene!

Aggiornamento 2:

YPSYLON, se fosse solo per questo basterebbe fare i mobili col di dietro tondo, come una bella donna!

Aggiornamento 3:

Cara Marianna, accipicchia.... mi hai commosso!

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Tu parli i indiani d'america, io di africani di africa. Le loro tonde capanne, con un fuoco al centro, con i giacigli in terra.Mobili? no, solo qualche straccio e due penolini ricavati da due lattine di marmellata.

    Tonde capanne che odorano di fumo. Ti giri intorno e vedi i sorrisi felici di bimi, con il nasino pieno di mosche..africa....tonda come le ue capanne...

    Africa nera, verde, gialla africa dai mille colori. Tu m'appari nella notte degli antichi dei. Dimenticati troppo in fretta.

    Africa che attende sotto le capanne. Chi prima era prigioniero dell'avido straniero. Non desiderato. Perchè ha depredato tutto ciò che avevi. Africa che vivi e muori sotto la coltre plumbea.

    Che si è resa ancora più pesante. Africa abitata dalla leonessa. E dal rinoceronte. Il griot ti canta ed io rimango a guardarti. E ad ammirarti. Nella tua bellezza. Nel tuo danzare tutti insieme. Dopo aver spezzate le catene della schiavitù. Africa ti domando chi tu sia. Africa dei poeti e dei presidenti. Che giacciono dopo avere lottato. E invano protestato. Liberati dalla sofferenza.

    Per troppo tempo hai subito la prepotenza dello straniero. Infine. Hai donato sempre. Senza aver nulla in contraccambio. No, non sono morti i poeti. . E tu, poeta, scrivi. Ti leggeranno coloro che giungeranno dopo di te.Ritti nelle capanne che odorano di acre fumo di legna bagnata.

    Africa tu ami interamente la natura: gli alberi, i fiori, gli animali divoratori di carogne. Sono partiti alcuni di voi, amici miei senegalesi. Per poter lavorare. Dove la realtà si confonde, talvolta, con l'incubo pressante. Un barrito, un ruggito, una voce che s'alza nell'infinita distesa che chiamiamo cielo. E una sola parola urlata con tutto il fiato che vi rimane in gola. Io mi unisco a voi perchè la protesta sia ancor più forte. Le tue case tonde fatte di paglia e di fango.il pavimento in terra battuta. una mamma lava il suo piccolo. Ma solo con una piccola dose di acqua.Niente sapone.Non esiste per loro esiste solo una toonda capanna..

    Vi costringono nella più squallida povertà per un tozzo di pane. Essere schiavi. Proprio come quelli che vissero prima di voi. E questo non è giusto. La libertà vi spetta di diritto. Avete diritto alla vostra libertà.

    Anche a voi spetta una casa? No, vivete felici nelle vostre tonde capanne, belle, color della terra e illuminate dal sole...

    caro Folle, le nostre belle case sono frutto di avidità e vanità.Hanno gli spigoli e possiamo battere il naso contro le porte. Il bagno profumato, ma poca allegria....

    Dai Frammenti della vita di MARIANNA, nata in africa e vissuta in una tonda capanna.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Le case tonde sono decisamente migliori.. quando mia suocerà mi chiederà se in casa ho un angolino per lei potrò dire di no!

    Fonte/i: Lo so, fa pena. LOL.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Finché resteremo sulla circonferenza di noi stessi non scopriremo mai che anche noi siamo concentrici...

  • 1 decennio fa

    Alce nero mi vengono ancora i brividi a pensare a quel bellissimo libro...... e' che il fatto che noi dobbiamo vivere contro natura e' un progetto bello e buono :(((

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    si e poi i mobili con gli angoli come li metti nelle case rotonde?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    : ) grazie Folle, apprezzavo la cultura dei nativi d' america ma devo alla tua domanda il desiderio di sapere di più su di loro: questa riflessione sul "potere del mondo" è straordinaria !

    Mia semplice riflessione

    Secondo me il "potere del mondo" comprende naturalmente anche il quadrato : ) e naturalmente il triangolo : ) ecc ecc

    Alce Nero - come hai suggerito - sta protestando contro l' avvento della nuova civiltà e - secondo me - sta parlando dal punto di vista della sua cultura. Nessuno può ripudiare la propria cultura facilmente ed essere anche felice. (E con cultura personalmente intendo sopratutto quell' infinità di piccole cose per cui il Folle è soltanto il Folle - inimitabile individuo - e Io soltanto Io - stesso discorso... : )

    Fonte/i: : ) Alce Nero dove sei ? andiamo in tribù... (qualcosa mi suggerisce che vuole venire anche il Folle... ; )
  • 1 decennio fa

    perchè sono funzionali, come fai ad affiancare due case tonde? come fai a mettere qualcosa al muro se questo non ha un angolo (ti troveresti intralci per la casa)?

  • 1 decennio fa

    perche' la tua capoccia e' tonda e non quadra?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.